LiveGP Award 2018 | Le nomination: Celestino Vietti

Altre Moto

Per il consueto LiveGP Award sezione moto, quest'anno, c'è posto anche per il millennial Celestino Vietti. Il piemontese entra di diritto nella ristretta cerchia dei candidati al nostro premio, per aver stupito tutti al suo debutto nel motomondiale, su tutti Valentino Rossi, con lo SKY Racing Team VR46. 

Classe 2001, un millennial per l'appunto, che ha fatto la sua gavetta partendo dal CIV, dove si è messo in mostra nella Premoto3 250 4t: su 8 gare nel 2015, a soli 14 anni, ne ha vinte ben 7. La VR46 Academy lo ha subito individuato, e dal 15 dicembre dello stesso anno Vietti è entrato a far parte della grande famiglia di Valentino Rossi. Nel 2016 il salto di categoria in Moto3 sempre nel CIV, dove ha disputato la stagione con la RMU Racing chiudendo in 12esima posizione. 

Vietti nel 2017, a soli 16 anni, debutta nel CEV Junior World Championship con i colori dello SKY Racing Team VR46. La stagione è di apprendimento e chiude in 25esimo in classifica. Il 2018 è l'anno del debutto nel motomondiale sempre con il team SKY, e lo fa sostituendo Nicolò Bulega a Motegi. In Giappone Vietti fa vedere di che pasta è fatto, finendo la sua prima gara in 14esima posizione,  conquistando 6 punto iridati.

A distanza di una settimana dal debutto mondiale, per Vietti è già tempo di affrontare una delle piste più insidiose del calendario iridato. Nella splendida e complicata cornice di Phillip Island in Australia, il piemontese di Cirié conquista il suo primo podio. Grande soddisfazione per lui, per la VR46 Academy e per Valentino Rossi che non ha lesinato i complimenti a questo giovanissimo ragazzo: "E' stato impressionante, perché Celestino viene da una stagione difficile. Si è rotto due volte la clavicola e nel CEV ha un po' deluso, escluso un secondo posto a Barcellona. E' andato molto più forte nel Mondiale che nel CEV. Già a Motegi era già andato bene, perché era caduto in qualifica ed è dovuto partire indietro. All'ultimo giro poi era 11esimo, davanti a tanti piloti forti, ed ha perso un paio di posizioni", queste le parole del Dottore che ha anche aggiunto, "però, venire qua, a Phillip Island, senza avere mai visto una delle piste più difficili del campionato e fare il podio a 17 anni non è da tutti. Tra l'altro, poteva anche vincerla, perché negli ultimi giri era quello che andava più forte. Nella volata era un pelo troppo vicino, ma ha fatto terzo". In pratica è stato il battesimo di un campione.

Celestino è stato chiamato a sostituire Bulega anche in Malesia ma, causa una caduta, non è riuscito a capitalizzare la sua terza posizione, mentre a Valencia ha chiuso in decima posizione. Il talento piemontese ha chiuso la stazione in 25esima posizione con 24 punti, davvero un bel bottino per un rookie. La prossima stagione lo Sky Racing Team VR46 lo ha promosso compagno di box di Nicolò Bulega, salendo sul palco con il Campione del Mondo della Moto2 Pecco Bagnaia, nel corso della serata finale di X-Factor e della presentazione del team per la stagione 2019.

Questa è la breve ma intesa carriera di Celestino Vietti da Cirié che con i suoi 17 anni compiuti il 13 ottobre scorso si appresta a diventare un beniamino di molti tifosi. Complimenti a lui per il talento ed alla VR46 Academy per averlo scoperto.

SCOPRI QUI LE MODALITA' DI VOTO E VINCI UN TEST-PREMIO IN PISTA!

Fabrizio Crescenzi

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies