Lo svizzero dell'e-dams Renault anche in terra transalpina si conferma l'autentico dominatore della categoria, conquistando la quinta vittoria su sei gare disputate. Dietro di lui il sempre più costante Josè Maria Lopez, con Nick Heidfeld a chiudere il podio. Giornata da dimenticare per il team ABT Schaeffler Audi Sport che nel finale perde entrambi i piloti, con Di Grassi che ora accusa 43 punti dalla classifica iridata.

La Formula E si prepara ad affrontare il primo back to back della sua storia con la gara parigina che segue di una sola settimana quella monegasca. Sebastian Buemi, dominatore incontrastato della stagione, cercherà di regalare al team francese la prima vittoria in terra francese, dopo il podio della scorsa stagione nell’edizione vinta da Luca Di Grassi. Lodevole iniziativa da parte di tutti i piloti per lo sfortunato pilota diciassettenne Billy Monger, che ha subito l’amputazione di entrambe le gambe dopo l’incidente del 16 aprile a Donington Park.

È stato il sabato di Sebastien Buemi. Lo svizzero della Renault e.Dams ha letteralmente dominato l’appuntamento di Monaco e dopo aver marcato le migliori prestazioni nelle prove libere e in qualifica, conquistandola pole, si è confermato anche in gara conquistando l’ePrix nella splendida cornice del Principato. Un successo, il quarto in stagione, che permette a Buemi di consolidare la leadership iridata, aumentando il vantaggio su Lucas Di Grassi (giunto 2°) salito ora a 15 punti. Ad occupare il gradino più basso del podio c’è Nick Heidfeld, che ha preceduto Nelson Piquet jr autore di un incidente con Jean Marie Vergne, costato il ritiro a quest'ultimo. Guadagna un punticino Nicolas Prost, arrivato 10° e costretto alla rimonta dopo l’errore commesso in qualifica che lo ha fatto partire dalla piazzola numero 19. 

La casa tedesca ha ufficializzato tramite un comunicato la propria partecipazione come costruttore alla stagione numero cinque della serie elettrica, andando così ad affiancare altri grandi costruttori come Audi, Renault e Jaguar. In attesa che anche Ferrari e Mercedes possano decidersi, prima o poi, a compiere il grande passo verso la serie diretta da Alejandro Agag.

La Formula E è tornata in Europa per il quinto appuntamento della Stagione 2017 sul tracciato di Montecarlo. E' stata un'occasione perfetta per vedere dal vivo una gara del Campionato di una Serie che rappresenta un interesse globale, pur essendo ancora un evento di nicchia, se confrontato a Formula 1 o Mondiale Prototipi. Saremo...onesti sin dall'inizio ed esordiremo descrivendo la nostra base di riferimento: il nostro primo (e unico) ePrix vissuto in diretta televisiva ci aveva incollato al divano per il sonno, principalmente per ragioni di fuso orario, dato che la partenza della gara da Città del Messico era avvenuta a mezzanotte (ovviamente ora italiana).

Con la mozione approvata dal Comune e le dichiarazioni del CEO della serie, Alejandro Agag, Roma sembra essere davvero ad un passo dal poter entrare nel prossimo calendario della Formula E. La gara potrebbe essere disputata la prossima primavera e su un layout già definito, che ha già superato lo studio di fattibilità. La manifestazione si collocherebbe nell'ambito di una serie di eventi che prevederanno due settimane dedicate alla sostenibilità ambientale.

Il brasiliano del team Audi Sport ABT trionfa sul circuito di Città del Messico, dopo che un contatto nelle fasi iniziali della corsa lo aveva costretto ad una sosta ai box con conseguente ultimo posto. Dietro il brasiliano, che trionfò anche l'anno passato salvo poi subire una squalifica per essere stato trovato con la vettura sottopeso dopo la gara, il francese Eric Vergne che proprio nel finale è riuscito a conquistare la piazza d'onore davanti a Sam Bird. Buon 10° posto per l'idolo locale, e al debutto, Esteban Gutierrez, mentre ha chiuso solamente al 13° posto il leader della classifica mondiale Sebastian Buemi.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies