Formula E | e-Prix Roma: trionfa Bird, Rosenqvist finisce a muro e rovina la sua corsa

Formula E

E’ stato un e-Prix carico di emozioni quello romano. Alla fine dei giochi a trionfare ci ha pensato Sam Bird, scattato dalla seconda posizione e autore di una corsa costante che lo ha poi portato alla vittoria grazie al ritiro di Rosenqvist. Brutta giornata per lo svedese, che dopo una fantastica pole position ha visto buttare via la sua gara toccando il muro e rompendo così una sospensione posteriore. Decima posizione per Edoardo Mortara; poco più arretrato invece Luca Filippi, tredicesimo.

Dopo una brutta qualifica quindi Mortara è riuscito a risalire la classifica, cogliendo così un decimo posto che gli vale così anche un punto in classifica. Splendida corsa anche quella di Lucas Di Grassi, grande protagonista odierno. Il brasiliano, dopo essere partito dalla sesta casella, è riuscito a risalire a suon di sorpassi, dei quali senz’altro il più significativo è stato quello su Buemi.

Sul podio anche André Lotterer, che si è preso la terza posizione proprio nel corso dell’ultimo giro ai danni di Mitch Evans, il quale ha accusato problemi proprio sul finale, finendo così la corsa al nono posto.

Fuori dal podio Daniel Abt, quarto davanti a Jean Eric Vergne, che dunque ottiene altri punti pesanti per il campionato. Difficile la gara di Filippi, partito dalle retrovie, ma che alla fine è riuscito a portare a casa un tredicesimo posto nell’appuntamento casalingo.

Prossima tappa a Parigi fra due settimane. Fino ad allora la classifica vedrà ancora in testa Vergne a quota 119, seguito a 18 punti da Bird. Tra i team sempre primo Teechetah (152 punti), seguito da DS Virgin (118).

Cronaca. Partenza perfetta per Rosenqvist che mantiene il comando davanti a Bird e Evans. Cambiano invece le posizioni nelle retrovie, con un Filippi subito aggressivo che si prende la posizione ai danni di Mortara. Al terzo giro Lynn è costretto a rientrare ai box a causa di un contatto dopo aver rovinato l’ala anteriore al primo giro. Al quinto passaggio la situazione dei primi resta invariata, con Rosenqvist sempre al comando con poco più di un secondo di vantaggio su Bird. Da questo momento le posizioni iniziano a delinearsi e le fasi di gara diventano più tranquille fino al quindicesimo giro, quando si verifica un contatto al tornantino che coinvolge quattro vetture, tra le quali anche quelle di Mortara e Filippi, che riescono comunque poi a ripartire. Intanto iniziano anche i cambi auto, con Piquet che resta fermo in corsia box per un problema sulla sua monoposto. Al termine dei cambi auto Rosenqvist mantiene la leadership davanti a Bird, mentre al terzo posto sale Buemi, che scavalca così sia Lotterer che Evans. A dieci giri dal termine Rosenqvist rompe la sospensione posteriore sinistra appoggiandosi al muro ed è costretto al ritiro, lasciando così la prima posizione a Bird. Intanto Di Grassi e Buemi entrano in lotta per l’ultimo gradino del podio, con il brasiliano che in pochi giri riesce a prendersi la posizione grazie al fanboost. Poco più tardi lo svizzero viene superato anche da Lotterer, mentre i primi tre sono molto vicini tra loro ed iniziano a prendersi le misure. Nel finale Bird riesce però a prendere il largo, mentre nella sfida per il secondo posto si inserisce anche Lotterer. Il brasiliano riesce anche qui ad avere la meglio e chiude la corsa al secondo posto alle spalle di Bird. Sul podio anche Lotterer.

 

Da Roma – Carlo Luciani

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies