Moto3 | GP Argentina, Mir bissa il Qatar con un podio in fotocopia

Altre Moto

Joan Mir conquista la gara di Moto3 anche sul tracciato di Termas de Río Hondo. Nonostante la partenza dalla 16ª casella, lo spagnolo è riuscito a fare la differenza, prima superando i rivali e poi guidando il gruppo con autorità. Il secondo gradino del podio lo prende John McPhee che scattava dalla pole ,mentre in terza posizione ha chiuso Jorge Martin. Stesso arrivo del Gran Premio del Qatar, con gli italiani che hanno lottato ma i numerosi contatti di gara hanno complicato le cose: il migliore di oggi è stato Andrea Migno che ha chiuso la gara in Argentina con la quinta posizione.

LA CRONACA. Jorge Martin prende la prima posizione seguito da John McPhee e Fabio DiGiannantonio che dopo poche curve inizia la bagarre con l'inglese: il pilota del team Gresini non vuole far scappare Martin. Joan Mir da dietro recupera posizioni confermando il buon passo mostrato nelle prove libere; Nicolò Bulega entra in bagarre con i primi firmando il giro veloce. Nel gruppo di testa arriva anche Aron Canet e nessuno sembra averne abbastanza per distaccare i rivali: chi ne guadagna è lo spettacolo, con sorpassi ad ogni giro e staccate al limite. Romano Fenati inizia la rimonta, dopo che un contatto iniziale con Niccolò Antonelli gli aveva fatto perdere contatto contatto con i primi: tra i due chi ne esce peggio è proprio il secondo, che abbandona la gara e torna ai box sconsolato.

Dopo 5 giri il gruppo di testa è formato da 12 piloti che sul traguardo giocano con le scie, scambiandosi le posizioni. Mir si riprende la testa della corsa e costringe gli altri ad inseguirlo: nonostante il ritmo incalzante il gruppo rimane compatto ed i piloti si studiano senza ostacolarsi troppo; sono in molti a mostrare di essere maturati rispetto allo scorso anno, imparando a gestire la gara per non far scappare il primo. A 9 giri dalla fine DiGiannantonio cade dopo un contatto con Bulega e abbandona la gara; dopo pochi secondi la stessa sorte tocca ad Enea Bastianini che girava in nona posizione.

Il gruppetto di testa, composto da Mir, Martin, McPhee, Oettl e Migno guadagna metri sugli inseguitori: Mir, che stava gestendo al meglio la corsa, è protagonista di un largo che gli fa perdere posizioni e tra i 5 piloti la bagarre si accende. Lo spagnolo torna al primo posto, mentre Migno e Martin perdono contatto con gli altri dopo un tentato sorpasso dello spagnolo e per loro la corsa al podio di complica. Martin a due giri dalla conclusione si porta in seconda piazza alle spalle di Mir che continua ad avere un passo nettamente migliore ed aumenta il proprio gap sui rivali; l'ultimo giro è gestito al meglio dal leader e il podio finale è una copia di quello del Qatar con Mir davanti a McPhee e Martin. Il primo degli italiani è Migno in quinta posizione poi Fenati in 7ª, Bulega in 13ª, Arbolino in 15ª, Bezzecchi in 19ª, Pagliani in 21ª e Bastianini in 27ª.

moto3 arg

Alice Lettieri 

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies