On The Road: consigli utili per affrontare i lunghi viaggi delle vacanze estive

Eventi e notizie

Le tanto attese vacanze estive di avvicinano e molti scelgono l'automobile per raggiungere le mete prescelte. Ecco allora alcuni consigli utili prima di mettersi su strada all'insegna della sicurezza e con un occhio anche al portafogli, dalla cura dell'auto passando per gli aspetti burocratici.

La cura dell'automobile, per l'appunto, non è solo per chi ne è "amante" ma diventa per tutti quasi un obbligo quando ci si appresta a percorrere tanti km sotto il solleone che bacia la nostra bella penisola in questo periodo dell'anno. Per una vacanza serena occorre sottoporre la propria auto ad alcuni controlli: tagliando, pneumatici, climatizzatore e regolarità della burocrazia della propria auto sono i diktat di questo periodo. 

Tenere sotto controllo gli pneumatici è sicuramente il consiglio più prezioso che possiamo dare. Un appuntamento dal gommista di fiducia può aiutarvi a prendere la giusta strada. Il Codice della Strada indica in 1,6 mm lo spessore minimo del battistrada ed un esperto può facilmente misurarlo e dirvi se rispettate la legge e, non sicuramente di secondaria importanza, se gli pneumatici sono sicuri. Ricordiamo anche che pneumatici datati, seppur con battistrada entro i limiti di legge, perdono la loro elasticità non garantendo la perfettamente tenuta di strada. Tutti gli pneumatici omologati, infatti, riportano sulla spalla il codice DOT che indica mese ed anno di produzione. Ci sentiamo di consigliare una durata massima di 4 anni su vetture parcheggiate sempre in garage e che non siano state parcheggiate per lungo periodo a diretto contatto con gli agenti atmosferici. Non dimenticate di controllare la pressione degli pneumatici soprattutto se la vostra auto non è dotata di appositi sensori atti a tenere sotto controllo questo dato fondamentale, 

Un altro aspetto da tener presente è la manutenzione meccanica ed elettrica della vostra autovettura. Ricordatevi di sottoporre la vostra autovettura ad un check-up da un professionista, la manutenzione fai da te spesso è controproducente. Non bisogna solo fare attenzione al cambio dell'olio motore e del suo filtro ma anche del filtro del carburante e, soprattutto, dell'impianto di raffreddamento del gruppo motopropulsore, con tutte le auto ibride che ci sono è giusto chiamarlo così, ma anche dell'abitacolo. Quindi radiatore efficiente e con la giusta quantità di liquido ma anche impianto di climatizzazione efficiente per evitare estenuanti "saune" al volante. Secondo un'indagine americana guidare con una temperatura alta dell'abitacolo ha gli stessi effetti dell'alcool. Non da trascurare è l'impianto elettrico delle autovetture, oggi sempre più sofisticate e sensibili; un meccanotronico è quello che fa per voi insomma. Sarà sicuramente in grado di valutare nel complesso l'auto andando a controllare anche l'impianto frenante, pastiglie, dischi e l'intero impianto. Ma anche perfetto funzionamento di luci abbaglianti ed anabbaglianti, stop ed indicatori di direzione. Ricordiamo che questi sono il mezzo con il quale si manifesta la volontà di voler cambiare, appunto, direzione del proprio senso di marcia, utilizzarli non è semplicisticamente un obbligo di legge ma rende la guida davvero sicura. Unica operazione che consigliamo per il fai da te è il rabbocco della vaschetta del liquido lavavetri.

Abbiamo citato l'aspetto burocratico. Dunque attenzione alla revisione ed alla copertura assicurativa. Il Codice della Strada impone la revisione dopo 4 anni dalla prima immatricolazione delle autovetture e successivamente con cadenza biennale. Ci sono molte App utili per ricordare di non saltare questo importante appuntamento che vi farà risparmiare una sanzione da 169,00 a 336,00 euro con annotazione sulla carta di circolazione e la possibilità di spostare l'auto solo per recarsi presso la Motorizzazione per regolarizzare l'obbligo di revisione. Se poi si circola senza recarsi in MCTC il Codice prevede 1.959,00 euro di multa oltre al fermo amministrativo per 60 giorni. In caso di controlli, se sprovvisti di revisione gli autoveicoli posso anche essere inibite alla circolazione su alcune categorie di strade, come le autostrade. Ricordatevi di controllare la scadenza dell'associazione R.C. e se state per recarvi all'estero, controllare bene il contratto stipulato con la vostra compagnia per evitare che vi siano clausole per le quali ci può essere una limitazione della copertura in determinati paesi, soprattutto extra Unione Europea.

Questi sono consigli su come preparare le autovetture ad affrontare lunghi viaggi ma i consigli più preziosi sono senza dubbio rivolti ai conducenti. Guidare senza essere sotto l'effetto di stupefacenti ed alcool è un obbligo di legge ma anche e soprattutto un obbligo morale. Un amaro o una grappa dopo i pasti posso essere deleteri. Essere riposati è, invece, salutare oltre che fondamentale. Rispettare la segnaletica ed i limiti imposti può risultare utile ad evitare multe ed inutili rischi, soprattutto su strade che non si conoscono. Sorpassare solo dopo essersi assicurati di avere gli spazi giusti. A proposito di spazio, rispettate la distanza di sicurezza. Le strade e le autostrade non sono il posto giusto per provare a prendere la scia della vettura che precede. Prudenza è la parola d'ordine. Non dimenticate di rinnovare la patente. Utilizzare il telefono cellulare solo con vivavoce e con mani libere ma attenzione a non distrarsi comunque. Utili sono le App che segnalano i flussi di traffico ed il meteo ma non lasciatevi distrarre, fatevi aiutare dal vostro navigatore, solo così potrete essere veri piloti in materia di sicurezza. Buon viaggio a tutti nel rispetto degli altri e del codice della strada!

Fabrizio Crescenzi

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies