Dopo un inizio di stagione decisamente sottotono, Lance Stroll con la sua Williams è finalmente riuscito ad ottenere il nono posto sotto la bandiera a scacchi e di conseguenza i primi punti iridati in Formula 1 proprio nella gara di casa, dopo essere stato protagonista di diversi duelli a ruota a ruota con altri avversari. Nel team britannico, poca fortuna invece per il compagno di squadra Felipe Massa, ritirato subito dopo il via per un incidente con Sainz.

A distanza di oltre sei anni dal drammatico incidente nel rally di Andorra, Robert Kubica è tornato finalmente al volante di una monoposto di Formula 1. Sul circuito Ricardo Tormo di Valencia, il polacco si è infatti calato nell'abitacolo di una Lotus E20 del 2012, "vestita" con livrea Renault per via dell'acquisizione della scuderia britannica da parte della casa francese, avvenuta alla fine del 2015. Per l'ex pilota di BMW-Sauber e Renault l'ultima volta al volante di una F1 era stata proprio sul circuito valenciano in una sessione di test invernali, quando era in forza alla Lotus.

Una volta esisteva un motto che recitava “a volte ritornano”, e descriveva degli eventi rari che accadevano inaspettatamente. Per come stanno andando ultimamente le cose invece, sarebbe meglio modificare tale nota dicitura in “tranquilli, che tanto ci rivediamo”. Perché? Semplice. Dopo il (finto) ritiro di Felipe Massa, richiamato subito alla guida della sua Williams, ora anche all'ex-campione del mondo Jenson Button è squillato il “bat-telefono”.

Pascal Wehrlein è pronto a tornare alla guida della sua Sauber. Il giovane pilota tedesco di scuola Mercedes, infortunatosi alla scorsa Race Of Champions di Miami, era stato sostituito in occasione degli appuntamenti in Australia e Cina da Antonio Giovinazzi. Per il terzo pilota della Ferrari dunque, sembrerebbe essere terminata qui la sua prima parentesi nel Mondiale di Formula 1.

Antonio Giovinazzi tornerà di nuovo in pista in ben sette weekend di questo Mondiale di Formula 1. Il pugliese sarà infatti al volante di una delle due monoposto del team Haas a partire dalla prima sessione di prove libere in occasione del GP di Gran Bretagna, in programma dal 14 al 16 luglio. In seguito all'esperienza maturata in Sauber nel corso delle prime due gare di quest'anno, al terzo pilota Ferrari è stata data un'altra possibilità di dimostrare il suo potenziale, questa volta alla guida della vettura americana, reduce degli ottimi risultati ottenuti a Montecarlo.

La notizia diffusa in tarda mattinata dalla McLaren, relativa alla clamorosa partecipazione di Fernando Alonso alla prossima edizione della 500 Miglia di Indianapolis, riporta il team inglese a partecipare alla classica americana dopo 38 anni. Per Alonso, che già nei giorni scorsi aveva annunciato delle novità in arrivo, è forse il preludio alla ricerca di nuovi stimoli dopo i deludenti anni con il team inglese. E senza dubbio un'astuta mossa pubblicitaria della Honda...

La settimana che ci ha condotto al Gran Premio di Cina, seconda prova stagionale del Mondiale 2017 di Formula Uno, si è aperta con la notizia che tutti gli amanti nostrani del motorsport attendevano dopo Melbourne. La conferma di Antonio Giovinazzi al volante della Sauber C36 al posto di Pascal Wehrlein, ancora convalescente dopo l’infortunio patito nel gennaio scorso alla Race of Champions disputata a Miami.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies