Il duro faccia a faccia andato in scena domenica scorsa al termine del Gran Premio del Brasile tra Max Verstappen ed Esteban Ocon, con l’olandesino che ha rifilato evidenti spintoni al collega francese della Force India a causa dell’incidente verificatosi nel corso del 44.mo giro di gara che lo ha privato di una vittoria (quasi) certa e meritata, è l’ultimo episodi di una lunga serie che ha visto campioni illustri perdere completamente le staffe. La nostra redazione ne ha selezionati alcuni tra i più clamorosi che si ricordano ancora oggi a distanza di anni.

Mancano ormai poche ore al via del GP Brasile e come antipasto vi proponiamo gli episodi e i protagonisti che hanno caratterizzato le gare disputate nel paese sudamericano nel suo lungo rapporto con la Formula 1. Una lunga storia iniziata nel lontano 1975, quando Carlos Pace conquistò la sua prima ed unica vittoria in una gara ufficiale di Formula 1 e proprio nella pista di casa. Il pilota brasiliano, al quale nel 1985 sarebbe stato intitolato il circuito di Interlagos, in tale occasione riuscì nell'impresa al volante della Brabham BT44B: partito dalla sesta posizione, riuscì a risalire durante le fasi della gara fino alla seconda posizione. Ad aiutare Pace intervenne il problema all’alimentazione sulla monoposto di Jarier che gli aprì le porte verso la sua prima ed unica vittoria.

Oggi compie 50 anni un grande protagonista della Formula 1 a cavallo tra gli anni '90 e i 2000. Si tratta di Mika Hakkinen, campione e gentiluomo che ha segnato la storia della categoria conquistando due titoli mondiali, ma anche grazie alla sua rivalità con Michael Schumacher che ha infiammato i tifosi di tutto il mondo. Una storia fatta di successi, cadute e risalite, segnata anche dal drammatico incidente di Adelaide che nel 1995 lo fece finire in coma. Un uomo di grande determinazione e forza di volontà, ma al tempo stesso fragile e vulnerabile, come evidenziato dalle "celebri" lacrime di Monza.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies