Nel fine settimana in cui è andata in scena la 24h di Le Mans, anche il DTM è ritornato in pista per il terzo appuntamento stagionale. Il primo appuntamento lontano dalla terra tedesca si è svolto a Budapest, dove, rispetto ai primi due round, le carte in tavola sono state totalmente rimescolate. Nella prima corsa di sabato, infatti, a svettare è stata la Mercedes Paul Di Resta, aiutato anche da un ingresso della safety car, mentre nella gara domenicale René Rast si è imposto al volante della sua Audi RS5, prendendosi anche la ledership del campionato. La classifica vede ora il tedesco a quota 70 punti, soltanto uno in più di Lucas Auer, il quale cede dunque il momentaneo “scettro”.

Si è appena concluso un altro weekend di corse per il DTM, con il secondo round del campionato che è andato in scena al Lausitzring. Come già avvenuto nell’appuntamento inaugurale di Hockenheim di due settimane fa, anche questa volta le vittorie delle due corse sono andate a Lucas Auer e Jamie Green, rispettivamente vincitori di gara-1 e gara-2. I due, inoltre, mantengono le prime due posizioni in classifica piloti, con l’austriaco in vantaggio però di 16 punti grazie anche ai buoni risultati ottenuti in qualifica.

Questo fine settimana, sullo storico circuito di Hockenheim, in Germania, ripartirà il celebre campionato tedesco del DTM. Al primo anno della nuova gestione da parte di Gerhard Berger, le novità messe in atto non sono affatto poche. Oltre alle novità regolamentari apportate alle vetture, altri importanti idee sono state promulgate dal punto di vista del format, il tutto al fine di migliorare lo spettacolo ed attrarre una porzione di pubblico sempre più ampia.

L’ex-pilota di Formula 1 Gerhard Berger è il nuovo presidente della Internationalen Tourenwagen Rennen e.V, ovvero dell’organizzazione tedesca che si occupa di organizzare il DTM. L’ufficialità di questa notizia è arrivata proprio nelle scorse ore, ed è di particolare importanza soprattutto se si considera che il 57enne austriaco andrà a sostituire Hans Werner Aufrecht, capo della serie fin dal 1984, anno in cui egli stesso la ideò.

Grande spettacolo nel primo weekend stagionale del DTM. Sul circuito tedesco di Hockenheim, infatti, è andato in scena il primo dei nove appuntamenti previsti per quest’anno della famosa serie tedesca, che ha regalato forti emozioni in entrambe le corse di questo fine settimana. A trionfare ci hanno pensato prima Lucas Auer, che ha praticamente dominato il sabato, e Jamie Green, che ha portato subito al trionfo l’Audi in una rocambolesca domenica caratterizzata anche dalla pioggia.

In attesa del grande inizio della stagione previsto agli inizi di maggio, il DTM è tornato in pista in questo inizio settimana per l’ultima sessione di test pre-stagionali. Proprio sul circuito di Hockenheim, dove si svolgerà il primo round stagionale, Audi, BMW e Mercedes hanno messo alla prova i propri bolidi per un’ulteriore tre giorni di test, dopo le passate sessioni di Portimao e Vallelunga. Grazie alle nuove vetture, notevolmente più potenti di quelle dello scorso anno, il pilota Mercedes Gary Paffett è riuscito persino ad infrangere il record della pista tedesca.

In attesa dell’inizio della stagione 2017, anche per il DTM si sono accesi i motori. Dopo la prima uscita annuale di Portimao, infatti, da martedì 14 a giovedì 16 marzo la serie tedesca è tornata in azione sul circuito di Vallelunga, dove si è svolta la seconda delle tre sessioni di test pre-stagionali previste prima della tappa inaugurale di Hockenheim. Le tre case partecipanti al campionato (Audi, BMW e Mercedes), hanno avuto quindi modo di poter vedere i risultati del lavoro effettuato durante l’inverno, caratterizzato dalle numerose novità regolamentari.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies