E’ stato un e-Prix carico di emozioni quello romano. Alla fine dei giochi a trionfare ci ha pensato Sam Bird, scattato dalla seconda posizione e autore di una corsa costante che lo ha poi portato alla vittoria grazie al ritiro di Rosenqvist. Brutta giornata per lo svedese, che dopo una fantastica pole position ha visto buttare via la sua gara toccando il muro e rompendo così una sospensione posteriore. Decima posizione per Edoardo Mortara; poco più arretrato invece Luca Filippi, tredicesimo.

Sono appena terminate le qualifiche che hanno determinato la griglia di partenza dell’e-Prix di Roma. Tanto spettacolo e tanti colpi di scena hanno alla fine sancito la pole position di Felix Rosenqvist, autore di un giro a dir poco perfetto nel corso della superpole. Con un tempo di 1:36.311, infatti, il pilota svedese ha preceduto di ben sette decimi di secondo Sam Bird, che scatterà proprio al suo fianco. Qualifica disastrosa per i beniamini di casa Edoardo Mortara e Luca Filippi, rispettivamente diciassettesimo e diciottesimo.

Archiviato il trittico di appuntamenti latino-sudamericani (Santiago, Città del Messico, Punta del Este), che ha segnato anche il giro di boa della stagione, la Formula E riparte sabato dall’attesissima trasferta di Roma, all’esordio assoluto nella categoria elettrica. Il tracciato della Capitale, presentato in grande stile qualche mese fa, si snoderà nella zona dell’Eur, per un totale di 21 giri, con le monoposto che scatteranno da Via Cristoforo percorrendo la zona intorno all’Obelisco di Marconi avendo sullo sfondo il Palazzo della Civiltà Italiana, ribattezzato anche come Colosseo quadrato.

E' stata diramata nel pomeriggio odierno la entry list della stagione sei della Formula E che vedrà la partecipazione di 11 costruttori tra cui le new entry Mercedes e Porsche oltre alle già annunciate Penske e Bmw. Un bel segnale da parte della Case Costruttrici verso un movimento che sta prendendo sempre più piede tra gli appassionati, come dimostrato dal recente sold out della tappa italiana di Roma.

Dopo i primi sei appuntamenti stagionali già andati in archivio, la Formula E è pronta a sbarcare in Europa, e più precisamente a Roma, dove domani si terrà il primo e-prix italiano in assoluto. L’aria che si respira nella capitale è quella di una città pronta ad accogliere questo grande evento motoristico, con le strade dell’EUR recintate e riasfaltate per l’occasione. Domattina si scenderà in pista, ma le attività sono già cominciate oggi con lo shakedown.

L’ex campione di Formula 1 Nico Rosberg, ritiratosi dalla massima serie automobilistica dopo aver conquistato l’iride nel 2016, torna a sedersi all’interno di una monoposto. Affascinato e coinvolto dal punto di vista personale e finanziario nella serie creata da Alejandro Agag, guiderà in patria per un'esibizione, in occasione dell’E-Prix del 19 maggio 2018, l’avveniristico modello che calcherà i circuiti cittadini di tutto il mondo a partire dalla prossima edizione del campionato “full electric”.

Con quest’ultimo successo ottenuto a Punta del Este, in Uruguay, Jean Eric Vergne è riuscito ad allungare ulteriormente nella classifica del mondiale di Formula E, portando da 12 a 30 punti il suo vantaggio sul primo degli inseguitori, Felix Rosenqvist. Il pilota svedese, nonostante la brutta qualifica che lo ha relegato al quattordicesimo posto, è riuscito a risalire la classifica grazie ad una gara condotta in maniera praticamente perfetta.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies