Da diverse settimane circolano voci su un possibile approdo di un team cinese in Formula 1 che ingloberebbe parecchi dipendenti della Manor, fallita prima dell'inizio della stagione 2017, con sede logistica in Inghilterra, nell'Oxfordshire. Conferme sono arrivate sia da parte di Jean Todt che da parte di Chris Horner, ma è difficile che la nuova presunta scuderia partecipi al Mondiale del prossimo anno.

Stando a quanto riportato oggi da Autosport, in casa Sauber si è liberato il posto di Team Principal. Monisha Kaltenborn, infatti, avrebbe abbandonato il suo ruolo di guida della scuderia svizzera dopo ben sette anni di servizio. In realtà, la nota manager è all'interno del team dall'ormai lontano 2000, ma è al timone del muretto box dal gennaio 2010. La notizia non è ancora ufficiale, ma a quanto pare verrà resa nota al più presto, quasi certamente prima dell'inizio di questo weekend di gara a Baku, quando certamente emergeranno ulteriori dettagli sulla vicenda.

Per la prima volta in questa stagione, la Ferrari non riesce a cogliere nemmeno un piazzamento, in un weekend partito in realtà sotto auspici di tenore ben differente. Il quarto posto finale di Sebastian Vettel ed il settimo di Kimi Raikkonen sono il risultato di una gara anomala, a tratti caotica, che ha visto i due piloti del Cavallino loro malgrado al centro di episodi più o meno sfortunati.

A sei anni di distanza dall’ultima volta, Robert Kubica avrà la possibilità di tornare in pista a bordo di una monoposto di Formula Uno. Nell’ambito di una sessione di test privata organizzata per alcuni piloti, la Renault ha deciso di chiamare anche il driver polacco che si metterà alla guida della Lotus E20 (utilizzata dal team di Enstone nel 2012) sul tracciato Ricardo Tormo di Valencia.

Il weekend canadese si è concluso con un ottimo risultato per la Force India. Dopo lo zero in classifica collezionato due settimane fa a Montecarlo, che aveva interrotto una striscia positiva che durava dalla prima gara stagionale, le due vetture rosa sono tornate a punti grazie al quinto posto conquistato da Sergio Perez ed al sesto ottenuto da Esteban Ocon. Ancora un bel colpo quindi da parte del “piccolo” team, che si conferma la quarta forza di questo mondiale, incrementando ulteriormente il vantaggio sugli inseguitori.

Il team McLaren, durante il week end di Barcellona, avrebbe firmato un pre-accordo con Mercedes per la fornitura di motori a partire dal 2018. Tale accordo potrà però concretizzarsi solamente se gli avvocati del team inglese, attualmente già al lavoro, riusciranno a liberare la scuderia britannica dal faraonico contratto con Honda. Uno scenario che, di fatto, andrebbe a sancire la parola fine al tormentato matrimonio tra la scuderia inglese e la casa nipponica.

La doppietta Ferrari al Gran Premio di Monaco ha il sapore dell'impresa. Perchè nasce al sabato con una qualifica magistrale, perchè giunge nella gara più prestigiosa di tutte, e perchè permette a Vettel l'allungo in classifica nel giorno più buio per la Mercedes, addirittura giù dal podio. Stati d'animo evidentemente opposti dei due piloti, ma la squadra raccoglie un risultato pieno che mancava dal 2010, quando i piloti erano Alonso e Massa.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies