Nella gara della MotoGP sul tracciato di Misano dedicato a Marco Simoncelli, la vittoria va ad un grande Andrea Dovizioso, che fa risuonare l’Inno di Mameli in una giornata trionfale per i colori italiani. Poteva essere un 1-2 Ducati, ma la scivolata di Jorge Lorenzo nel penultimo giro ha mandato all’aria i piani di Ducati nella gara di casa. Marquez sale sul secondo gradino del podio, con Crutchlow al terzo posto. Delusione Yamaha ufficiale per il 5° posto di Vinales ed il 7° di Rossi.

Dopo il mancato Gran Premio di Silverstone la MotoGP si sposta in territorio italiano per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini, in scena al Misano World Circuit. Sarà il ducatista Jorge Lorenzo a scattara davanti a tutti, seguito da Jack Miller e Maverik Vinales in prima fila con lui. Ci si attende grande spettacolo oggi, con Marc Marquez che scatterà dalla seconda fila e Valentino Rossi addirittura dalla terza, che di certo vorranno dire la loro nonostante le qualifiche non proprio esaltanti.

Sia i piloti della Moto2 (Luca Marini e Francesco Bagnaia), che quelli della Moto3 (Nicolò Bulega e Dennis Foggia) parteciperanno al Gran Premio della Riviera di Rimini con grafiche inedite sulle loro moto, volte a sensibilizzare ed a focalizzare l’attenzione del pubblico sui gravi rischi che corre il nostro oceano, dovuti principalmente alla plastica ed al vetro, materiali che richiedono decenni per essere assorbiti dall'ambiente.

Ammettiamolo: alzi la mano chi non ha trovato deprimente ciò che abbiamo visto in Inghilterra due settimane fa. Un episodio assurdo, a tratti quasi ridicolo, che oltre al disappunto per la situazione in se stessa ci ha lasciati anche con l’amaro in bocca per non aver potuto gustare una gara che dalle premesse si preannunciava davvero molto “maschia”. Ma non temete, perché in questo week-end recupereremo tutto con gli interessi, con i centauri della MotoGP che scenderanno in pista qui a casa nostra, in occasione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.

A Misano le qualifiche della MotoGP sono state decisamente sotto il segno della Ducati e di Jorge Lorenzo, che ha demolito il record del circuito della riviera romagnola. Ha conquistato una pole di tutta sostanza in 1.31.629 staccando l'altra Ducati, quella con il numero 43 di Jack Miller, di poco più di 3 decimi di secondo (1.31.916). Terza casella della griglia di partenza conquistata da Maverick Vinales in sella alla Yamaha M1 con il tempo di 1.31.950. E' stata una battaglia l'orlo dei millesimi. Dalla seconda all'ottava posizione in griglia in 120 millesimi di secondo. 

E' Andrea Dovizioso il più veloce del venerdì al Misano World Circuit. Il pilota di Forlimpopoli, dopo aver fatto registrare il miglior tempo nelle FP1 di questa mattina, si è messo davanti a tutti anche nel secondo turno di libere, strappando il miglior tempo al compagno di squadra Jorge Lorenzo e alla Honda di Cal Crutchlow. Quarto posto per Maverick Vinales, che dopo essersi messo in luce nelle FP1 è parso più in difficoltà nel pomeriggio, riuscendo però a qualificarsi senza problemi, cosa che invece non è riuscito a fare Valentino Rossi, ottavo, ma che ha faticato ad entrare nella top 10 rimanendone fuori per la maggior parte del tempo. Chiude quinto Marc Marquez col tempo fatto segnare al secondo giro del turno.

Nella giornata del 5 settembre ricorrono due anniversari tristemente famosi nella Storia del Motomondiale e di Misano: il 5 settembre 1993 l’incidente al Curvone, che di fatto chiuse la carriera del grande Wayne Rainey e 8 anni fa l’incidente multiplo, sempre al Curvone, che ci portò via per sempre il giapponese Shoya Tomizawa, nell’anno del debutto della Moto2, la categoria che sostituiva la 250. Due piloti accomunati dalla stessa parte del tracciato, il Curvone, percorso in due modalità differenti 25 anni fa e 8 anni fa...

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies