MotoGP | Aprilia: ecco Massimo Rivola! L’ex-ferrarista sarà il nuovo Direttore Sportivo

MotoGP

L’ingaggio di Andrea Iannone prima e di Bradley Smith nel finale di stagione facevano intendere che Aprilia per il 2019 avrebbe fatto all-in. Ai due esperti e veloci piloti si aggiunge oggi l’arrivo di Massimo Rivola, ex direttore sportivo di Ferrari e dal 2016 a capo della Ferrari Driver Academy, il quale ricoprirà il ruolo di Direttore Sportivo di Aprilia Racing affiancando Romano Albesiano che resterà nel suo incarico di Direttore Tecnico della Casa di Noale.

Chi è Massimo Rivola. 47 anni da compiere il prossimo 7 dicembre, laureato all’Università di Bologna, entra in Formula 1 nel 1998 grazie alla Minardi lavorando nell’ufficio marketing. Con gli anni guadagna credibilità fino a diventare Direttore Sportivo nel 2004, mentre dal 2006 al 2008 è Team Manager della Scuderia Toro Rosso, denominazione che il team aveva preso dopo l’acquisto da parte di Red Bull della scuderia di faenza. A lui quindi si lega il filo di Sebastian Vettel che proprio nel 2008 vince il suo primo Gran Premio a Monza: i due sono destinati ad incontrarsi nuovamente qualche anno più tardi, poiché nella stagione successiva Rivola viene chiamato da Ferrari per occupare il ruolo di Direttore Sportivo, dove ritroverà Sebastian Vettel che nel 2015 passa alla rossa di Maranello. Nel 2016 viene infine incaricato del ruolo di Direttore della Ferrari Driver Academy, dove è restato fino ad oggi contribuendo al lancio di numerosi giovani, tra cui il prossimo pilota della Scuderia Charles Leclerc.

All-in Aprilia. Inutile definirlo in altro modo: il disimpegno da parte di Aprilia dal WorldSBK ha creato malumori da parte degli appassionati che avrebbero voluto che la casa di Noale continuasse nel campionato dove ha vinto l’ultimo mondiale (nel 2014 con Sylvain Guintoli, ultimo successo di un pilota che non si chiamasse Jonathan Rea, ndr). Una scelta che assomiglia a quella di Ducati, che nel 2011 abbandonò il team ufficiale nel mondiale delle derivate di serie in favore degli investimenti nel motomondiale con l’ingaggio di Valentino Rossi, pagato profumatamente. Pagato meno (ma comunque molto di più del partente Scott Redding) è arrivato un investimento chiamato Andrea Iannone che, dopo aver riportato alla vittoria la Ducati nel 2016 dopo un digiuno che durava 6 stagioni, si incaricherà di portare nei piani alti anche l’Aprilia; insieme a lui è arrivato anche Bradley Smith che, dopo due stagioni da ufficiale KTM, ricoprirà il ruolo di test rider: un ruolo che sta diventando sempre più fondamentale nella MotoGP moderna, con tutte le case che si sono assicurati piloti sempre più veloci e capaci di dare informazioni utili. L’arrivo di Massimo Rivola, che ricoprirà il ruolo di Direttore Sportivo di Aprilia Racing, è l’ultimo tassello di un puzzle che ha visto aggiungersi i capo-tecnici Antonio Jimenez, Fabrizio Cecchini e Massimo Caprara, con i primi due che seguiranno rispettivamente Aleix Espargaro e Andrea Iannone, mentre Caprara si occuperà del test team con Bradley Smith.

Mathias Cantarini

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies