Il giovane talento monegasco Charles Leclerc si racconta. Partendo dalla sua ancor breve carriera sin qui vissuta, fino alle sue prospettive future ed ai suoi sogni, la punta di diamante della Ferrari Driver Academy è stato protagonista di una lunga intervista pubblicata sul sito Formula1.com. Già campione in carica della GP3 Series, il 19enne è attualmente in forza al team PREMA nel campionato di Formula 2, in cui da rookie si sta dimostrando dominatore assoluto con ben 50 punti di vantaggio sul primo inseguitore. Quando mancano quattro appuntamenti alla fine della stagione, adesso il suo compito è quello di gestire questo vantaggio accumulato fino ad ora, in attesa del grande sogno della Formula 1.

Dopo il Gran Premio d'Ungheria per la F1 non è ancora tempo di andare in vacanza. Nelle giornate di domani e dopodomani, infatti, si svolgerà, sempre all’Hungaroring, una due giorni di test, l’ultima all’interno di questa stagione dopo quella di aprile in Bahrain. In una fase mondiale molto calda, inoltre, queste prove potranno rivelarsi fondamentali per lo sviluppo delle vetture, e dunque per sancire le sorti del titolo.

A pochi giorni dal weekend di Budapest arriva una bella notizia per l'automobilismo tricolore. Luca Ghiotto sarà infatti impegnato nei test post-gara sul tracciato ungherese al volante della Williams FW40, facendo così il proprio debutto assoluto al volante di una monoposto di Formula 1. Un'opportunità pienamente meritata per il giovane pilota vicentino, ormai da un paio di stagioni tra i maggiori protagonisti del campionato FIA Formula 2, dopo aver sfiorato la conquista del titolo GP3 nel 2015.

A tre mesi esatti dall'ultima esperienza al volante di una Formula 1, Antonio Giovinazzi è tornato in pista per il primo dei sette turni di prove libere che lo porteranno al volante della Haas nei prossimi Gran Premi. Un programma strutturato per fargli prendere confidenza con la macchina e la squadra, che secondo molti potrebbe offrirgli un volante da titolare nella prossima stagione.

Il tedesco della Ferrari assegna quasi il punteggio massimo alla propria squadra per la stagione fin qui disputata, ma al tempo stesso dribbla abilmente le domande che gli giungono da più parti sul rinnovo del contratto e su quella firma che tarda ad arrivare. Lui e la scuderia continuano a dichiararsi amore reciproco, ma l'accordo per il prolungamento, alla vigilia della pausa estiva, ancora non arriva.

Robert Kubica continua a grandi passi il suo percorso d'avvicinamento verso il ritorno a pieno titolo nel Mondiale di Formula 1. Dopo essere salito a bordo della Renault in occasione di una sessione di test privati svoltisi a Valencia, ed aver replicato con successo l'iniziativa sul circuito del Paul Ricard, il polacco sarà ora impegnato nella seconda giornata di test post-gara al volante della monoposto 2017 sul circuito di Budapest. Un segnale chiaro e inequivocabile di come la casa francese sia intenzionata a fare sul serio per verificare le prestazioni di Robert, a quasi sei anni e mezzo di distanza dall'incidente nel Rally di Andora che gli compromise la funzionalità della mano destra.

A distanza di poco più di un mese dal test di Valencia, Robert Kubica è ritornato al volante di una monoposto di Formula 1 sul circuito francese di Le Castellet. Già in Spagna il pilota polacco era riuscito a completare 115 giri, e nella giornata di ieri si è calato di nuovo nell’abitacolo della Lotus E20, completando oltre 500 km, e dimostrando ancora una volta la volontà di ritornare nella massima serie automobilistica nel più breve tempo possibile.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies