Road Races | Skerries 100: fatale incidente per William Dunlop, la maledizione continua

Altre Moto

Motociclismo in lutto per la scomparsa di William Dunlop, morto dopo una caduta alla Skerries 100, una delle classiche road race nord irlandesi dove aveva già trionfato quindici volte. William, fratello maggiore di Michael Dunlop, lascia la moglie Janine, incinta del secondo figlio. A comunicare la morte di William Dunlop è stato come sempre accade nelle road race l'organizzatore dell'evento: alle 20:20 italiane il Loughshinny Motorcycle Supporters Club ha comunicato che a causa dell'incidente avvenuto oggi il più grande dei fratelli Dunlop ha perso la vita. La famiglia Dunlop è la più famosa e vincente della storia delle road race, cominciata con lo zio Joey (26 vittorie al TT) e papà Robert (5 successi al TT), entrambi deceduti in gara.

Una vita di corsa. William, fratello maggiore di Michael (18 vittorie al TT, tre solo nell'ultima edizione, ndr) è cresciuto come tutta la famiglia Dunlop con le moto e le road race nel sangue: nato il 23 luglio 1985, avrebbe compiuto 33 anni tra pochi giorni; nella sua lunga carriera, iniziata nel 2000, William ha vinto 108 Irish National Road Race, tra cui 15 proprio alla Skerries 100, ma i successi più importanti li ha ottenuti alla North West 200 dove ha trionfato per quattro volte e all'UlsterGP, dove ha vinto per ben sette volte. Pur non riuscendo mai a vincere al TT, ha ottenuto un secondo posto nel TT Zero 2016 ed altri quattro piazzamenti a podio in nove edizioni.

La rinuncia al TT 2018. William quest'anno aveva lasciato l'Isola di Man dopo le prime prove libere; solo qualche settimana fa aveva fatto chiarezza sul perchè di questa decisione: "Sono state settimane difficili per me e Janine, aspettiamo il secondo figlio ma sfortunatamente abbiamo ricevuto una terribile notizia durante l’ecografia della ventesima settimana e ci siamo rivolti ad uno specialista. Quando io ero all’Isola di Man, Janine ha dovuto fare tutto da sola, fare visite in ospedale ed ecografie mentre io ero via. Non avevo la testa per correre e i miei pensieri erano costantemente rivolti a quello che stava succedendo a casa. La mia famiglia verrà sempre al primo posto, quindi ho preso la decisione di tornare in Irlanda del Nord. Questo weekend abbiamo ricevuto notizie positive e tutto sembra tornato alla normalità, dopo mesi di incertezze finalmente possiamo goderci l’attesa per il nostro secondo figlio. Ci sono ancora ecografie da fare e varie consulenze, ma le cose sembrano ora volgere al meglio. Ho qualche settimana per riprendermi dall’infortunio della North West 200 e pensare al mio futuro, poi mi incontrerò con i miei sponsor e prenderemo una decisione." Parole che suonano terribilmente beffarde, dopo la tragedia di oggi.

Il comunicato del Loughshinny Motorcycle Supporters Club, organizzatore della Skerries 100: "Con profondo dispiacere informiamo che William Dunlop è deceduto in seguito alle ferite riportate in un tragico incidente occorso durante le prove che si sono svolte oggi, 7 luglio 2018. Il Loughshinny Motorcycle Supporters Club estende la sua sincera solidarietà alla famiglia e agli amici di William Dunlop, i nostri pensieri e le nostre preghiere sono con loro in questo momento molto triste. E' chiaro che William ha preso parte a una sessione di prove libere con la sua Yamaha R1 sponsorizzata dal Temple Golf Club quando è caduto nella sezione del circuito del Sam's Tunnel al terzo giro, intorno alle 17:00 BST. Le bandiere rosse sono state immediatamente esposte per fermare la sessione e i medici sono accorsi sul luogo dell'incidente."

Il mondo delle road race perde uno dei piloti più conosciuti e amati: ci uniamo al dolore di Janine, della famiglia Dunlop e di tutti gli amici di William.

Mathias Cantarini

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies