F1 | Gp Spagna, Hamilton in pole, ma Vettel è secondo col brivido

F.1 Live

Qualifica al cardiopalma a Barcellona: Hamilton conquista una pole position scaccia guai davanti a un grandissimo Sebastian Vettel, staccato di soli 51 millesimi dal campione inglese. I due finlandesi sono in seconda fila con Bottas che riesce a stare davanti a Kimi Raikkonen. Terza fila tutta Red Bull con Verstappen vicinissimo alla Ferrari e Ricciardo sesto. Applausi a scena aperta per Alonso che con il suo talento porta la McLaren Honda in settima posizione. 

Per come era iniziata la qualifica, la seconda posizione di Sebastian Vettel, che scatterà al fianco di Lewis Hamilton, ha comunque un ottimo sapore. Per come è finita invece, c'è quasi la tentazione di parlare di bicchiere mezzo vuoto. All'inizio del Q1 il tedesco stava per parcheggiare la sua macchina a bordo pista, come suggerito via radio dal suo ingegnere. I meccanici avevano lavorato come forsennati per sostituire tutta la sua power unit dopo la FP3 (la 3^ stagionale); sforzo che per lunghi attimi è sembrato vano. Invece Sebastian resta fuori, segna un tempo e torna ai box per le verifiche. E' tutto a posto, e alla fine della sessione è a mezzo decimo da Hamilton, con un giro pazzesco e una grinta da leone. Partirà però stretto nel sandwich delle due Mercedes sul lato sporco della pista (così come Kimi Raikkonen). 

La Mercedes, che ha a sua volta avuto problemi in mattinata alla power unit di Bottas, è davanti ma senza quell'inavvicinabile vantaggio in qualifica che ormai non c'è più. Ora al sabato c'è lotta vera per stare davanti, e anche la Rad Bull, ancora in ritardo, si è avvicinata: Verstappen partirà quinto davanti a Ricciardo, e proverà a disturbare -c'è da giurarci- chi gli sta davanti su questa pista per lui dal sapore speciale. Occhio anche a Bottas, che ha mostrato già in Russia un ottimo scatto alla partenza e ha il vantaggio del lato pulito. La Ferrari infatti si è mostrata più veloce nei settori 1 e 2, ma paga a sorpresa nel terzo, quello più tortuoso e guidato, in cui -in teoria- ce la aspettavamo superiore. Nonostante la pole, comunque, la Mercedes non può certo stare tranquilla; pure con i massicci sviluppi portati in pista a Barcellona resta davanti alle Rosse per un nulla, e in gara la lotta sarà apertissima. 

Eroe di giornata è però Fernando Alonso, che con una McLaren che giudicare non all'altezza è un complimento: regala perle di talento purissimo approdando dapprima in Q3 (per la gioia della squadra) poi arrivando addirittura in 7^ posizione con un unico tentativo cronometrato. Va poi a raccogliere giustamente il saluto del pubblico sotto la tribuna al termine della sessione, e il dispiacere più grande, oltre a non vederlo lottare per posizioni nobili, è sapere che salterà il Gran Pemio di Montecarlo, l'unico dove è ancora il pilota a fare la differenza rispetto al mezzo, soprattutto in qualifica. 

Confermano il buon momento della Force India Perez e Ocon, ormai stabili in Q3, e Felipe Massa che con la Williams si infila al nono posto fra loro due. 

La strategia non è certo un segreto: domani tutti su due soste -per lo meno i primi- alternando le soft con l'unico treno di gomme medie rimasto a disposizione, visto il degrado e il cospicuo gap di due secondi al giro visto tra le due mescole. 

Stefano De NIcolo' @stefanodenicolo

quali spain

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies