MotoGP | Aleix Espargarò passa da Aprilia al ciclismo: ma è solo uno scherzo...

MotoGP

Per la giornata spagnola equivalente al nostro pesce d'aprile, Aleix Espargarò ha deciso di farci prendere uno "spavento" come si deve: tramite il suo profilo Twitter, ed aiutato dalla testata spagnola "Ciclismo a Fondo", il pilota del team ufficiale Gresini Aprilia Racing ha dichiarato che dal prossimo anno entrerà a far parte del team di ciclismo ufficiale sponsorizzato Movistar, già sponsor della Yamaha MotoGP negli ultimi anni, rescindendo il contratto in essere proprio con la casa di Noale. Insieme a lui, anche Daniel Pedrosa è diventato parte della goliardata, prendendo de facto il posto del fratello Pol Espargarò in KTM. Ma anche in questo caso si è trattato ovviamente di uno scherzo...

 

ROBA DA NON CREDERCI! E INFATTI... La maggior parte dei lettori di questo articolo donerebbe volentieri...un organo interno pur di poter disputare anche solo un turno di prove libere in MotoGP. Ma esattamente come ci ha insegnato Casey Stoner, la grande pressione che si avverte ad essere tra i massimi esponenti del Motociclismo internazionale evidentemente non rende la cosa gradevole come la immaginano gli spettatori passivi. Anche per questo, lo scherzo iniziato da Aleix Espargarò in mattinata e proseguito da una buona parte degli addetti al settore spagnoli (con protagonisti come Dani Pedrosa e Pol Espargaro) ha preso un certo valore. Il gioco è peraltro stato fatto molto bene: Aleix ha "collaborato" con la testata spagnola del settore "Ciclismo a Fondo" con tanto di video su Twitter per rendere il tutto più credibile. Ma in Spagna oggi è il "Dia de los innocentes", ossia il nostro primo aprile in salsa invernale, e non ci è voluto molto a fare uno più uno. ..

“CI PENSAVO GIÀ DA ASSEN”. ALLO SCHERZO? Quattordici anni nel Motomondiale, il miglior risultato finale proprio in MotoGP con Forward Yamaha nel 2014 (settimo assoluto), Aleix deve ancora dimostrare tanto nella top class. Però merita davvero menzione la dichiarazione dello spagnolo alla testata di settore, davvero impeccabile: “Adesso o mai piùA 29 anni non sono vecchio per poterlo fare ma il tempo era al limite. Mi piace molto andare in bici e sono decisamente competitivo, ho partecipato anche a prove come la Quebrantahuesos e ho fatto tempi veramente buoni, oltre ad avere ancora un gran margine di miglioramento. Solo che con le moto non riuscivo a dedicarmi a tempo pieno al ciclismo, richiedono troppo tempo. È già da Assen che ero ossessionato dal pensiero, adesso ho deciso di impegnarmi a tempo pieno in questa nuova passione. Adios, MotoGP!

DANI PEDROSA NELLA MISCHIA. Non ci è voluto molto per far entrare altri nomi nella mischia degli scherzi che oggi sicuramente proseguirà per tutto il giorno: il nome successivo è quello di Daniel Pedrosa, che da semplice tester per scelta è diventato immediatamente pilota ufficiale KTM, peraltro al posto del fratello di Aleix, Pol Espargarò. Anche qui chiaramente si gioca, e il consiglio è quello di "prendere con le pinze" qualsiasi informazione arrivi oggi dalla terra spagnola. Fidarsi è bene, non fidarsi (almeno oggi) è meglio.

Alex Dibisceglia

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies