Arriva dal suo profilo Instagram il ringraziamento ai fans per i numerosi messaggi ricevuti, ma soprattutto a quel telaio Dallara che le ha salvato la vita. Così Sophia Flersch, reduce dallo spaventoso crash a Macao (che ha coinvolto anche il pilota Sho Tsuboi, un marshall e due fotografi) e dopo un intervento (andato a buon fine) durato ben undici ore, ha postato sui social una foto che la ritrae sorridente e fiduciosa di tornare presto in pista: "Sono sopravvissuta all'operazione, durata 11 ore. Spero che da ora in poi vada tutto bene. Devo rimanere ancora alcuni giorni a Macao, finchè non sarò in grado di spostarmi. Voglio ringraziare i fans per ogni singolo augurio, che ho cominciato a leggere".

Giungono notizie fortunatamente rassicuranti sulle condizioni di Sophia Floersch, la 17enne pilota tedesca del team Van Amersfoort Racing protagonista nella giornata di ieri di un terrificante incidente nel corso del Grand Prix di Macao. Dopo essere stata sottoposta nella mattinata odierna ad un intervento chirurgico durato sette ore, per la Floersch sono state escluse lesioni al midollo spinale: ad attenderla ora ci sarà una lunga riabilitazione, mentre continua l’analisi di quanto accaduto per accertare eventuali responsabilità e studiare interventi in vista del futuro.

Va a Dan Ticktum la vittoria della gara di qualificazione del FIA F3 World Cup di Macao: dopo aver ottenuto la pole position della qualification race, abbattendo anche il precedente record della pista, il pilota londinese porta a casa anche questo successo quasi indisturbato. Si, perchè a tentare di mettergli i bastoni fra le ruote, nei 10 giri a disposizione sono dapprima Callum Ilott, che al pronti-via sale al comando e poi Joel Eriksson, che tenta il tutto per tutto per raggiungerlo, effettuando due sorpassi ai danni di Sacha Fenestraz e dello stesso Ilott... senza trascurare un cane che attraversa il circuito di Guia, rischiando di farsi prendere sotto proprio dal vincitore.

Dal 2019 prenderà vita il nuovo campionato FIA Formula 3, nato dall'unione tra la GP3 ed il campionato europeo di Formula 3, che con la FIA F2 farà il prossimo anno da contorno alla Formula 1. I team che si presenteranno in griglia saranno dieci e tra di essi anche due scuderie italiane: si tratta del team Prema e del team Trident, che come la maggior parte delle squadre partecipanti disputano già la serie cadetta.

E' stata un'edizione del Macau Grand Prix in cui il risultato sportivo passa decisamente in secondo piano, dopo il terrificante incidente occorso a Sophia Floersch. La vettura del team Van Amersfoort Racing, guidata dalla 17enne tedesca, nel corso del giro 4, e per cause ancora da chiarire, è letteralmente decollata impattando violentemente contro le barriere di protezione poste all'esterno della curva Lisboa, causando il ferimento di due commissari di percorso ed un fotografo. Il primo bollettino medico parla di pilota cosciente e parametri vitali stabili, ma anche di una possibile frattura spinale. 

Ancora una volta Mick Schumacher vs Dan Ticktum. Ancora una volta Prema Power team vs Motopark team. Dopo lo scontro nel campionato di FIA F3, la sfida per piloti e team della categoria cadetta si rinnova nel prestigioso GP di Macao, in programma questo weekend sul cittadino di Guia. Ben 28 vetture quest'anno al via e un programma, per la serie a ruote scoperte, che come di consueto prevede una sessione di libere e di qualifiche al giovedì e al venerdì, la gara di qualificazione (composta da 10 giri) del sabato e la corsa vera e propria della domenica, composta invece da 15 giri. 

Il sipario sul FIA F3 si chiude con la vittoria di Robert Shwartzman davanti al neo ed ultimo campione della terza serie, Mick Schumacher, seguito da Alex Palou, Ralf Aron e Dan Ticktum, vice campione della serie. La classifica generale invece cambia ancora dopo l'ultimo appuntamento: se Mick Schumacher chiude con 365 punti e Ticktum con 306, è proprio Shwartzman a salire al terzo posto con 294 ai danni di Vips, che nella gara di oggi ha chiuso decimo dopo una rimonta e che chiude con 283 punti seguito da Marcus Armstrong, fermo a 260 punti dopo questo weekend di Hockenheim a causa dei tre zeri rimediati.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies