Moto2 | Manzi pronto a perdonare Fenati: "Vorrei metterci una pietra sopra e andare avanti"

Altre Moto

Sono arrivate oggi, ai microfoni di Mediaset, le prime parole di Stefano Manzi, dopo il weekend che lo ha visto protagonista con Romano Fenati. Il pilota riminese ha parlato del rapporto con il collega, dicendosi pronto a perdonarlo. Nel frattempo la famiglia di Romano ha annunciato azioni legali nei confronti di tutti coloro che in questi giorni si sono resi protagonisti di insulti e minacce nei confronti del giovane pilota ascolano.

 

"No non ho fatto causa e non mi sono neanche mobilitato per questa cosa. Infatti da domenica non ho più rilasciato interviste e questa è la prima. Vorrei metterci una pietra sopra e andare avanti. Non voleva farlo con cattiveria, però è stato visto come un brutto gesto. Non ho avuto paura, è stato solo una sbacchettata, magari se si complicavano le cose potevo prendere paura però non è stato tutto questo jolly.

Queste le parole del diciannovenne di Sant'Arcangelo di Romagna che spegne quindi le polemiche che in questi giorni si erano alzate, facendo passare Romano Fenatiper "criminale". 

Se da una parte il CODACONS ha inviato un esposto alla Procura di Rimini perchè apra un'inchiesta per tentato omicidio, che probabilmente finirà in un nulla di fatto dopo le parole di Stefano Manzi, la madre di Fenati nel frattempo ha comunicato che è stata formata un squadra di volontari atta a raccogliere tutto ciò che di violento e minaccioso è stato scritto su Romano e la sua famiglia. Da li poi partirà la denuncia alle autorità competenti, chiedendo un risarcimento per danni morali e di immagine. Tutto quello che verrà raccolto sarà devoluto in beneficenza alle vittime di cyberbullismo.

Mathias Cantarini

 

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies