Le impressioni raccolte in merito alle nuove mescole che equipaggeranno le varie scuderie di Formula 1 nel corso della prossima annata sembrano essere positive, almeno a giudicare dai primi riscontri giunti dal paddock di Abu Dhabi. I vari team hanno avuto a disposizione le cinque tipologie di compound previste, al fine di poter effettuare prove comparative con le sei mescole utilizzate nel corso della stagione appena conclusa. Una valanga di dati da analizzare attende ora gli uomini Pirelli, in vista della prima nomination per Melbourne e soprattutto dell'omologazione finale prevista entro il 1° Dicembre.

Dopo Gran Premi con strategie pressoché obbligate e identiche, finalmente per la gioia della Pirelli (un po’ meno per gli spettatori), si è assistito ad una gara con diverse chiavi di lettura dove ogni team ha potuto percorrere una strada differente. Complice il circuito cittadino di Singapore in molti hanno visto come unica possibilità di risalire la classifica quella di utilizzare strategie differenti e, in alcuni casi, ardite; purtroppo non tutte hanno pagato e, come se non bastasse, alla fine abbiamo assistito ad una corsa al risparmio degli pneumatici, dei consumi e delle Power Unit.

Sarà Lewis Hamilton a partire dalla pole position del Gran Premio del Belgio, con in seconda posizione il suo grande rivale nella corsa al titolo Sebastian Vettel. La seconda fila è tutta Force India con Ocon e Perez davanti all'altra Ferrari di Kimi Raikkonen,solo sesta, e davanti al duo Redbull, con Verstappen che precede Ricciardo.

Sarà la Ferrari di Sebastian Vettel a partire dalla pole position del Gp di Germania, con a fianco l'unica Mercedes approdata nel q3, quella di Valterri Bottas. Seconda fila aperta dalla Ferrari del finlandese Kimi Raikkonen, che scatterà terzo, quarta posizione per la Red Bull di Max Verstappen con Hamilton, in settima fila, e Ricciardo, che partirà dal fondo dello schieramento, chiamati alla grande rimonta.

La partenza del Gran Premio di Singapore sarà molto complicata da gestire, visto anche il precedente della passata stagione, con una prima curva che arriva molto presto. Sarà fondamentale quindi lo scatto dei primi metri, per arrivare davanti all'avversario in curva 1. Sul circuito di Marina Bay non è facile sorpassare,quindi assumeranno grande valore le scelte strategiche adottate dai vari muretti box, in una delle gare più lunghe del Mondiale.

Ancora una volta sarà una prima fila tutta Mercedes, quella del Gran Premio d’Austria, che si disputerà domani sul Red Bull Ring. Pole position per Valtteri Bottas, con il compagno di squadra Lewis Hamilton che scatterà al suo fianco. All’inseguimento del duo Mercedes ci sono le due Ferrari con Vettel che partirà in terza posizione e Kimi Raikkonen in quarta. Max Verstappen apre la terza fila con il quinto tempo, davanti a un superbo Romain Grosjean. Solamente settimana posizione per la RB14 numero 3 di Daniel Ricciardo.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies