WEC | Ufficiale: Fernando Alonso al via della stagione 2018 con Toyota

Fia Wec

L'interesse di Fernando Alonso verso il Mondiale Endurance era risaputo ormai da tempo, ma in pochi forse si sarebbero attesi un annuncio di una simile portata. Il pilota spagnolo sarà infatti al via di tutte le gare 2018 del FIA WEC a bordo della Toyota LMP1, eccezion fatta per l'appuntamento di Ottobre in programma al Fuji, concomitante con il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. Per il due volte campione del mondo l'annata agonistica si preannuncia dunque particolarmente intensa, visto che oltre agli impegni che culmineranno nella partecipazione alla 24 Ore di Le Mans sarà chiamato ad affrontare l'annata della riscossa in Formula 1 al volante della McLaren-Renault.

Reduce dalla presenza al via nella 24 Ore di Daytona (dove ha concluso al 38° posto assoluto e 13° di classe) per Fernando Alonso il rapporto con le corse di durata promette di diventare sempre più stretto. Dopo aver infatti preso parte ai test ufficiali WEC in Bahrain nello scorso mese di Novembre, in molti attendevano con trepidazione l'annuncio relativo alla presenza del pilota di Oviedo al prestigioso appuntamento di Le Mans con la LMP1 della Casa giapponese. Ma in realtà l'annuncio di stamane ha svelato una collaborazione molto più stretta ed estesa tra le parti, visto che lo spagnolo sarà al via di tutti gli appuntamenti 2018 del Mondiale Endurance (la cui "super-season" si concluderà proprio con la classica francese nel Giugno 2019) ad eccezione di quello previsto in Giappone nel week-end del 21 Ottobre, quando sarà invece impegnato con la McLaren in Texas.

Un colpo di scena emerso con un comunicato della scuderia britannica, la quale ha sottolineato di "aver acconsentito" alla presenza di Fernando Alonso al via del WEC 2018 dopo "aver raggiunto un accordo" con lo stesso pilota spagnolo e il Toyota Gazoo Racing. Dal canto suo, la McLaren ha voluto sottolineare come la Formula 1 "rimanga la priorità assoluta" e che Alonso si dedicherà al proprio impegno nel Mondiale Endurance quando non occupato con i Gran Premi. Una novità che per certi versi ha del clamoroso, in quanto per la prima volta un pilota di Formula 1 (almeno in epoca recente) si dividerà in un impegno pressoché a tempo pieno tra due categorie di tale spessore. Una situazione per certi versi anche favorita anche dal fatto che il calendario del WEC sia stato "spalmato" sull'arco di due stagioni, con il campionato 2018-2019 che scatterà il 5 Maggio 2018 con la 6 Ore di Spa e si concluderà il 15-16 Giugno 2019 con la 24 Ore di Le Mans.

D'altro canto, si tratta di una situazione che rende soddisfatti un po' tutti (o quasi). In primo luogo il WEC: reduce dal doloroso abbandono di Porsche, la serie aveva un disperato bisogno di trovare nuovi motivi d'interesse ad una sfida che avrebbe visto la sola Toyota al via nella classe regina LMP1. La presenza di Alonso porterà sicuramente benefici ad un campionato che dovrà andare alla ricerca di una nuova identità, la quale dovrà necessariamente passare attraverso un rinnovamento del regolamento tecnico capace di scongiurare il rischio di nuove perdite. Ma di sicuro può sorridere anche lo stesso Alonso, il quale (dopo la presenza dello scorso anno alla 500 Miglia di Indianapolis) potrà dunque proseguire la sua personale caccia all'ambita Triple Crown: "Non ho mai nascosto la mia ambizione di voler puntare alla conquista di questo prestigioso riconoscimento. Quest'anno, grazie anche a McLaren, avrò l'opportunità di correre per vincere a Le Mans. E' una grande sfida, ma mi sento pronto e non vedo l'ora di affrontare la battaglia. Tutto ciò non mi distoglierà dal mio impegno in Formula 1, visto che nella prossima stagione voglio essere competitivo in tutti i Gran Premi".

La McLaren, nel frattempo, è sembrata quasi voler fare buon viso a cattivo gioco: "Non è un segreto il fatto che Fernando volesse misurarsi in un contesto come quello di Le Mans - ha dichiarato Zak Brown - e dopo un'attenta valutazione possiamo dirci soddisfatti del fatto che questa soluzione non intacchi in alcun modo l'impegno prioritario che sarà rivolto verso la nostra stagione". Di fatto, Alonso si troverà ad affrontare (dovendo saltare il Prologo del 6-7 Aprile, concomitante con la gara in Cina) ulteriori quattro week-end di gara con Toyota nel WEC, i quali andranno ad aggiungersi ai ventuno già previsti in Formula 1 con la McLaren. "IronMan" Alonso sarà pronto ad affrontare questa nuova sfida o le sirene del WEC potrebbero portarlo in un futuro prossimo lontano dalla Formula 1?

Marco Privitera

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies