F1 | GP Gran Bretagna, libere 3: Mercedes imprendibili, spavento per Ericsson

F.1 Live

La terza sessione di prove libere del GP Gran Bretagna ha visto ancora una volta la supremazia incontrastata da parte delle Mercedes. Lewis Hamilton ha nuovamente concluso in vetta alla classifica dei tempi, in un inizio di weekend che per il tre volte campione del mondo è stato fino a questo momento da incorniciare. 1:30.904 il crono del pilota inglese, il quale ha preceduto di soli 63 millesimi il compagno di scuderia Nico Rosberg. Quest'ultimo ha così potuto recuperare il problema accusato alla Power Unit nella giornata di ieri, in seguito al quale era stato costretto a saltare interamente la seconda sessione. 

Alla fine è arrivato anche un bel botta e risposta tra i due, con Lewis e Nico impegnati a strapparsi vicendevolmente la "pole" virtuale nei minuti conclusivi della sessione, a dimostrazione anche del grande equilibrio che regna sovrano tra i piloti Mercedes, in un fine settimana dove gli echi di quanto accaduto nel precedente appuntamento di Spielberg non si sono di certo spenti. Lontani tutti gli altri: le Red Bull si sono nuovamente confermate quale seconda forza qui a Silverstone, con Ricciardo che ha preceduto Verstappen pur accusando un distacco di oltre mezzo secondo della vetta, mentre la mattinata non è stata di certo semplice in casa Ferrari: Vettel ha chiuso quinto e ben distante dal duo di Milton Keynes, lamentando (cosa ancora più preoccupante) un problema al cambio proprio negli istanti conclusivi. Emblematico il suo team radio ("I think we failed the gearbox once again"), con tanto di gesto di disappunto rivolto al muretto mentre transitava davanti ai box. Dopo le verifiche di rito, è emersa la necessità di procedere con la sostituzione, il che obbligherà il tedesco a scontare per la seconda volta consecutiva cinque posizioni di penalità in griglia domani. Sessione in salita anche per Kimi Raikkonen, il quale nonostante il rinnovo contrattuale non è riuscito ad andare oltre il nono tempo, alle spalle anche di Bottas, Alonso e Hulkenberg.

La sessione è stata caratterizzata da un violento incidente occorso a Marcus Ericsson, quando mancava circa un quarto d'ora alla bandiera a scacchi: in uscita dalla Stowe, lo svedese ha pizzicato il tappetino (ancora bagnato dalla pioggia) posto all'esterno del cordolo, finendo per intraversarsi e picchiare frontalmente contro le barriere interne. Nel forte impatto si è persino sganciato il volante dalla monoposto, probabilmente a seguito di un urto delle ginocchia del pilota contro lo stesso. La sessione è stata quindi interrotta per diversi minuti, necessari al fine di recuperare la vettura e ripristinare le barriere. Ericsson è uscito con le proprie gambe dall'abitacolo, venendo poi accompagnato per ulteriori controlli di routine in ospedale. Difficile vederlo comunque in pista per le qualifiche.

La sfida per la pole scatterà alle ore 14: l'incognita meteo potrebbe rappresentare un motivo di incertezza in più per una sessione tutta seguire, in diretta web sul nostro sito e dalle 14:40 con il commento audio su Radio LiveGP.

Da Silverstone - Marco Privitera

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies