Formula E | EPrix Marrakech, Rosenqvist conquista gara e testa del campionato. Buemi 2°, out Di Grassi

Formula E

Dopo oltre un mese di pausa, la Formula E è tornata in pista per il terzo ePrix della stagione disputato sul tracciato di Marrakech. A conquistare la vittoria, nella gara svoltasi nel pomeriggio al Moulay El Hassan Circuit, è stato Felix Rosenqvist. Lo svedese della Mahindra è riuscito a piazzare la zampata decisiva nei giri conclusivi della corsa, avendo la meglio sulla Renault di Sebastian Buemi. Un successo importante per Rosenqvist che si ritrova così leader del campionato con 54 punti. Giornata da dimenticare per Audi: Di Grassi è costretto al ritiro, Abt chiude fuori dalla zona punti.

 

LA GARA. Inizio regolare, con i primi che riescono a mantenere le rispettive posizioni di partenza. Nelle primissime tornate non mancano le bagarre, come quella che vede protagonisti Lynn e Abt: ad avere la peggio è il pilota della Virgin che, toccato dal tedesco dall’Audi, penalizzato successivamente con un drive through,  scivola in fonda al gruppo. Al terzo giro sale sugli scudi anche Di Grassi, che scavalca Lopez (superato poco dopo anche da Piquet e Abt) e sale al quarto posto.

Proprio il brasiliano, campione del mondo in carica, nel corso del sesto giro deve alzare bandiera bianca, lasciando strada ad Abt e Piquet. In testa, nel frattempo, Buemi detta l’andatura tallonato da Bird e Rosenqvist, con quest’ultimo che si porta in seconda posizione (16° giro) sopravanzando in maniera agevole la Virgin del britannico sul rettifilo iniziale.  

Nel corso del 17° giro viene esposto il Full Course Yellow, causato dal ritiro di Lotterer che abbandona la propria Teceetach a bordo pista. Approfittando della momentanea neutralizzazione della corsa, i presenti in pista effettuano il cambio vettura. Classifica inalterata nelle posizioni di vertice, con Buemi che conserva il comando seguito da Rosenqvist e Bird.  

La leadership dello svizzero dura fino al 29° giro, quando Rosenqvist rompe gli indugi ed effettua l’affondo vincente. Lo svedese conserva la testa del testa del gruppo fino alla bandiera a scacchi. Buemi si deve accontentare invece del secondo posto dopo aver condotto in prima posizione buona parte di gara.

Completa il podio la Virgin di Bird. Alle spalle del britannico c’è la Jaguar di Piquet. Più staccato Vergne (5°), autore di un’ottima rimonta dalla tredicesima posizione. A punti anche Lopez (6°, al ritorno nella categoria elettrica tra le fila della Dragon al posto di Neel Jani) seguito da Engel, Heidfeld (partito dalle retrovie), l’esordiente Blomqvist e Prost che chiude la Top Ten.

Il nostro Luca Filippi termina la corsa al 16° e ultimo posto. Edoardo Mortara invece è costretto al ritiro dopo un sorpasso azzardato ai danni del teammate Engel che, a sua volta, coinvolge e danneggia anche la Mahindra di Heidfeld.

Il prossimo appuntamento stagionale della Formula E è in programma il 3 febbraio in Cile con l’ePrix di Santiago. Domani però si torna in pista a Marrakkesh per la sessione di test riservata ai rookie, dove saranno protagonisti anche Antonio Giovinazzi e Andrea Caldarelli. 

Piero Ladisa 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies