È Andrea Iannone a comandare la classifica dopo le prime due sessioni di prove libere sul tracciato di Phillip Island, in Australia. Dietro di lui la Ducati GP18 di Danilo Petrucci e la Yamaha di Maverick Vinales. Quarto posto per Andrea Dovizioso, che l’anno scorso su questo circuito ha perso punti pesanti per la lotta al titolo in favore di Marc Marquez, questa mattina solo settimo. Chiude in decima posizione Valentino Rossi.

Con il titolo MotoGP già assegnato domenica scorsa a Marc Marquez (il settimo totale in carriera, quinto nella massima categoria), nessuna pausa per centauri e addetti al lavori. Si torna infatti già in pista in questo weekend su quella che forse è la location più estrema del calendario, dove per girare forte serve avere due “bielle” cosi. Approdiamo infatti a Phillip Island, per disputare il Gran Premio d’Australia.

Marc Marquez conquista la vittoria nel GP del Giappone ed il suo settimo mondiale, il quinto nella MotoGP. L'alfiere della Honda, complice la caduta di Andrea Dovizioso, ha chiuso davanti a Cal Crutchlow ed Alex Rins. MM93 scrive un altro pezzo di storia del motomondiale, andando a posizionarsi insieme ai mostri sacri come Valentino Rossi e Giacomo Agostini tra i piloti più vincenti di sempre a soli 25 anni, ed ora ha nel mirino tutti record dei due italiani e di Angel Nieto.

Dopo la straordinaria pole fatta segnare da Andrea Dovizioso in qualifica, il circuito di Motegi è pronto per ospitare una nuova tappa della MotoGP, con Marc Marquez alle prese con il proprio primo match point iridato. Ma per lo spagnolo centrare da subito l'obiettivo sarà tutt'altro che facile, visto che scatterà dalla sesta casella in griglia e si troverà a dover fare i conti con i sorprendenti Zarco e Miller in prima fila ed il duo Crutchlow-Iannone dalla seconda. Seguite con noi giro dopo giro la gara sul tracciato di casa Honda e dalle 6:50 il commento in diretta su radio LiveGP affidato a Fabrizio Crescenzi e Vincenzo Buonpane.

Giappone, circuito di Motegi. Nella domenica che laurea Marc Marquez campione del mondo per la settima volta in carriera (la quinta in MotoGP), è doveroso ringraziare anche Andrea Dovizioso. Perché? Per averci provato, per aver costretto il campione di Cervera a dare il massimo durante tutta la stagione, che volge praticamente a conclusione nonostante i tre appuntamenti ancora in programma che sanciranno anche il titolo costruttori.

Per Marc Marquez il quinto titolo mondiale in MotoGP era solamente una pura e mera questione matematica, con il solo Andrea Dovizioso come unico ostacolo tra sè e la storia. Dopo essere scattato dalla sesta casella in griglia, per lo spagnolo si è trattato solamente di attendere il momento propizio per trionfare ed entrare a pieno titolo tra i big della categoria.

Nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone, per la classe MotoGP la pole position va ad un grandissimo Andrea Dovizioso che firma anche le qualifiche dopo aver fatto sue anche le libere di ieri sul Twin Ring Circuit di Motegi. Prima fila anche per Johann Zarco e Jack Miller, con Marc Marquez solo in P6 e Valentino Rossi in P9 per un secondo run non perfetto rispetto al primo. Domani alle 7 ora italiana la partenza del GP del Giappone.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies