F1 | La Rai perde la Formula 1, dirette solo su Sky e TV8

Paddock

Si sono definitivamente chiuse le trattative tra Rai e Fom per l'acquisto di una parte dei diritti tv della Formula 1 per la stagione 2018; respinta l'offerta dell'emittente pubblica per trasmettere una parte dei GP, le gare saranno visibili solo su Sky e in differita sul canale TV8

E' certamente uno smacco per il servizio pubblico, nonché per gli appassionati di sport. La Rai ha perso (ormai manca solo l'annuncio ufficiale) la possibilità di trasmettere almeno una parte dei GP in chiaro per la prossima stagione, a danno di tutti gli appassionati, che ormai da moltissimi anni avevano nella tv pubblica l'opportunità principale di seguire le dirette dei Gran Premi. L'offerta di viale Mazzini pare non abbia solleticato l'interesse di Liberty Media, che avrebbe scelto di non prenderla in considerazione. E così solamente Sky deterrà i diritti per trasmettere l'intera stagione, mentre Rai 1 potrà trasmettere solamente -in linea con i contratti nazionali- il Gran Premio di Monza. Per tutte le altre gare la visione in chiaro sarà possibile su TV8, dove verranno trasmesse le differite e sembra almeno 4 gare in diretta seguendo il modello già messo in campo per la MotoGP e che ha fatto registrare ottimi risultati. 

Dopo i mondiali di calcio a cui la nazionale italiana non si è qualificata (e andati invece a Mediaset), la Rai perde così un altro pezzo importante della sua offerta sportiva, un pilastro della programmazione che da sempre, anche al netto di una flessione rispetto ai gloriosi anni 2000, ha sempre fatto registrare ottimi ascolti. In questo 2018 dunque, senza i Gran Premi, i Mondiali, la Formula E (andata anch'essa su Mediaset) e le Olimpiadi invernali alle porte (trasmesse però a tarda notte per il fuso orario) l'offerta sportiva del servizio pubblico ne esce inesorabilmente indebolita. 

L'intera operazione riguardo la gestione dei diritti tv rivela però un approccio profondamente diverso dei nuovi proprietari di Liberty Media rispetto al passato: provenienti infatti da un mercato come quello americano dove le maggiori emittenti sono tutti canali privati, nasce da qui la preferenza di scegliere un solo player privato per trasmettere la Formula 1; mentre molto diversa è stata per anni la posizione di Ecclestone. Il vecchio Bernie, pur con i suoi numerosi difetti, era ben conscio del fatto che la Formula 1, essendo un prodotto sostanzialmente europeo ha proprio nel vecchio continente la sua base di fan e tifosi, e sapeva bene che proprio in Europa il ruolo del servizio pubblico nazionale è ancora centrale in ogni paese. E proprio questo, oltre ad una grassa cupidigia, era il motivo che riusciva sempre a far quadrare le cose e faceva trovare un accordo. 

Ora invece, alla Rai orfana di mondiali e Formula 1 non restano che fiction scadenti e proteste dei giornalisti di RaiSport, anche se -sembra- che le voci storiche di Mazzoni e Capelli potrebbero in qualche modo trovare spazio nella nuova struttura dedicata di TV8. Gli appassionati però possono stare tranquilli, perchè solo su Radio LiveGP sarà possibile seguire tutti le gare in diretta e gratuitamente sulla nostra web radio. A commentare, le nostre voci storiche, quelle di Vincenzo Buonpane, Piero Ladisa e Francesco Magadino; ma sarete voi che interagendo sui social potrete essere parte integrante della trasmissione. 

Una stagione che solo noi vi forniremo in esclusiva!

 

Stefano De Nicolo' 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies