WSBK | Intervista alla leggenda Troy Corser: “La Suzuki GSX-R K5 è la miglior moto che abbia mai guidato”

Superbike

Non capita tutti i giorni di riuscire a scambiare quattro parole con una delle Leggende del Mondiale Superbike, capace di vincere il Mondiale in due occasioni (1996 e 2005) e stabilire il record di Superpole, 43, prima che Sykes lo abbattesse dopo tanti anni. Nella sala stampa dell’autodromo di Misano abbiamo incontrato il grande australiano Troy Corser, ora collaboratore della Superbike ed istruttore di guida. Troy ci ha dato la sua visione a prorposito dell’attuale Mondiale, il parere sul ritorno in pista del suo connazionale Bayliss e qualche aneddoto sulla sua occupazione attuale.

Troy, bentornato a Misano. Cosa ne pensi dell’attuale Superbike?

Quest’anno il campionato è diventato più competitivo. Penso che il gap tra le due Kawasaki ufficiali e le altre moto si sia un pochino ridotto. E’ un bel campionato, le gare sono interessanti ed è bello vedere la competizione tra le case. Bello tornare qui a Misano, il mio tracciato preferito!

Tom Sykes ha battuto il tuo record di pole…il primo record a cadere dopo tanto tempo!

Sì, il record è durato più di quanto pensassi. Ad essere onesti, speravo che Tom lo battesse già l’anno scorso per quanto andava veloce in prova, ma è comunque bello che lo abbia fatto in questo inizio di stagione. E’ un peccato che lo abbia battuto, speravo rimanesse alla pari con me e non perderlo totalmente, ma i record sono fatti per essere battuti. In ogni caso è bello vedere qualcuno che batte dei record…

Record che durano tanto come quello del tuo ex team-mate Fogarty, battuto recentemente da Jonathan Rea…

Penso che comunque i record debbano rimanere a lungo, anche se è bello comunque vederli cadere dopo così tanto tempo…Questo dimostra quanto ci voglia per arrivare a batterli!

Ci racconti qual è stata la tua gara più bella qui a Misano negli anni del Mondiale Superbike? 

La mia gara più bella è stata nel 2000 con Aprilia, quando ho vinto entrambe le gare. Quello è stato senza dubbio il ricordo più bello che conservo qui a Misano.

Qual è stata la miglior moto che hai guidato tra tutte quelle con le quali hai corso?

Sicuramente la Suzuki K5, non perché è quella che mi ha portato a vincere il Mondiale (2005, ndr), ma perché è stata una moto fantastica da guidare, con un ottimo telaio e poi il team (Alstare Corona di Francesco Batta, ndr) era incredibile. Avevo un ottimo pacchetto…

Credi che Suzuki possa tornare un giorno?

Non posso esprimermi su questo…

Di cosa ti occupi ora?

Sono capo istruttore di scuola guida per un partner olandese di BMW, che ha anche un’academy. Abbiamo fatto lo scorso anno 16 eventi da tre giorni ciascuno, per un totale di 22000 km. Mi tengo in allenamento e sono ancora veloce grazie a questa occupazione!

E’ bello che ex piloti del Mondiale diventino istruttori di guida…

C’è sempre tanto da fare con piloti di livelli diversi, però mi diverto perché sono in moto e guido e ciò mi tiene in allenamento.

Mentre il tuo connazionale Troy Bayliss è ancora in pista…

Credo che Troy sia stato forzato a tornare a correre per far felici gli sponsor ed è abbastanza giusto. Vedo che correndo si diverte ed è ancora molto veloce. Sono felice per lui anche se manca alle gare...vere.

Grazie Troy...

Grazie a voi!

 

Da Misano – Marco Pezzoni @marcopezz2387

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies