F1 | Niki Lauda nuovamente ricoverato in terapia intensiva

F1 News Team

Si fanno nuovamente preoccupanti le condizioni di salute di Niki Lauda. Il presidente non esecutivo della Mercedes, dimesso nel mese di ottobre dal General Hospital di Vienna dopo aver subito un trapianto di polmoni, è stato nuovamente ricoverato nella struttura austriaca a causa di un'influenza che, visto l'indebolimento del suo sistema immunitario desta davvero preoccupazione tra i medici

Ed era proprio questo, infatti, il rischio maggiore che il tre volte Campione del Mondo avrebbe potuto correre nel periodo di degenza nella sua casa di Ibiza, dove Lauda, stretto dall'affetto dei suoi familiari, si era stabilito dopo essere stato dimesso nel mese di ottobre dalla struttura ospedaliera austriaca, in cui nel corso dell'estate era stato sottoposto ad un delicato intervento di trapianto di polmoni.

Il rigoroso protocollo medico assegnatogli dai medici prevedeva l'utilizzo di una mascherina protettiva proprio per evitare che Lauda contraesse qualche infezione, date le condizioni non ottimali del suo sistema immunitario debilitato dopo la lunga degenza, e proprio per questo motivo gli era stato anche sconsigliato di riprendere le sue normali attività. Non era dello stesso avviso, però, Niki che già pregustava il ritorno nel box Mercedes per l'esordio di Melbourne: "A fine gennaio butterò via il deambulatore. I polmoni funzionano perfettamente, non prendo più le pillole e ogni giorno faccio notevoli progressi con i miei due fisioterapisti", chiosava negli ultimi giorni dell'anno con la solita carica che lo contraddistingue.

Ma una forma di influenza contratta all'interno della sua famiglia, ha costretto l'ex pilota austriaco ad un nuovo ricovero nella stessa struttura che lo aveva già ospitato, come confermato dal portavoce dell'AKH, Karin Fehringer: "Nella sua famiglia si è verificato un caso di influenza, e adesso è in un reparto di terapia intensiva con noi".  In attesa di bollettini medici ufficiali, ai tanti fans di Lauda e della Formula 1 non resta che pregare e tifare per lui impegnato in quest'altro lungo e impegnativo Gran Premio... Probabilmente quello più importante.

Vincenzo Buonpane

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies