MotoGP | Aprilia riparte con la RS-GP 3.0 MY2018

MotoGP

Giunta alla sua terza versione, l'Aprilia MotoGP progettata a Noale punta finalmente alle zone nobili della classifica, facendo affidamento su un team di tutto rispetto e due piloti affamati come  Aleix Espargarò e Scott Redding. Fausto Gresini si è detto convinto delle potenzialità del mezzo e dei piloti: adesso manca solo la conferma da parte della pista.

Da Noale con furore. Noi italiani, quando produciamo moto, non le riteniamo solamente un mezzo di trasporto. In tutta Europa la moto è considerata catalizzatore di emozioni, e la MotoGP non fa alcuna eccezione: lo ha dimostrato Aprilia con la presentazione della RS-GP, che vede nel 2018 la nascita della sua terza versione. La casa di Noale ha dalla sua una storia gloriosa: 294 vittorie nel Motomondiale, 38 titoli, 7 allori in Superbike e 9 nell’off road, Aprilia è uno dei marchi più vittoriosi esistenti al mondo.

Ora manca la vittoria. Come in tutte le situazioni idilliache, c’è sempre un “ma” ad attendere dietro l’angolo. Alla RS-GP manca ancora il podio, il che per una moto da una storia così blasonata è sicuramente un peso. La MotoGP è però la massima espressione della competizione su due ruote al mondo, e vincere non è così semplice; lo sa bene Fausto Gresini, team manager della formazione ufficiale, che in conferenza stampa ha dichiarato: “Questa sarà una stagione importante per noi. Aleix, al suo secondo anno con Aprilia, potrà sfruttare l'esperienza accumulata nella scorsa stagione, dove ha imparato a lavorare con una nuova squadra e una nuova moto. Si è adattato velocemente e ci ha permesso di raccogliere dei risultati importanti, motivando ulteriormente il team grazie alla sua grinta. Scott si trova, per la prima volta, ad avere il supporto di una squadra ufficiale. È ancora molto giovane ma ha una grande esperienza in MotoGP, abbiamo già potuto apprezzare la sua professionalità e la sua sensibilità tecnica durante i test nei quali ha portato avanti in maniera impeccabile lo sviluppo della RS-GP 2018”.

Le parole di Aleix Espargaró.Lo scorso anno abbiamo fatto delle gare molto buone -ha dichiarato lo spagnolo - solo qualche errore ha pregiudicato la nostra posizione finale in classifica. Ho grande fiducia per il 2018, la squadra ha lavorato bene e la nuova RS-GP sta crescendo nella direzione giusta. Tutti i nostri rivali hanno migliorato molto, la MotoGP è un campionato di livello assoluto ma sono sicuro che saremo più vicini ai primi. Sono una persona positiva, mi sono preparato bene a questa nuova stagione e credo nel percorso che stiamo facendo”.

Scott Redding: “Difficile fare previsioni”. “È il mio primo anno da pilota ufficiale e devo dire che ho avuto sensazioni molto positive fino ad ora. Mi dà una grande motivazione avere un team alle spalle che mi supporta e che lavora insieme a me per far crescere la moto. Siamo riusciti a migliorare costantemente, a ogni uscita, sperimentando anche soluzioni azzardate ma sempre con obiettivi precisi. Difficile per me fare previsioni al momento, mi sto ancora adattando alla RS-GP e, allo stesso tempo, abbiamo intrapreso lo sviluppo del modello 2018. Sono comunque positivo, grazie agli ultimi test in Qatar abbiamo fatto uno step ulteriore riducendo il gap dai primi e partirò fiducioso per la prima gara”.

Alex Dibisceglia

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies