On The Road | Ecco Tesla Roadster: bolide da 402 km/h presentato da Musk

Novità auto e moto

Elon Musk alza l’asticella e presenta la Testa Roadster. Un modello concentrato di tecnologia a trazione interamente elettrica, capace di raggiungere 402km orari con uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 1.9 secondi. Una vettura che cambierà per sempre il concetto di vettura elettrica. Il costruttore a stelle e strisce, dopo Model S ed X, punta dunque sulla sportività per continuare la sua ascesa nell’Olimpo delle auto. La Testa Roadster ha numeri in grado di intimorire mostri sacri del calibro di LaFerrari, Bugatti Veyron, Porsche 918 Hybrid ed anche McLaren P1. La trazione elettrica permette prestazioni formidabili per una vettura che ha il chiaro intento di diventare un oggetto del desiderio per superstar oltre che simbolo di progresso. 

La produzione della Roadster è, per Tesla, un ulteriore banco di prova per dimostrare le sue capacità industriali messe in dubbio per i ritardi accumulati nelle consegne della Model 3. L’azienda guidata dal visionario Elon Musk, oltre ad accumulare ordinativi, deve però essere anche in grado di rispettare gli impegni presi per salvaguardare la sua reputazione futura.  A presentare la Roadster è stato lo stesso CEO di Tesla, decantandone le doti che le permettono di raggiungere bere i 160 km/h in soli 4.2 secondi. La trazione Elettra è integrale per scaricare a terra i suoi 10.000 Nm di coppia con batterie da 200 kWh.

 La super sportiva di Tesla non è solo prestazioni ma anche design. Sarà infatti possibile sfrecciare con i capelli al vento nella Roadster essendo a cielo aperto con montanti fissi. Si tratta di una 2+, vista la presenza di due piccoli sedili posteriori. Il tetto ha un comodo alloggio molto utile. La carrozzeria mostra i muscoli ma senza esasperare le linee. Mancano le prese d’aria sul paraurti anteriore, ma presenta un accattivante spoiler posteriore.

Musk ha giocato d’anticipo visto che, per vedere su strada la Tesla Roadster, bisognerà attendere fino al 2020. L’azienda accetta già prenotazioni dietro pagamento di una caparra di 50.000 dollari, esattamente un quarto del suo prezzo. Una scelta strategica davvero astuta. Non si conosce il numero di vetture che verranno prodotte, ma di sicuro diventerà presto desiderabile da molti facoltosi appassionati di quattro ruote. 

Fabrizio Crescenzi 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies