WSBK | Svelate le entry list dei campionati e (finalmente) l’emittente televisiva

Superbike

Uscite entry list provvisorie di Superbike, Supersport 600 e Supersport 300 con un totale di 93 piloti iscritti al campionato 2019. Minimo storico per la Superbike, ma livello molto alto, affollatissima la Supersport 300 con 50 piloti iscritti. Definita finalmente l’emittente televisiva che trasmetterà le tre classi: sarà TV8 come per MotoGP e F1.

Giornata importante quella di oggi sul fronte Mondiale Superbike 2019. A poco più di 2 settimane dai test ufficiali e a poco più di un mese dallo start della stagione, sono uscite le entry list di Superbike, Supersport e della affollatissima Supersport 300 (che partirà da Aragon, ndr). Minimo storico di iscritti per il Mondiale Superbike con soli 18 piloti partenti, ma il livello si è indubbiamente alzato con il ritorno di "Pocket Rocket" Leon Haslam, di Honda HRC e BMW in forma ufficiale. 25 sono, ad oggi, i piloti iscritti invece al Mondiale Supersport 600, orfano del Sultano Kenan Sofuoglu, che annovera 6 italiani al via (De Rosa, Fuligni, Coppola, Caricasulo, Ruiu e Badovini) e con Maria Herrera in arrivo dalla Supersport 300. Discorso diverso invece per la Supersport 300, più affollata che mai con 50 piloti iscritti.

SBK: MINIMO STORICO MA LIVELLO PIU’ ALTO

Quello che salta all’occhio guardando la entry list della Superbike è sicuramente il numero esiguo (18) di piloti iscritti, ma dal livello indubbiamente alto rispetto agli anni passati. Perché se è vero che Rea, Davies, Sykes sono la costante, fa bene per il campionato vedere un volto nuovo come Bautista, un ritorno eccellente come quello di Haslam e un Laverty su una moto competitiva come la Ducati. E’ vero che lasciano MV ed Aprilia, ma il campionato riabbraccia Honda HRC (attraverso Moriwaki ed il team Althea) e BMW in forma ufficiale (seppur appoggiandosi a SMR), mentre Yamaha raddoppia l’impegno grazie al debutto del team GRT con le R1 guidate dal campione Supersport 2018 Sandro Cortese e Marco Melandri. GoEleven punta su Laverty e Ducati per nuove ambizioni, mentre ritorna in Superbike il buon Ryuichi Kiyonari al fianco del neo papà Camier con Delbianco terzo pilota Honda. Torres trova un porto sicuro in Pedercini, dopo l’esperienza in Ducati MotoGP al posto di Rabat.

SSP600: PRIMA VOLTA SENZA SOFUOGLU MA CON UNA HERRERA IN PIU’

Per la prima volta in Supersport non ci sarà il Sultano Kenan Sofuoglu, ritiratosi alla fine del warm up lap ad Imola e sempre più coinvolto nella vita politica in Turchia. Per rimpiazzare il fenomeno turco, Puccetti ha puntato sul francese Lucas Mahias affiancandogli il confermato Okubo. Ritorno a casa per Federico Caricasulo al fianco di Krummenacher nel team EvanBros Yamaha. Passano in Supersport dal Motomondiale Isaac Vinales (cugino di Maverick) con Kallio Racing, Federico Fuligni con MV Agusta) e Jules Danilo (CIA Landlord Honda mentre Barbera conferma l’impegno nel Mondiale tornando al team Toth. Badovini passa da MV Agusta alla Kawasaki di Pedercini mentre sale di categoria Maria Herrera con la Yamaha del team MS Racing (lo stesso della SSP300). WILSport raddoppia le moto affiancando van Sikkelerus al confermato Soomer mentre van Straalen continuerà con il team di Anthony West (EAB Racing)

SSP300: PIU’ AFFOLLATA CHE MAI

Se la Superbike quest’anno toccherà il minimo storico con soli 18 piloti, ben 50 invece saranno quelli iscritti alla Supersport 300 che sta riscuotendo un interesse sempre maggiore tra team e piloti. 4 le donne presenti in pista: Beatriz Neila, Steffie Naud, Alexandra Pelikanova ed ovviamente la campionessa in carica Ana Carrasco alla quale Kawasaki tiene moltissimo tanto da farla seguire dallo stesso team Provec che segue anche Rea ed Haslam. Dal nostro CIV arrivano il campione in carica Bastianelli (Prodina Ircos Kawasaki), Sabatucci, Arduini e Facco), KTM conferma l’impegno con il doppio team Freudenberg (ufficiale con Meuffels e Kappler, Junior con Janig e Steeman). Da notare il debutto di Bahattin Sofuoglu (fratello di Kenan) con Puccetti Kawasaki mentre Maranga Racing si affida a Kawasaki con Perez e Sanchez.

TV: HABEMUS EMITTENTE, FINALMENTE!

Giornata importante questa anche sul fronte TV. Appurato che sarà Sky a trasmettere il Mondiale Superbike 2019, grazie ad una clausola inserita da Dorna in sede di rinnovo diritti MotoGP, oggi è stato definito il canale che trasmetterà tutte quante le gare del campionato. Come per MotoGP e F1 sarà TV8 il canale della piattaforma che trasmetterà in chiaro le gare. Questo quanto dichiarato da Remo Tebaldi, Senior Director di Sky Terrestrial Channels: “Avremo una offerta sportiva dedicata ai motori più ricca del solito, oltre alle gare di MotoGP e Formula 1, in diretta o differita, avremo tutte le gare della Superbike live su TV8”.

Marco Pezzoni - @marcopezz2387

 

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies