FIA F2 | Montmelò, Sprint Race: Matsushita trionfa, ma che errore Latifi!

FIA F2

Grandi sorprese nella sprint race domenicale di Formula 2. Sul circuito del Montmelò, infatti, a trionfare questa mattina, è stato Nobuharu Matsushita, che riporta la ART Grand Prix sul gradino più alto del podio. Sempre in seconda posizione per tutta la corsa, il pilota giapponese ha sfruttato un errore del leader Nicholas Latifi, un fuoripista negli ultimi giri, andando a conquistare il suo secondo successo nella categoria dopo quello in Ungheria del 2015

Cronaca. Scatta male Markelov dalla prima casella, e ne approfitta così Latifi che si porta al comando davanti a Malja e Matsushita. Subito safety car in pista a causa di un contatto tra De Vries e Fuoco, entrambi fuori dai giochi (l'olandese verrà poi sanzionato dagli steward con tre posizioni di penalità in griglia a Montecarllo). Si riparte al terzo giro, sempre con la stessa classifica e Ghiotto in quarta posizione molto vicino a Matsushita, ma seguito da Rowland, che lo supera qualche giro più tardi. Al sesto passaggio si verifica un altro contatto al centro del gruppo tra Cecotto e Sette Camara, con quest’ultimo che danneggia leggermente l’ala anteriore mentre poco più avanti viene fuori un’altra lotta tra Albon e Leclerc, valida per la settima posizione. Poco più tardi i due riescono a prendersi la posizione su Ghiotto, che viene ripreso subito dopo anche dal compagno di squadra Markelov. In crisi di gomme anche Malja, che perde due posizioni a favore di Matsushita e Rowland mentre Ghiotto superato anche da King viene richiamato ai box ma decide comunque di proseguire. Al diciannovesimo passaggio Leclerc riesce finalmente a superare Albon, passando in quinta posizione e lanciandosi all’inseguimento di Malja, ripreso e sorpassato in pochissimo tempo. Quando mancano soltanto quattro giri al termine il leader Latifi commette un errore in curva 5 e clamorosamente regala non solo la prima posizione a Matsushita, ma viene superato anche dal suo compagno di squadra Rowland. Il giapponese taglia il traguardo davanti a tutti precedendo Oliver Rowland, risalito di una posizione grazie all'errore del compagno di squadra, e proprio Lafiti con il team Dams che torna da Barcellona con un pizzico di rammarico per la vittoria sfumata ma con la soddisfazione di aver piazzato entrambi i piloti sul podio.

Quarto posto per Charles Leclerc, che si conferma ancora l’uomo da battere. Il monegasco, infatti, ha saputo gestire bene le gomme ed è riuscito a recuperare quattro posizioni rispetto all’ottava piazzola di partenza, conquistando altri punti importanti che gli permettono di andare in fuga già ad inizio campionato. Quinto Jordan King, seguito da Gustav Malja, soltanto sesto dopo una buona corsa condotta nelle prime posizioni, ma rovinata dal consumo eccessivo delle sue mescole. Settimo Luca Ghiotto, che per una buona fetta di gara sembrava avere problemi sulla sua monoposto per via delle diverse posizioni perse nei confronti degli avversari, ma che poi è riuscito evidentemente a risolvere riportandosi in zona punti. Ultimo dei piloti a punti Alex Albon, ottavo davanti ad Artem Markelov, scattato malissimo dal palo e mai in grado di poter recuperare. Weekend da dimenticare per Antonio Fuoco fuori dalla gara, come detto, nelle fasi iniziali.

Prossimo appuntamento con la Formula 2 tra due settimane a Montecarlo.

POSNODRIVERSTEAMSLAPSTIMEGAPINT.KPHBESTLAP
1 7 N. Matsushita ART Grand Prix 26 42:20.450     171.329 1:35.246 11
2 9 O. Rowland DAMS 26 42:23.759 3.309   171.106 1:35.178 9
3 10 N. Latifi DAMS 26 42:25.071 4.621 1.312 171.018 1:34.811 3
4 1 C. Leclerc PREMA Racing 26 42:29.627 9.177 4.556 170.712 1:35.136 12
5 15 J. King MP Motorsport 26 42:35.783 15.333 6.156 170.301 1:35.534 4
6 4 G. Malja Racing Engineering 26 42:38.437 17.987 2.654 170.125 1:35.246 3
7 5 L. Ghiotto RUSSIAN TIME 26 42:38.542 18.092 0.105 170.118 1:35.492 9
8 8 A. Albon ART Grand Prix 26 42:41.585 21.135 3.043 169.915 1:35.096 11
9 6 A. Markelov RUSSIAN TIME 26 42:42.002 21.552 0.417 169.888 1:35.400 10
10 19 J. Cecotto Rapax 26 42:51.194 30.744 9.192 169.281 1:35.574 8
11 17 S. Canamasas Trident 26 42:51.999 31.549 0.805 169.228 1:36.315 9
12 12 R. Merhi Campos Racing 26 42:54.884 34.434 2.885 169.038 1:35.765 11
13 20 N. Nato Pertamina Arden 26 42:55.721 35.271 0.837 168.983 1:35.855 4
14 3 L. Delétraz Racing Engineering 26 42:58.540 38.090 2.819 168.798 1:36.532 6
15 14 S. Sette Câmara MP Motorsport 26 42:59.896 39.446 1.356 168.710 1:36.330 5
16 21 S. Gelael Pertamina Arden 26 43:07.400 46.950 7.504 168.220 1:36.084 7
17 11 R. Boschung Campos Racing 26 43:10.676 50.226 3.276 168.008 1:34.670 5
18 16 N. Jeffri Trident 26 43:20.362 59.912 9.686 167.382 1:36.672 4
  18 N. de Vries Rapax 0   DNF        
  2 A. Fuoco PREMA Racing 0   DNF        

Carlo Luciani

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies