GP3 | Barcellona, gara-2: Alesi più forte della pioggia, gara sfortunata per i colori italiani

GP3 Series

Giuliano Alesi sfrutta la partenza dalla prima fila e vince il secondo round del primo weekend stagionale della GP3 Series. Il figlio d’arte, dopo essersi preso la testa alla partenza, ha condotto una gara magistrale, non facendosi condizionare nemmeno da tre safety car. Ottima rimonta per Hubert, che conferma il secondo posto di gara-1; ancor più speciale il recupero di Hughes dalla tredicesima posizione fino alla terza finale. Grazie al doppio secondo posto Anthoine Hubert esce dal doppio round di Barcellona in testa alla classifica.

 

La gara è stata condizionata dal fondo umido a causa della pioggia che si è abbattuta sul circuito catalano nella notte. Correa, partito dalla prima posizione, ha chiuso appena ai piedi del podio, al quarto posto, seguito da Boccolacci e Kari, autore di una strepitosa rimonta dal fondo. Settima piazza per Ilott, mentre dopo una sfortunata gara-1 Laaksonen è riuscito a conquistare i primi punti della sua esperienza nella serie grazie ad un ottavo posto. Gara poco fortunata per entrambi gli italiani: Pulcini ha rimontato sino all’undicesima posizione dopo esser stato costretto ad un pit per di un contatto al primo giro; una foratura, invece, ha condizionato la gara di Alessio Lorandi.

La gara. Il secondo round del weekend di Barcellona comincia con un’ulteriore incognita: la pista umida dopo la pioggia della notte. Ancora una volta il poleman non riesce a sfruttare la partenza davanti a tutti e viene sorpreso da Giuliano Alesi, scattato accanto a lui. Subito dietro un contatto tra Beckmann e Pulcini costringe entrambi al pit per riparare i danni alle loro vetture. Ottima la partenza sia della ART GP di Hubert, che dopo poche curve si porta in seconda posizione, che di quella pilotata da Hughes, bravo a recuperare nove posizioni nel corso del primo giro. Quarto giro: Pedro Piquet perde la vettura in sovrasterzo e finisce rovinosamente contro le barriere, causando l'ingresso della safety car. Alla ripartenza Giuliano Alesi cerca di scavare un solco sugli avversari e si guadagna un margine di oltre tre secondi sul primo inseguitore, dietro Hughes si prende il podio, mentre Lorandi riesce a sorprendere Mazepin ed entrare in zona punti; ma è ancora safety car dopo l’uscita di pista di Aubry. Nemmeno si riparte che la vettura di sicurezza viene chiamata nuovamente in pista dopo che la Calderon, messe le gomme slick, non riesce a mantenere la vettura sul tracciato e finisce in ghiaia. Sfortuna per Lorandi, che fora uno pneumatico ed è costretto al rientro ai box. Si riparte solo per l’ultimo giro ed ancora una volta Giuliano Alesi non sbaglia e si porta a casa gara-2 di Barcellona, seguono le due ART GP di Hubert e Hughes.

Risultati Barcellona, gara-2

POS

NO

DRIVERS

TEAMS

LAPS

INT.

1

6

G. Alesi

Trident

16

 

 

2

2

A. Hubert

ART Grand Prix

16

2.077

 

3

4

J. Hughes

ART Grand Prix

16

0.299

 

4

10

J. Correa

Jenzer Motorsport

16

0.919

 

5

22

D. Boccolacci

MP Motorsport

16

0.298

 

6

24

N. Kari

MP Motorsport

16

0.366

 

7

1

C. Ilott

ART Grand Prix

16

0.945

 

8

19

S. Laaksonen

Campos Racing

16

0.640

 

 

9

18

L. Pulcini

Campos Racing

16

6.103

10

3

N. Mazepin

ART Grand Prix

16

6.667

11

15

J. Falchero

Arden International

16

8.855

12

20

D. Menchaca

Campos Racing

16

12.369

13

23

W. Palmer

MP Motorsport

16

12.603

14

7

R. Tveter

Trident

16

12.641

15

16

J. Mawson

Arden International

16

14.812

16

8

A. Lorandi

Trident

16

14.861

17

11

D. Beckmann

Jenzer Motorsport

16

47.346

 

9

T. Calderón

Jenzer Motorsport

12

DNF

 

14

G. Aubry

Arden International

9

DNF

 

5

P. Piquet

Trident

2

DNF

 

Samuele Fassino

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies