Guida Autonoma: la Google Car sa riconoscere i mezzi di soccorso

Novità auto e moto

Google sta continuando la sua sperimentazione sulla Guida Autonoma al punto di essere riuscita a far "comprendere" alla sua Waymo, la vettura senza conducente del colosso californiano, la presenza di mezzi di soccorso e da dove provengono. Un altro passo in avanti compiuto dal team che per conto della grande G sta cercando di anticipare il futuro e lo fa a suon di tes,t anche grazie all'ausilio prezioso dei vigili del fuoco in Arizona.

La Waymo, dunque, è anche in grado di localizzare il sopraggiungere di mezzi di soccorso e di lasciare loro strada. Tra le difficoltà di questa funzione c'è la diversità di suoni tra le sirene dei diversi corpi di forze dell'ordine, ma anche tra i tanti paesi. L'utilizzo di appositi sensori ed un cospicuo date base hanno permesso il raggiungimento di quest'altro importante traguardo.
Nonostante le numerose variabili, le vetture utilizzate da Google (dei van Chrysler per l'occasione) sembrano essersi comportati bene. In particolare, sono riusciti a fermarsi e lasciare strada anche a mezzi con sirene i cui suoni erano nuovi per le vetture. Sono riuscite a fermarsi con semaforo verde ma in presenza di mezzi di soccorso, riuscendo a gestire i diversi colori dei lampeggianti con i tanti riflessi.

Queste notizie stanno progressivamente convincendo i detrattori delle vetture a Guida Autonoma. La sperimentazione viaggia veloce grazie a sensori e software sempre più sofisticati. La sicurezza non è mai troppa e l'obiettivo delle zero vittime è nel mirino dell'innovazione.

Fabrizio Crescenzi

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies