Nell'ambito della nostra rubrica 'Circuiti da leggenda', oggi ci spostiamo in Spagna, a Valencia, su un tracciato meno spettacolare rispetto a quelli descritti fino ad oggi ma dove il Motomondiale tira le somme di una lunga stagione. Talvolta i big arrivano sul circuito Ricardo Tormo con l'obiettivo di portare a casa il titolo, con la consapevolezza di dover dare il massimo nella bagarre finale e la voglia di chiudere al meglio la stagione, mentre per altri vi è il desiderio di ricominciare da zero, visto che dopo il Gran Premio di chiusura arrivano i primi test della nuova stagione. Un tracciato a metà tra l'entusiasmo e la malinconia, costruito a pochi chilometri da Valencia e baciato dal sole spagnolo.

Quello del Sachsenring è un tracciato antico, con una lunga storia alle spalle e molti cambiamenti che ne hanno irrimediabilmente cambiato il layout rendendolo più sicuro ma anche meno affascinante rispetto al passato, quando correre sul circuito tedesco non era adatto ai deboli di cuore. Come tutto in Germania, esso è legato strettamente alla guerra e alle divisioni, ma da quando è stato inserito nel calendario della MotoGP è diventato un appuntamento immancabile per piloti e appassionati, che nella suggestiva cornice boschiva possono assistere a gare ricche di adrenalina e sorpassi al cardiopalmo.

Il Cavatappi non ti avverte. Arriva e basta, nascosto dal rettilineo che lo precede, e quando lo stai percorrendo non c'è molto che tu possa fare: solo spalancare il gas e scendere. Il punto più suggestivo del tracciato californiano di Laguna Seca è quasi come la discesa delle montagne russe, inevitabile e bellissima. Interminabile nel momento in cui la attendi, ma veloce, quasi come un battito di ciglia, e te la sei lasciata alle spalle.

Sospesi tra terra e mare. Potrebbe essere questa la descrizione perfetta dei centauri quando affrontano il tracciato australiano di Phillip Island. Un circuito costruito su un'isola collegata alla terraferma solo grazie ad un ponte, così misteriosa e particolare da risultare affascinante anche quando i motori sono spenti e sul tracciato volano soltanto i gabbiani, protagonisti involontari della magia che si respira.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies