Altro giro, altra corsa. Dopo aver peregrinato in Cile (3 febbraio) e in Messico (3 marzo) continua il tour americano della Formula E, che domani sarà di scena in Uruguay per l’ePrix di Punta del Este, uno dei principali poli turistici del paese, definitiva non a caso per la sua bellezza la Montecarlo del Sud America. Un ritorno in calendario dopo tre anni di assenza quello della corsa uruguaiana, la cui pista cittadina si sviluppa in prossimità del lungomare e presenta un layout “variegato” di chicane lente e veloci, che ha preso in corsa il posto della gara brasiliana di San Paolo. 

La vettura di Formula E per la prossima stagione, la famosa “Gen2”, altrimenti nota come la “Batmobile”, è realtà. Dopo gli annunci e le immagini computerizzate, il nuovo oggetto del desiderio di team, piloti ed appassionati ha ufficialmente preso forma e potrà essere osservato, a grandezza naturale, presso i padiglioni del Salone dell’automobile di Ginevra 2018.

Va a Felix Rosenqvist la pole position dell'e-prix in corso di svolgimento a Città del Messico. Lo svedese, dopo aver terminato in seconda posizione la qualifica, nella Super Pole non ha sbagliato niente conquistando un importantissima prima posizione in ottica mondiale. Solo 7° l'attuale leader della classifica iridata, Jean Eric Vergne, chiamato ad una gara di rimonta così come Sam Bird che a causa della penalità da scontare scatterà dall'ultima fila. Sorte analoga per il suo compagno di squadra, Alex Lynn, che autore di un'ottima qualifica (3° assoluto) dovrò partire 10 posizioni più indietro per la sostituzione del cambio avvenuta a Santiago del Cile.  

Il team cinese conquista la prima doppietta della sua storia (e della Formula E) con il francese che partito dalla pole nel finale deve contenere gli attacchi del compagno di squadra Lotterer. Giornata da dimenticare per il team Audi, con entrambi i piloti fuori dalla gara, e per i nostri Luca Filippi ed Edoardo Mortara piuttosto in ombra e autori di una gara alquanto anonima. Prossimo appuntamento per la Formula E il 3 marzo in Messico

Daniel Abt vince a Città del Messico dopo una gara che non è stata avara di colpi di scena. Il tedesco dell'Audi è stato abile a sfruttare il cambio vettura, uscendo per primo dalla pitlane e andando a vincere indisturbato il suo primo e-prix stagionale davanti a Oliver Turvey e Sebastian Buemi. Gara da dimenticare per il poleman Felix Rosenqvist, autore della Superpole, che ritiratosi al giro 34 vede allungare a 21 punti lo svantaggio in classifica iridata da Jean Eric Vergne, quinto al traguardo

Dopo un mese esatto di pausa, la Formula E torna in pista domani all’Autodromo Hermanos Rodriguez, una pista permanente ma dalla conformazione diversa rispetto a quella che ospita il Mondiale di Formula 1. L'ePrix di Città del Messico, quinto appuntamento stagionale, vedrà la serie riservata a monoposto elettriche entrare più che mai nel vivo di una stagione che già dalle prime battute ha regalato brividi ed emozioni.

Jean Eric Vergne centra la Super Pole nell’ePrix di Santiago, pista all’esordio nella categoria elettrica. Il pilota francese di Techeetah ha realizzato la migliore prestazione in 1’19”161, precedendo per poco meno di due decimi la Reanult e.dams di Sebastien Buemi. Terzo tempo amaro per il campione del mondo in carica Lucas Di Grassi. Infatti il pilota brasiliano dell’Audi sarà costretto a scontare 10 posizioni di penalità per la sostituzione dell’inverter, già cambiato nella precedente tappa di Marrakech.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies