WSBK | GP Spagna, gara-1: prima in carriera a Jerez per Rea, che sfortuna per Melandri!

Superbike

Nella prima gara Superbike del Gran Premio di Spagna, svoltasi sul tracciato di Jerez de la Frontera, la vittoria va a Jonathan Rea che sfata il tabù vincendo la prima gara della sua carriera sul circuito andaluso. Davies chiude secondo davanti a Sykes, con Lowes in quarta posizione. Melandri out a 4 giri dalla fine, paura per Badovini ad inizio gara. Domani alle 13 gara-2 con la rivincita di Melandri contro questa incredibile sfortuna.

La cronaca della gara. Temperature più calde rispetto a ieri e alla nebbiosa mattinata, che ha portato ad un corposo rinvio della sessione di FP3. 24°C la temperatura dell’aria e 33°C quella dell’asfalto. Scelte diverse di gomme sull’anteriore tra media, dura e morbida per i piloti in griglia.

Partenza a fionda di Melandri, ma Rea lo brucia sull’allungo e si presenta in testa in curva 1. Sykes e Van Der Mark si prendono andando larghi, con Davies che cerca di infilarsi riuscendo poi a passare Fores al tornantino. Nemmeno il tempo di concludere il primo giro che viene esposta la bandiera rossa per gli incidenti di De Rosa e Badovini, con quest'ultimo che viene trasportato al Centro Medico del tracciato. Quick start procedure e la gara riparte con 1 giro in meno rispetto al previsto (20 giri).

Ripartenza sullo stesso piano della prima, ovvero con Johnny Rea che brucia Melandri portandosi in testa alla gara, mentre Davies ha uno scatto felice e riesce ad infilarsi in quarta posizione nonostante un piccolo contatto con Van Der Mark.

Scrollone per l’Aprilia di Laverty che perde posizioni mentre era dietro al suo compagno di squadra Savadori, mentre Ricky Russo finisce nel ghiaione alla curva 5.

Rea detta il passo con Melandri che gli rimane incollato e Sykes vicino al codone della Panigale numero 33, mentre Davies fa leggermente fatica a rimanere agganciato al terzetto di testa: le Yamaha di Van Der Mark e Lowes non sono poi lontane.

Davies passa Sykes all’ingresso dell’ultima curva salendo in terza posizione dietro al compagno di box Melandri. Fuori anche la Honda di Takahashi.

Brivido per Sykes che tocca la terra in uscita di curva 7 e perde strada da Davies, con le Yamaha che gli sono incollate al codone.

Rea è sempre in testa ma non scappa via, Melandri e Davies sono incollati alla Kawasaki numero 1, Sykes prova a ricucire portandosi dietro le Yamaha di Lowes e Van Der Mark con Guintoli che passa Savadori.

Melandri passa Rea nella doppia destra con Rea che lo guarda in malo modo. Anche Davies passa Rea in fondo al rettilineo principale relegando il campione in carica al terzo posto, inseguito da Sykes e dalle Yamaha.

Melandri dopo aver passato Rea prova a scappare via con Davies che gli guarda le spalle. Rea però restituisce il favore a Davies e lo ripassa all’interno dell’ultima curva. I due si sono disturbati favorendo Melandri che ha aperto il gap.

10 giri alla fine. 1’41”067 per Melandri che stampa il giro veloce della gara. Rea più lento di 2 decimi ma vuol provare a riprenderlo. Rea ha lasciato Davies nelle grinfie di Sykes con le Yamaha sempre a guardare cosa succede.

1’41”035 per Rea che mangia mezzo secondo a Melandri portandosi ad 1” dalla Panigale numero 33. Davies è terzo ma fatica a contenere Sykes, mentre Van Der Mark non riesce a stare a contatto con Lowes.

Nuovo 41”0 per Melandri contro il 41”2 di Rea: vantaggio che rimane sempre su 1”1. Camier passa Torres in curva-1 ma quest'ultimo gli restituisce il favore grazie al motore di BMW sul dritto prima di curva 5.

Melandri e Rea si sfidano a colpi di giri veloci, con il pilota Kawasaki che stampa un 1’40”991 mangiando qualcosina al leader della gara. Tra il primo ed il quinto ci sono solo 5” di distacco. Laverty ha passato Ramos con Camier che ha ripassato Torres.

Colpo di scena a 4 giri dalla fine! Dopo aver stampato un 1’40”930 Melandri si ferma dopo curva-1 per un probabile problema tecnico. Vittoria per Rea quindi su un piatto d’argento, ma anche il campione ha i suoi problemi. Lungo di Johnny in curva 5 e vantaggio su Davies ridotto a 2”9.

Davies si ritrova quindi nella morsa delle Kawasaki con Lowes, quarto, che partirà dalla pole nella gara di domani.

Ultimo giro: Davies spinge come un matto per tenersi a distanza Sykes nel finale, con Rea che sta per andare a vincere per la prima volta in carriera a Jerez.

Alla bandiera a scacchi Jonathan Rea vince la gara davanti a Davies e Sykes con Lowes quarto, Van Der Mark quinto, sesto Guintoli, settimo Savadori, ottavo Laverty, nono Fores, decimo Ramos

 

Classifica finale di gara-1

1. Jonathan Rea

2. Chaz Davies

3. Tom Sykes

4. Alex Lowes

5. Michael Van Der Mark

6. Sylvain Guintoli

7. Lorenzo Savadori

8. Eugene Laverty

9. Xavi Fores

10. Roman Ramos

 

Classifica mondiale dopo gara-1

1. Jonathan Rea 481 p.

2. Tom Sykes 352 p.

3. Chaz Davies 347 p.

4. Marco Melandri 281 p.

5. Alex Lowes 213 p.

 

Griglia di partenza di gara-2

Per effetto dell’inversione di griglia di gara-2, i piloti domani partiranno secondo questo ordine: Lowes - Van Der Mark - Guintoli in prima fila, Savadori - Laverty - Fores in seconda fila, Sykes -Davies - Rea in terza.

Marco Pezzoni  - @marcopezz2387

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies