Amici di LiveGP.it appassionati di motociclismo e di MotoGP in particolare, benvenuti allo speciale di fine anno della nostra rubrica “le Pagelle dei Protagonisti – MotoGP” dedicato ovviamente alla stagione 2018, che ha visto trionfare Marc Marquez su Andrea Dovizioso e Valentino Rossi. Una stagione vissuta tra tanti colpi di scena sia in pista, sia per quanto riguarda anche il mercato piloti 2019.

Oltre all’introduzione del formato “Q1-Q2” per la entry e la middle class del campionato, vengono aggiornate ulteriori regole per quanto riguarda l’arrivo separato dalla moto, per i sorpassi con bandiere gialle e soprattutto per regolamentare i test a disposizione dei costruttori che superano i punti concessione, e quindi perdono i vantaggi dei nuovi arrivati. Vediamole tutte nel dettaglio.

Un inizio migliore probabilmente non ci sarebbe potuto essere per Danilo Petrucci, alla sua prima da "super-ufficiale" Ducati nei test MotoGP in corso di svolgimento a Jerez de la Frontera. In una prima giornata caratterizzata da temperature piuttosto basse, il pilota ternano è riuscito a concludere al top nella classifica dei tempi, grazie al crono di 1:37.968 che gli ha consentito di precedere con un margine di circa due decimi il compagno di squadra Andrea Dovizioso, autore di una caduta nel finale. Buoni riscontri per Franco Morbidelli, mentre per il momento naviga al buio Valentino Rossi, soltanto 17°.

Ospite della puntata 166 di Mortbike Circus, il pilota KTM Factory Pol Espargarò si è raccontato ai microfoni di Radio LiveGP in esclusiva, parlando dei test appena trascorsi e di ciò che si aspetta dalle prove che inizieranno a Jerez quest’oggi. Insieme si è parlato del nuovo compagno di squadra, Johann Zarco, e del test team che quest’anno cambierà completamente faccia grazie all’approdo di Dani Pedrosa.

La seconda ed ultima giornata di test di MotoGP a Jerez si chiude con il giapponese di LCR Honda Takaaki Nakagami davanti a tutti. Grazie al crono di 1:37.945 il pilota nipponico, non solo ottiene il miglior tempo di giornata, ma balza al comando delle due sessioni svoltesi in questi due giorni. Alle sue spalle, nella giornata odierna, un Marc Marquez in miglioramento rispetto a ieri: grazie al crono di 1:37.970, lo spagnolo ottiene il terzo posto tra i migliori tempi delle due giornate davanti a Maverick Vinales, che ferma il cronometro in 1:38.066.

L’ingaggio di Andrea Iannone prima e di Bradley Smith nel finale di stagione facevano intendere che Aprilia per il 2019 avrebbe fatto all-in. Ai due esperti e veloci piloti si aggiunge oggi l’arrivo di Massimo Rivola, ex direttore sportivo di Ferrari e dal 2016 a capo della Ferrari Driver Academy, il quale ricoprirà il ruolo di Direttore Sportivo di Aprilia Racing affiancando Romano Albesiano che resterà nel suo incarico di Direttore Tecnico della Casa di Noale.

L'1’30”757 è il tempo con cui Maverick Vinales ha chiuso la seconda ed ultima (per la top class) giornata di test, più di mezzo secondo più veloce rispetto al day1. Migliorano anche Dovizioso e Marquez, ad un decimo e mezzo dalla punta Yamaha. Esplosivo Jack Miller che chiude a +0.182 seguito da Danilo Petrucci e da un incredibile Franco Morbidelli. Valentino fermo con il nono tempo, ancora undicesimo Pecco Bagnaia con Ducati Pramac. Lorenzo sale, Iannone e Zarco cadono.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies