F1 | Gp Giappone, libere 3: è sempre Hamilton davanti a tutti, ma la Ferrari è più vicina

F.1 Live

In una sessione caratterizzata dalla pioggia e dal vento, soprattutto nella fase centrale, a svettare davanti a tutti è stato nuovamente Lewis Hamilton. Il pilota inglese, a lungo in ultima posizione a causa di un errore nel suo primo tentativo, ha preceduto le due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, apparse più a loro agio rispetto alle libere del venerdì. Sessione interrotta in anticipo per un incidente tra la curva 4 e la curva 5 della Renault di Nico Hulkenberg che, ora, rischia di non riuscire a prendere parte alle qualifiche.

Se sia stata la Mercedes a non svelare le sue carte oppure la Ferrari ad avvicinarsi, lo sapremo solamente al termine delle qualifiche. Ad analizzare i tempi si potrebbe propendere più per la prima che per la seconda ipotesi, dato che una leggera ma insidiosa pioggia, unita ad un forte vento, ha sicuramente condizionato l'ultima sessione di prove libere.

Sessione che, al di là di tutto, ha mostrato un Lewis Hamilton sempre padrone della situazione, ma meno dominante nella giornata di ieri. Il pilota inglese, infatti, dopo un primo tentativo andato a vuoto (causa un lungo nell'ultimo settore), nel finale è riuscito a portarsi davanti a tutti ma solamente con 116 millesimi di vantaggio sul suo diretto competitor per la lotta iridata, Sebastian Vettel. Un distacco minimo, se paragonato a quello del venerdì, ma non tale da dissipare totalmente i dubbi sui reali valori in campo, anche tenendo in considerazione le prestazioni dei rispettivi compagni di squadra: Raikkonen paga mezzo secondo dalla vetta, mentre Bottas è addirittura preceduto dalla Red Bull di Max Verstappen con un divario di 8 decimi dalla vetta.

Seguono l'altra Red Bull di Daniel Ricciardo, davanti alle due Racing Point Force India di Esteban Ocon e Sergio Perez, oramai stabilmente dietro i tre top team, e a Carlos Sainz e Kevin Magnussen. Seguono Romain Grosjean (11°), Charles Leclerc (12°), Brendon Hartley (13°), Lance Stroll (14°), Nico Hulkenberg (15°), Marcus Ericsson (16°), Fernando Alonso (17°), Sergey Sirotkin (18°), Stoffel Vandoorne (19°) e Pierre Gasly (20°), con quest'ultimo che per tutta la sessione ha lamentato problemi con la sua Toro Rosso. Sessione che si è chiusa in anticipo a causa di un incidente che ha visto coinvolta la Renault di Nico Hulkenberg, finita contro le barriere allo "snake" di curva 4 e 5: retrotreno distrutto per la vettura di Enstone e corsa contro il tempo per permettere al tedesco di prendere parte alle qualifiche.

Appuntamento, quindi,  alle 08.00 per lo start della sessione che determinerà la griglia di partenza, con collegamento su RadioLiveGP a partire dalle ore 07.50. 

Vincenzo Buonpane

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies