Tra poco più di quindici giorni prenderà il via la stagione 5 della Formula E, una sorta di spartiacque e di taglio netto con il recente passato. Oltre alle avveniristiche vetture Gen2 e al nuovo format del weekend, è pronto al debutto anche l'Attack Mode, un surplus di potenza che tutti i piloti potranno attivare per un numero limitato di volte e in una determinata zona del tracciato. Ma vediamo nel dettaglio come funzionerà questa novità, che pone la serie elettrica come una categoria costantemente alla ricerca di novità e soluzioni spettacolari.

Nella giornata di oggi, a poco meno di un mese dal via della stagione, è stata diramata la entry list dei test che la Formula E svolgerà sul circuito cittadino di Riyad, il giorno successivo alla disputa del primo e-prix stagionale. Tra i vari nomi spiccano quelli di ben sette rappresentanti del gentil sesso, tra cui la prima donna pilota araba: Amna Al Qubaisi sarà infatti al volante della Virgin, ed insieme a lei saranno presenti in pista le debuttanti Tatiana Calderon, Carmen Jorda, Beitske Visser e Jamie Chadwick.

Nell'ultima giornata di test a Valencia, a svettare su tutti è sempre la Bmw Andretti. Il team tedesco si è imposto sia nella sessione mattutina, svoltasi in condizioni di pista umida, con Antonio Felix Da Costa, sia nel pomeriggio, quando Alexander Sims ha preceduto la Techeetah di Jean Eric Vergne e la Jaguar di Mitch Evans, realizzando il tempo più rapido della tre giorni. Buona la prestazione per il nostro Antonio Fuoco, mentre ha girato con continuità anche Oliver Rowland chiamato dalla Nissan in sostituzione di Alexander Albon.

Nella prima giornata di test sul circuito Ricardo Tormo di Valencia, il più veloce è stato Alexander Sims che, con la sua Bmw Andretti, ha fermato il cronometro sul tempo di 1:17.553 ottenuto nella sessione pomeridiana, dopo che anche al mattino era stato il più rapido. A testimoniare l'ottimo stato di forma del team tedesco, il terzo posto dell'altro portacolori Antonio Felix Da Costa davanti ad Andrè Lotterer e alle due Audi di Lucas Di Grassi e Daniel Abt. Esordio sfortunato per il nostro Antonio Fuoco, impossibilitato a girare a causa di problemi al cambio, mentre si è dovuto accontentare della 20a posizione Stoffel Vandoorne.

La seconda giornata dei test prestagionali di Valencia, sul circuito Ricardo Tormo, ha visto primeggiare nella mattinata nuovamente la Bmw Andretti che, con Da Costa, ha migliorato di quasi sette decimi il tempo fatto registrare ieri dal compagno di squadra Sims, precedendo la Techeetah di Jean Eric Vergne e la Mahindra di Jerome D'Ambrosio. Pomeriggio dedicato alle simulazioni gara, dove il duello tra Audi e Bmw è stato vinto dalla prima con Lucas Di Grassi davanti ad Alexander Sims.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies