Moto2 | GP Austria: settimo capolavoro di Morbidelli

Altre Moto

Ancora un capolavoro di Franco Morbidelli, il quale al Red Bull Ring imprime il proprio settimo sigillo alla sua straordinaria stagione in MotoGP conquistando anche la gara in terra austriaca. Un successo decisamente importante dopo la mezza delusione di Brno, che consente al pilota del team Marc VDS di portare a 26 le lunghezze di vantaggio in classifica nei confronti di Thomas Luthi, oggi terzo al traguardo alle spalle di Alex Marquez. A completare una giornata decisamente positiva per i colori italiani anche il quarto e quinto posto conquistati da Bagnaia e Pasini, quest'ultimo scattato dalla pole position.

La cronaca. Ottimo spunto di Morbidelli al via che riesce subito a prendere il comando, mentre Luthi è abile a inserirsi subito alle sue spalle. Poco dietro, caduta multipla che coinvolge ben nove piloti, tra cui Manzi, Baldassarri, Vierge e Quartararo. Morbidelli chiude al comando il primo giro precedendo Luthi, Pasini, Marquez e Bagnaia. Nel corso del terzo passaggio Luthi tenta l'attacco a Morbidelli in curva 3, ma ad approfittarne è Marquez che per qualche centinaio di metri riesce a prendersi la testa, prima di dover cedere nuovamente il passo al compagno. I primi quattro sono racchiusi in un fazzoletto e tentano subito la fuga, mentre alle loro spalle il gruppo degli inseguitori è capitanato da Bagnaia davanti a Binder. Morbidelli riesce progressivamente a prendere qualche metro di vantaggio, anche approfittando della bagarre alle sue spalle tra Luthi e Marquez.

A 14 tornate dal termine cade in curva 4 Vinales, il quale navigava in settima posizione, imitato poco dopo anche da Stefano Manzi. Davanti prosegue la lotta aperta tra Luthi e Marquez, con Pasini che non riesce più a reggere il ritmo dei primi tre e viene acciuffato da Oliveira. Otto giri alla fine: Marquez ricuce lo strappo da Morbidelli e infila il compagno in curva 3, il quale però reagisce prontamente favorendo l'inserimento di Luthi tra sé e lo spagnolo, con Oliveira che a suon di giri record prova a riportarsi sul terzetto di testa. Bagnaia scavalca Pasini e sale in quinta piazza, mentre a cinque giri dalla fine si verifica brutto highside per Oliveira che finisce nella ghiaia e viene subito soccorso dai medici, essendo stato colpito dalla propria moto.

A tre dal termine errore di Luthi al tornantino, con lo svizzero che cede la seconda piazza a Marquez. Morbidelli può così involarsi verso il suo settimo successo stagionale, precedendo il compagno di team e Luthi, con Bagnaia e Pasini a completare la top five. L'italo-brasiliano porta così a 26 le lunghezze di vantaggio in classifica nei confronti di Luthi e 54 quelle su Marquez. L'immagine più bella del finale di gara arriva da Oliveira, il quale raggiunge sulle proprie gambe l'ambulanza che lo conduce al centro medico. Prossimo appuntamento a Silverstone tra due settimane, con la battaglia per il titolo che entra sempre più nella sua fase decisiva.

Marco Privitera

 

moto2 austria

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies