Formula E | Preview E-Prix Marrakech: i big a caccia di riscatto. Novità regolamentari per il pit stop

Formula E

Riparte dalla città marocchina la stagione della Formula E, che nelle scorse ore ha annunciato l'accordo con la multinazionale svizzera ABB, diventata main sponsor della serie elettrica. Tra i tanti i motivi d'interesse nel weekend, spiccano la voglia di rivalsa dei cosiddetti big (Di Grassi e Buemi su tutti) dopo il passaggio a vuoto nel round d'apertura di Hong Kong, insieme alla novità regolamentare voluta dalla FIA sui pitstop per il cambio vettura.

Nello specifico la Federazione ha deciso, già dal prossimo weekend, di eliminare il tempo minimo che ogni pilota doveva rispettare per entrare ed uscire dalla pitlane (anche se non sancito ufficialmente dal regolamento) anche in virtù del fatto che tutti i team con il passare delle stagioni hanno limato sempre più al ribasso il suddetto limite.

La decisione trova d'accordo il campione in carica Lucas Di Grassi: "Sono favorevole al concetto, ma se fanno un tale cambiamento dovrebbero farlo prima dell'inizio della stagione anche perchè hai la possibilità di ottimizzare il tutto. Un cambiamento come questo sarà una scommessa per tutti e renderà la vita più complicata per Marrakech, di sicuro". Di parere diverso rispetto al brasiliano è il pilota della DS Virgin, Sam Bird, da sempre contrario al cambio vettura: "Le mie emozioni sono piuttosto contrastanti. Dal punto di vista dell'eccitazione, per i fan, suppongo che abbia senso. Tuttavia, per quanto riguarda la sicurezza, per me non è l'ideale. Non c'è nulla che impedisca ai piloti di non allacciare le cinture inferiori per guadagnare tempo, e questo diventa estremamente pericoloso. Se cose come questa iniziano a essere ignorate, allora non è la cosa giusta da fare". Per Di Grassi anche le attuali cinture di sicurezza non sono conformi agli attuali regolamenti: "Le attuali cinghie sono progettate per monoposto standard e non adatte per un cambio rapido. In LMP o GT hai un sistema di fibbie diverso, è molto più semplice ed efficace. Ma poiché le cinghie non sono fatte per essere utilizzate in questo modo, se il meccanico non lo fa correttamente o cerca di farlo troppo rapidamente sotto pressione, potrebbero volerci 15 o 20 secondi per allacciarle correttamente. Fa parte del gioco, ma non dovrebbe essere la causa che potrebbe farti perdere la gara".

Sul piano sportivo si ripartirà con Sam Bird in testa alla classifica piloti (in virtù della vittoria in gara-1 e del 5° posto di gara-2) davanti a Vergne e Rosenqvist, mentre i contendenti al titolo della passata stagione Buemi e Di Grassi saranno chiamati a riscattare un primo weekend decisamente negativo per entrambi. Si attendono conferme anche da Edoardo Mortara, brillantissimo in terra asiatica, così come da Luca Filippi. Sul fronte piloti sono da segnalare l'ingresso di Tom Blomqvist nel team Andretti al posto del giapponese Kobayashi e quello di Jose Maria Lopez alla Dragon in sostituzione di Neel Jani.

Piatto forte del weekend marocchino sarà anche la sessione di test riservata ai rookie (QUI la Entry List) con ai nastri di partenza i nostri portacolori Antonio Giovinazzi e Andrea Cardarelli che guideranno rispettivamente per DS Virgin e Dragon Racing. 

MRK MAP wKEY

Questo il programma di Domenica 14 Gennaio (orari italiani): 

Ore 09.00-11.30: Free Pratice

Ore 13.00: Qualifiche (Diretta Tv su Italia 1 e Italia 2 a partire dalle 12.45)

Ore 17.00: Gara (Diretta Tv su Italia 1 e Italia 2 a partire dalle 16.30)

Vincenzo Buonpane

 

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies