Moto2-Moto3 | A Jerez ultimo test con vista sul Qatar

Altre Moto

Ultimo test pre-stagionale sul tracciato di Jerez de la Frontera per le classi Moto2 e Moto3, prima della partenza per l'esordio stagionale in Qatar, sulla pista di Losail. Aron Canet davanti a Bastianini e Bezzecchi in Moto3, Bagnaia il migliore della Moto2 davanti a Lecuona e Fenati. Grande assente nel day 1 lo spagnolo Joan Mir, rookie della Moto2 (come Fenati) e team mate di Alex Marquez sulla Kalex-Honda del team Marc VDS.

Prima delle tre giornate di test sul tracciato andaluso per i giovani delle classi Moto2 e Moto3, che si preparano così all'inizio del Mondiale 2018 ormai sempre più vicino. Un campionato che per molti sarà l'occasione del riscatto o della consacrazione, senza dimenticare chi è alle prese con una nuova categoria e che già nei precedenti test invernali ha dimostrato di essere partito con le giuste motivazioni.

Moto3. La giornata sulla pista andalusa è stata rovinata dalla pioggia che ha impedito di girare per gran parte dei turni in programma, ma non sono mancati tempi interessanti come quello di Aron Canet in Moto3, che ha chiuso la giornata con 1'46"642 precedendo Enea Bastianini (Leopard Honda), Marco Bezzecchi (PruestGP KTM) e uno dei rookie della Moto3: si tratta di Alonso Lopez, team mate di Aron Canet, del quale di sicuro sentiremo parlare in questa stagione. Per trovare altri italiani dobbiamo scendere fino alla nona posizione, dato che Lorenzo Dalla Porta, Andrea Migno e Nicolò Bulega hanno girato con tempi quasi fotocopia, mentre Fabio DiGiannantonio, che nel 2017 ha dimostrato una grande crescita, ha firmato il 14° tempo: un risultato che non può lasciarlo soddisfatto, anche se i test sono sempre difficili da giudicare ed i veri valori in campo si vedranno solamente dopo il grande debutto in Qatar tra poco meno di due settimane.

Quello che esce dalla prima giornata per la Moto3 è la presenza in pista di giovani di talento, che sicuramente daranno vita alle consuete bagarre che anche in passato ci hanno fatto divertire con sorpassi e staccate al limite. 

Moto2. In Moto2 la differenza l'ha fatta Pecco Bagnaia. Il pilota dello Sky Racing Team VR46 e neo acquisto per il 2019 di Pramac Ducati ha stampato un 1'42"443 che gli è valso la prima posizione davanti allo spagnolo Iker Lecuona ed a Romano Fenati, rookie del team Marinelli in ritardo di soli 3 decimi rispetto al suo connazionale. Subito dietro Alex Marquez (Marc VDS) e Lorenzo Baldassarri (Pons HP40) entrambi chiamati ad un 2018 importante dopo un 2017 abbastanza altalenante. Nella top 10 figurano anche Xavi Vierge, Luca Marini (7°) e Miguel Oliveira con la KTM che continua a far parlare di sè in tutte le categorie. Stranamente poco incisivo Mattia Pasini (Italtrans), anche se la pioggia ha alterato i risultati di tutti i piloti in pista che oggi torneranno in pista per il day 2 di questa ultima sessione di test invernali.

Assente da questa ultima sessione di test il campione Moto3 in carica e rookie della Moto2 (al pari di Fenati) Joan Mir per un infortunio riportato in allenamento. Lo spagnolo si è infatti procurato la distensione dei legamenti del braccio destro cadendo con la moto da cross mentre si stava allenando. Perdendo l'ultima sessione, Mir dovrà trovare il set up ideale girando tanto nei turni di libere in Qatar alla prima della stagione: una condizione non ideale per un rookie che sale su una moto più potente rispetto alla Moto3.

Alice Lettieri

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies