La casa tedesca ha ufficializzato tramite un comunicato la propria partecipazione come costruttore alla stagione numero cinque della serie elettrica, andando così ad affiancare altri grandi costruttori come Audi, Renault e Jaguar. In attesa che anche Ferrari e Mercedes possano decidersi, prima o poi, a compiere il grande passo verso la serie diretta da Alejandro Agag.

Il brasiliano del team Audi Sport ABT trionfa sul circuito di Città del Messico, dopo che un contatto nelle fasi iniziali della corsa lo aveva costretto ad una sosta ai box con conseguente ultimo posto. Dietro il brasiliano, che trionfò anche l'anno passato salvo poi subire una squalifica per essere stato trovato con la vettura sottopeso dopo la gara, il francese Eric Vergne che proprio nel finale è riuscito a conquistare la piazza d'onore davanti a Sam Bird. Buon 10° posto per l'idolo locale, e al debutto, Esteban Gutierrez, mentre ha chiuso solamente al 13° posto il leader della classifica mondiale Sebastian Buemi.

Al Mobile World Congress, tenutosi a Barcellona qualche giorno fa, non sono stati presentati solo i nuovi smartphone e dispositivi tecnologici che vedremo nel corso dell'anno, ma anche qualcosa che riguarda molto da vicino il mondo delle competizioni: stiamo parlando della prima Robocar. Essa darà infatti vita al primo campionato a guida autonoma: la Roborace, che farà da contorno alle gare di Formula E.

Alla vigilia del terzo appuntamento stagionale della Formule E a Buenos Aires, abbiamo intervistato il giovane pilota svedese Felix Rosenqvist, esordiente nella serie, per una chiacchierata sul proprio positivo debutto nel campionato riservato alle monoposto elettriche. Il 25enne scandinavo, infatti, disputa il campionato con la vettura del team Mahindra ed ha già ottenuto un brillante secondo posto, una pole position ed un giro veloce in sole due gare disputate. Abbiamo quindi chiesto a Rosenqvist che cosa ne pensasse del proprio esordio, ma anche che cosa si aspetta da questa sua nuova avventura nella Formula E.

Con uno shakedown sul circuito belga di Zolder e con la presentazione a Ginevra, avvenuta in occasione del Congresso Europeo delle vetture ibride ed elettriche, è partito ufficialmente il progetto Formulino E. Nelle intenzioni di Thierry Deflandre, quest'ultima dovrebbe diventare la serie di supporto della categoria regina, sulla falsariga di quanto fa attualmente la Formula 2 per la Formula 1, con la prima gara che potrebbe partire già da quest'anno.

Anche a Buenos Aires, dopo i successi di Hong Kong e Marrakesh, Sebastien Buemi conquista una vittoria agevole incrementando il suo vantaggio nella classifica iridata e portandolo a 29 punti di vantaggio su Lucas Di Grassi, partito dalla pole position e giunto terzo al traguardo. Dietro lo svizzero del team e-Dams si è piazzato Jean Eric Vergne, che nella seconda parte di gara ha provato anche a recuperare, senza successo, sul battistrada. Prossimo e-prix quello di Città del Messico del 1 aprile.

Dopo circa tre mesi il campionato di Formula E riprende le ostilità con l'e-prix di Argentina in programma sul tracciato cittadino di Buenos Aires. Si riparte dalla doppietta del campione del mondo in carica Sebastian Buemi, trionfatore ad Hong Kong e a Marrakesh e in testa alla classifica a punteggio pieno, con ben 22 lunghezze di margine sul primo degli inseguitori: il brasiliano Lucas Di Grassi.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies