Archiviata la stagione 2017 con il titolo assegnato a Josef Newgarden, per l'IndyCar Series è già tempo di pensare alla prossima annata che avrà come principale novità l'aerokit unico realizzato dalla Dallara. Ma non sarà l'unico cambiamento, visto che alla presentazione del calendario sportivo è balzata subito all'occhio l'assenza di Watkins Glen in favore di Portland, che torna in calendario dopo ben 11 anni.

E' Josef Newgarden il nuovo campione IndyCar. Il pupillo del "Comandante", grazie al secondo posto ottenuto nella gara finale sul tracciato californiano, si laurea campione 2017 conquistando il suo primo titolo in carriera. A completare la festa in casa Penske la vittoria di Simon Pagenaud ed il terzo posto di Will Power, con Scott Dixon 4° e a cui va concesso l'onore delle armi così come ad Helio Castroneves che con tutta probabilità non sarà al via della stagione 2018.

L'italo-americano del team Andretti conquista la sua prima vittoria stagionale precedendo Scott Dixon e Ryan Hunter-Reay. Solo 18° il leader del campionato Josef Newgarden, coinvolto in un incidente all'uscita della pit lane con Bourdais, che ora ha solamente tre punti di vantaggio sul neozelandese in vista dell'appuntamento finale di Sonoma, circuito per la dodicesima volta decreterà il campione della serie.

Dopo nemmeno una settimana la Verizon Indycar Series è nuovamente in pista per il Bommarito Automotive Group 500 che si disputerà sul tracciato di Gateway Park dopo un'assenza durata ben 14 anni. Sarà l'ennesima occasione per determinare in maniera ancora più marcata chi potrà giocarsi le proprie chances nella gara finale di Sonoma, con lo statunitense del team Penske che vuole proseguire il suo eccezionale stato di grazia.

Per il dodicesimo anno consecutivo sarà il tracciato sito nella contea della San Francisco Bay Arena a decretare il Campione della stagione IndyCar 2017, con il team Penske che avrà ben quattro piloti in lizza per la vittoria finale. Ma c'è da giurare che Scott Dixon vorrà rovinare la festa alla scuderia del Capitano Roger, come già accaduto nella stagione 2015 quando il neozelandese beffò proprio all'ultima corsa Juan Pablo Montoya.

Prova di forza dello statunitense della Penske che sull'ovale del Gateway Motorsport Park coglie la quarta vittoria della stagione IndyCar, allungando ulteriormente in classifica generale quando alla fine del campionato mancano solamente due appuntamenti. Piazzamento a podio per Scott Dixon ed Helio Castoneves, con il poleman Will Power fuori nelle battute iniziali della gara.

Prestazione sensazionale per Will Power a Pocono. L'australiano del team Penske, dopo essere finito ad un giro dal leader per una sosta forzata ai box, grazie ad una strategia aggressiva ha preso la testa della corsa a dieci giri dal termine, conquistando la sua terza vittoria stagionale davanti al compagno di squadra Josef Newgarden, il quale incrementa il suo vantaggio su Dixon a 18 punti.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies