BSB | Ancora Haslam, doppietta a Cadwell Park. Bradley Ray ritorna sul podio

Superbike

Ormai il British Superbike sta diventando sinonimo e palcoscenico di Leon Haslam, che con l’ennesima doppietta in quel di Cadwell Park allunga il suo dominio e accumula ulteriori podium points in vista dell’imminente Showdown. Bradley Ray ritorna sul podio chiudendo il suo periodo nero ed entrambe le gare davanti a Jake Dixon, che prosegue la sua crescita a discapito di Glenn Irwin e Peter Hickman, entrambi giù dal podio.

SOLO HASLAM PUO’ BATTERE HASLAM? Per fortuna che il dominio di Leon Haslam non sembra così perentorio come quello di Jonathan Rea, altrimenti il circus del British Superbike dovrebbe salutare una bella porzione dei suoi tifosi. Non sembra infatti esserci nessuno in grado di impensierire questo Leon, che perduto Shane Byrne come diretto avversario sembra inarrestabile. È sua infatti l’ennesima doppietta, questa volta in scena in quel di Cadwell Park, e se nella prima gara Ray è stato in grado di rimanere sempre in coda al comandante della corazzata Kawasaki in Gran Bretagna, in gara due sono ben 5 i secondi che hanno diviso il duo di testa.

UN RAGGIO PER USCIRE DAL TUNNEL. Per Ray però la cosa più importante era concludere questo periodo no che ha caratterizzato le sue ultime gare nel BSB. Il giovane alfiere Suzuki arriva infatti da svariati zeri che hanno molto condizionato la sua attuale posizione in classifica, rendendo la caccia ad un titolo senza precedenti un’impresa che rasenta l’impossibile. Haslam è lontano anche in ottica Showdown, vista la quantità quasi ridicola di vittorie che ha accumulato, ma il verdetto arriva solo alla fine: Leon questo lo sa, memore dell’epilogo del campionato 2017 e ben difficilmente si farà cogliere impreparato.

UN DIXON IN CRESCITA, MA CHE HICKMAN! Se in tanti pensavano che Glenn Irwin fosse maturo per lottare per il titolo, tanti altri ritenevano Dixon una promessa non ancora pronta alla battaglia per il premio finale. La doppietta del 2017 aveva dimostrato chiaramente la velocità del pilota del team RAF Regular & Reserves Kawasaki, ma la costanza con cui Dixon acquista podium points (nelle ultime gare sempre a discapito di Irwin), fa pensare che il 2019 potrebbe essere l’anno buono, e che una chance è visibile anche in chiave odierna. Con due podi identici, la battaglia per le quarte posizioni disponibili nelle due gare è andata rispettivamente a Glenn Irwin (PBM Ducati) ed a Peter Hickman (Smiths Racing BMW): quest’ultimo continua la sua sequenza di risultati importanti su pista, dopo essere stato il matador del Senior TT di quest’anno. Positive anche le prestazioni di Bridewell e di Iddon, in entrambe le occasioni a ridosso della Top5.

Alex Dibisceglia

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies