Manca davvero poco alla presentazione delle nuove vetture di Formula 1, cui seguiranno subito i test a Barcellona, e già si parla di quali saranno i team favoriti o sfavoriti da questo nuovo cambio di regolamento a livello aerodinamico. Ricordiamo che in FIA hanno cercato di limitare la deportanza generata dalle superfici alari, rendendo meno difficile guidare in scia e, di conseguenza, facilitare i sorpassi.

A Mondiale di Formula 1 non ancora finito, i team Mercedes e Toro Rosso si sono proiettati oltre andando a raccogliere dati importanti in vista della prossima stagione. Non è una prassi nuova raccogliere i dati durante i weekend di gara, soprattutto dopo l’abolizione dei test stagionali, ma solitamente ciò avviene nel venerdì durante le prime prove libere. Questa volta, a campionato ormai chiuso, i due team hanno bardato di sensori le rispettive monoposto addirittura durante la gara.

Il Circus della Formula 1 si accinge ad affrontare l’ultima tappa della stagione. Con i giochi ormai fatti, tutti i team sono già focalizzati sul prossimo anno, considerando che nei giorni successivi al Gp ci saranno gli ultimi test stagionali. Per quanto riguarda il tracciato di Yas Marina lo si può definire da medio-alto carico: con un tratto veloce, formato da due lunghi rettilinei, e uno più lento con numerose curve ad angolo retto. Trovare il giusto compromesso è difficile: la monoposto deve essere settata in modo da essere reattiva nelle curve lente, agendo sul carico aerodinamico, e il molleggio delle sospensioni, ma, al contempo, non deve pagare in resistenza aerodinamica sui rettilinei cercando di generare carico dal fondo piatto.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies