FIA F2 | Abu Dhabi, gara-1: Rowland-Markelov show! Leclerc cede il podio a Fuoco sul traguardo

FIA F2

Abu Dhabi ha ospitato la prima delle due manche in programma per la Formula 2. A trionfare è stato un eccezionale Oliver Rowland, che insieme al secondo classificato, il russo del team Russian Time Artem Markelov ha dato spettacolo per tutti i 31 giri in programma con sorpassi mozzafiato e rimonte. Gara sfortunata invece per il campione Charles Leclerc, che, dopo aver dominato gran parte della corsa, ha ceduto proprio sul traguardo la terza piazza al nostro portacolori Antonio Fuoco, in seguito ad un team order.

Buona corsa anche per l'altro italiano presente in pista, Luca Ghiotto, che giunge quinto al traguardo dopo uno spettacolare sorpasso proprio all'ultimo giro ai danni Nyck De Vries. Il capoclassifica rimane Charles Leclerc con 261 punti, seguito da Rowland (a quota 214) e Markelov con 199 punti. 

Cronaca. Roberto Merhi e Nabil Jeffri stallano alla partenza, che viene eseguita regolarmente dagli altri piloti presenti in pista. Al comando della gara il poleman Artem Markelov, seguito da Nyck De Vries. Luca Ghiotto attacca subito Norman Nato, salendo in quarta piazza, mentre Sean Gelael subisce 5 secondi di penalità a causa di un vantaggio ottenuto uscendo di pista. Charles Leclerc attacca Ghiotto, conquistando la quarta posizione, salendo virtualmente sul gradino più basso del podio poco dopo, superando Rowland. Dopo alcune tornate cambia il leader della corsa con De Vries supera Markelov mentre nelle retrovie è da registrare il ritiro del rookie del team Campos,  Lando Norris, per la rottura del motore. I primi ad inaugurare il balletto dei pit stop sono i due alfieri della Russian Time con il podio virtuale che continua a cambiare con Leclerc, che sale in seconda piazza, seguito da Sergio Sette Camara ed Alex Albon. Rientrato in pista, Markelov non esita a dare battaglia a Rowland per la settima piazza, con l'inglese del team Dams che fa anche segnare il giro più veloce della gara. Il neo Campione della serie si avvicina sempre più minaccioso al leader della corsa, l'olandese De Vries, che a causa della pressione del monegasco finisce lungo, rientrando in pista proprio al fianco di Leclerc ma dovendo cedere la leadership. Nel frattempo il tailandese Albon scavalca il brasiliano Camara, strappandogli la terza posizione, mentre Rowland attacca lo svizzero Louis Deletraz, il quale, dopo alcune tornate viene superato anche da Markelov. Proprio quest'ultimo sale in quinta posizione dopo aver effettuato un sorpasso ai danni di Sergio Sette Camara, mentre poco più avanti Oliver Rowland si avvicina ad Albon, superandolo e conquistando la terza piazza. Leclerc e Nyck De Vries effettuano il pit-stop a 7 giri dal termine e al rientro in pista si ritrovano dietro i due battistrada. Il monegasco cerca,a suon di giri veloci, di recuperare il divario da chi lo precede ma è nelle retrovie che la  battaglia si accende con Luca Ghiotto assoluto protagonista: l'italiano della Russian Time in poche tornate supera sia Matsushita sia De Vries terminando la sua gara in 5a posizione. Rowland va a vincere davanti a Markelov conquistando punti importanti per la lotta al secondo posto con Fuoco sul gradino più basso del podio e con Leclerc che proprio nelle ultime curve cede la posizione al team-mate italiano. Ghiotto, De Vries, Latifi, Matsushita ed Albon, autore del giro più rapido della corsa, chiudono la Top 10.

Domani a partire dalle ore 11.10 andrà in scena l'atto finale, che stabilirà chi sarà il vice-campione della categoria fra Rowland e Markelov e chi sarà il campione costruttori fra il team Prema, Dams e Russian Time.

Giulia Scalerandi

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies