L'INTERVISTA | La parola ai riders dello Sky Racing Team: le new entry Dennis Foggia e Luca Marini

Altre Moto

A margine della conferenza stampa di presentazione ufficiale dello Sky Racing Team VR46 svoltasi negli studi Sky di Milano Rogoredo, nello spazio appositamente allestito per le interviste abbiamo incontrato i quattro alfieri del team per la stagione 2018 del Motomondiale, pronti per la partenza verso Jerez dove settimana prossima effettueranno i primi test. Tra di essi le due gustose novità costituite dalla presenza di Dennis Foggia e Luca Marini.

 

Il primo pilota a sottoporsi alle nostre domande è stato Dennis Foggia, campione in carica del CEV Moto3 e new entry dello Sky Racing Team per il Mondiale Moto3.

D: Dennis, che sensazioni provi ad entrare nello Sky Racing Team da campione in carica del CEV Moto3?

DF: E’ una bella sensazione. Quella pratica ormai è archiviata, è un bel riconoscimento per la mia carriera, un ricordo che porterò sempre nel mio cuore. Sono contento di fare parte di questa famiglia e di prendere parte ad un campionato che sognavo sin da bambino. Vorrei affrontarlo con la maggior tranquillità possibile e dare sempre il 110%.

D: Che rapporto hai con Nicolò Bulega?

DF: Un rapporto da amico, poi quando siamo in pista è normale che ci sia rivalità. C’è rispetto tra noi in confronto ai nostri avversari, non c’è bisogno di essere troppo rivali perché corriamo nello stesso team. In definitiva c’è un occhio di riguardo, poi non lo so come la pensa lui però io sono contento di essere suo compagno di squadra, da lui potrò soltanto apprendere perché è un gran pilota, ha già fatto podi nel Mondiale e sono molto contento.

D: Fra tutte le piste che vedrai quest’anno, quale ti ispira di più?

DF: Qatar, Texas e Phillip Island!

D: Cosa ti aspetti da questa stagione?

DF: Non mi aspetto grandi cose, vorrei fare delle top 10. Tante persone mi hanno chiesto del Rookie of The Year... non so ancora come potrà andare ma sono molto fiducioso, cercherò di mettere in pratica tutto quello che ho imparato.

D: Con la moto come ti trovi?

DF: Con la moto mi trovo abbastanza bene, abbiamo fatto i primi test alla fine dell’anno scorso e ne faremo altri tra 4 giorni e vedremo come andrà. Sicuramente ci saranno nuovi aggiornamenti di fare e senza dubbio mi troverò bene.

 

Da una new entry ad un’altra: dopo Dennis Foggia è il turno di Luca Marini che ha risposto alle nostre domande sul team, sul futuro suo e su quello di suo fratello Valentino…

D: Luca, finalmente ti vediamo in veste di ufficiale Sky Racing Team…

LM: Sono molto contento di essere qui, una bellissima presentazione, veramente emozionante, tantissima gente, bei colori...mi piacciono tantissimo le moto, anche la tuta e il casco e non vedo l’ora di iniziare!

D: Dopo l’unveiling ad X Factor finalmente la presentazione ufficiale negli studi di Sky!

LM: Sky è partner ufficiale del team VR46 quindi è anche molto bello per noi piloti essere qui, perché non penso sia accessibile a molti: sono molto fiero di essere in questo team e penso che possiamo fare un buon lavoro quest’anno. Le persone che lavoreranno con me quest’anno sono incredibili, stiamo lavorando molto bene anche a casa su tutti i dettagli, quindi siamo carichi.

D: Sei “tornato a casa” in un certo senso, perché è il team di tuo fratello e…la MotoGP chiama in fretta!

LM: Anche se non mi sbrigassi però dovessi arrivarci in MotoGP sarei contento lo stesso. Ci sono già altri fratelli…Alex Marquez quest’anno dovrà vincere il campionato e poi sicuramente sarà pronto per la MotoGP, ma io devo pensare a me ed al mio processo di crescita perché penso che bisogna arrivarci quando si è pronti, nel team giusto dove puoi imparare tanto, dove hai delle persone con cui trovarti bene e che ti possano insegnare molto: lì si fa sul serio ancora di più della Moto2 che è già un livello altissimo e quindi non bisogna avere fretta.

D: Che campionato sarà quest’anno con l’arrivo di Mir e di Fenati?

LM: Secondo me sarà molto simile all’anno scorso, anzi forse sarà ancora più difficile la lotta là davanti. Nel 2017 vedevo Franco (Morbidelli, ndr) un gradino sopra a tutti, mentre quest’anno vedo un gruppetto di 6-7 piloti buoni in lotta per la vittoria: tra questi mi ci metto anch'io perché sono sicuro che se tutto andrà bene e già nelle prime gare prenderemo un’ottima strada come spero e sono convinto che lo possiamo fare. Sarà una bella stagione, interessante. Parlando dei Rookie, non c’è bisogno che lo dica io che Mir è uno dei piloti più forti del Motomondiale perché ha già dimostrato di poter vincere un titolo dominando e me lo aspetto competitivo già dalle prime gare. 

D: Tuo fratello ti ha già dato qualche consiglio o tu lo stai spingendo per il rinnovo?

LM: Io lo sto spingendo di brutto per il rinnovo. Però lui è intelligente e penso che saprà quello che vorrà nel momento in cui avrà deciso. Sicuramente sta valutando tutte le opzioni, la decisione spetta soltanto a lui e comunque qualsiasi cosa farà lo appoggerò sempre. Se rinnovasse e io dovessi arrivare in MotoGP, correre insieme a lui e sfidarlo sarebbe il più grande sogno della mia vita.

D: Sarebbe una bella riunione di “fratelli da corsa”...

LM: Prima di sognare così bisogna essere concentrati sul 2018, gara dopo gara: adesso ci aspettano i test e già da qui dobbiamo fare un ottimo lavoro perché bisogna impegnarsi molto da ogni singolo momento. Ogni singolo giro che si farà in pista dovrà essere ottimizzato al massimo!

Da Milano – Marco Pezzoni @marcopezz2387

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies