Nel terzo appuntamento della MotoGP sul tracciato di Austin in Texas, vittoria di Marc Marquez davanti a Valentino Rossi e Dani Pedrosa. Out Vinales nelle prime fasi di gara. Con questo secondo posto Rossi sale al comando della classifica mondiale davanti a Vinales e Marquez. Il pesarese è l'unico pilota, tra quelli che lottano per il Mondiale, a non aver ancora fatto segnare uno zero in queste prime tre gare: il campionato quest'anno passa anche da questi episodi.

Terzo appuntamento stagionale della MotoGP 2017, con il tracciato di Austin pronto ad ospitare una nuova sfida tra Marc Marquez, Maverick Vinales e Valentino Rossi. I tre grandi protagonisti di questo avvio di stagione scatteranno proprio in quest'ordine dalla prima fila dello schieramento, per una gara che si preannuncia ricca di equilibrio su un circuito altamente tecnico ed impegnativo. Seguite con noi la cronaca web della gara e dalle 20:50 anche il commento in diretta su Radio LiveGP a cura di Marco Pezzoni e Alice Lettieri. Spalancate il gas!

Marc Marquez è tornato ad imporre la sua legge sul tracciato texano di Austin, grazie ad un 2'04"061 stampato sul finale delle FP2. Ottima la performance di Johann Zarco con la Yamaha del team Tech3 che si è preso la seconda piazza davanti al leader del Mondiale 2017 Maverick Viñales, che anche su questo tracciato ha mostrato un grande feeling con la sua M1. Buono il venerdì di Valentino Rossi che ha chiuso col quarto tempo iniziando il weekend con una buona crescita, mentre Jorge Lorenzo dopo un avvio positivo ha fatto dei passi indietro mostrando di avere ancora molto lavoro da fare in vista della gara di domenica.

Amici di LiveGP.it e appassionati di motociclismo, ben ritrovati con la seconda puntata della rubrica “Le Pagelle dei Protagonisti – MotoGP” incentrata sul secondo appuntamento stagionale svoltosi sul tracciato argentino di Termas de Rio Hondo. Una gara che ha visto la vittoria, la seconda consecutiva, di Vinales davanti a Rossi e Crutchlow nel festival delle cadute, in particolare di Lorenzo, Marquez e Dani Pedrosa.

Marc Marquez si è preso di forza la pole sul tracciato di Austin, nella terza qualifica stagionale della MotoGP. Grazie ad un 2'02"741 fatto registrare all'ultimo passaggio utile, il 93 ha preceduto dopo un testa a testa virtuale il connazionale Maverick Viñales: lo spagnolo della Yamaha si è dovuto accontentare della seconda piazza stavolta e domani in gara i due avranno modo di giocarsela per la prima volta in questa stagione. Valentino Rossi, con una zampata finale, ha portato a casa la terza casella della griglia: weekend positivo il suo fino a questo momento, anche se all'italiano manca ancora qualcosa per competere con i primi due. Ottime qualifiche per Jorge Lorenzo che ha chiuso al sesto posto ed è sembrato finalmente soddisfatto della sua performance con la Ducati.

Con due tappe del Mondiale già archiviate, il circus a due ruote questo weekend si prepara per affrontare il terzo appuntamento stagionale, previsto sul circuito di Austin, in Texas. Negli “episodi” precedenti, abbiamo assistito ad uno scorcio di campionato decisamente a senso unico, con Maverick Vinales nel ruolo di mattatore nella massima categoria già dalle prime uscite con il fondoschiena poggiato sulla Yamaha. Questo fine settimana però, ripetersi sarà altamente difficile per il nuovo fuoriclasse dei tre diapason, data “l’assurdità” con cui Marc Marquez si destreggia sull’asfalto americano.

Nel secondo appuntamento della MotoGP 2017 sul tracciato di Termas de Rio Hondo, Maverick Vinales centra la seconda vittoria consecutiva davanti a Valentino Rossi (350 GP per lui e 223° podio) e Cal Crutchlow. Out subito Lorenzo e Marquez, insieme a Rins, Pedrosa, Dovizioso e Aleix Espargarò. Lo spagnolo della Yamaha fugge in campionato con 50 punti, contro i 36 di Valentino Rossi dopo due gare. Con la doppia vittoria nelle prime due gare di apertura, Vinales è il primo pilota Yamaha a riuscire nell’impresa dai tempi di Wayne Rainey, nel 1990.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies