Ancora una grande impresa per il nostro Tony Cairoli, otto volte campione del mondo di Motocross (tra MX2 e MXGP). Ad Arco di Trento il siciliano della KTM ufficiale mette in mostra tutto il suo talento e riduce il distacco in classifica generale a soli 25 punti dal leader Tim Gajser. Ora diventa battaglia a tre per il titolo mondiale della classe regina del motocross, al termine di un weekend che ha visto il pilota messinese quale assoluto protagonista. 

Le alette tornano ad essere l'argomento principale al centro delle discussioni in questo inizio di stagione di Motomondiale. Le appendici aerodinamiche, lanciate da Ducati e riprese in MotoGP da tutti i costruttori, sono infatti tornate sotto la lente d'ingrandimento della Grand Prix Commission. Ad inizio stagione si era deciso di bandire le alette in Moto2 e per qualche settimana si è discusso anche del loro utilizzo in Moto3: proprio oggi è arrivata la decisione, da intendersi con effetto immediato, di metterle fuori uso anche in questa categoria.

La gara della Moto3 a Le Mans è stata decisa sul filo di lana e ha visto vincere per la seconda volta consecutiva il leader del Mondiale Brad Binder: il sudafricano quest'anno è cresciuto molto e sembra sempre più lanciato verso la vittoria del titolo. Al secondo posto, per una manciata di millesimi, Romano Fenati: il pilota dello Sky Racing Team è stato primo per gran parte della gara ma non è riuscito a dare la zampata finale per vincere in terra francese. Terzo lo spagnolo Navarro: per lui è stata una gara tattica, ha seguito il gruppo senza stressare la gomma e si è fatto trovare pronto nel finale.

Una gara storica quella che si è disputata sul circuito di Jerez de la Frontera in Moto3: Brad Binder è partito dall'ultima casella della griglia a causa di una penalità, ma nonostante questo è riuscito a vincere la sua prima gara nella classe minore, cementando la sua leadership in campionato. Dietro di lui un ultimo giro da brividi con una bagarre serrata tra Jorge Navarro, Pecco Bagnaia e Nicolò Bulega: alla fine lo spagnolo è stato beffato sul traguardo dai due italiani, i quali hanno gestito bene gara e gomme e attaccato al momento più opportuno. Ma vediamo com'è andata in dettaglio questa gara del Mondiale Moto3:

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies