Oggi compie 50 anni un grande protagonista della Formula 1 a cavallo tra gli anni '90 e i 2000. Si tratta di Mika Hakkinen, campione e gentiluomo che ha segnato la storia della categoria conquistando due titoli mondiali, ma anche grazie alla sua rivalità con Michael Schumacher che ha infiammato i tifosi di tutto il mondo. Una storia fatta di successi, cadute e risalite, segnata anche dal drammatico incidente di Adelaide che nel 1995 lo fece finire in coma. Un uomo di grande determinazione e forza di volontà, ma al tempo stesso fragile e vulnerabile, come evidenziato dalle "celebri" lacrime di Monza.

Monza, un luogo magico per ogni appassionato di motorsport, impregnato di storia e di miti come pochi altri circuiti del mondo. Qui sono stati tanti i campioni che hanno inciso il proprio nome accanto a quello del Tempio della velocità, animando delle gare memorabili con quel concetto di perenne sfida tra uomini, macchine e piste che era parte integrante del motorsport di allora. E’ questo il caso dell’edizione 1967 del Gran Premio d’Italia, passata alla storia come una delle gare più significative della storia della F1.

Il Gran Premio d’Italia è da sempre uno degli appuntamenti storici del Mondiale di Formula 1 e in questo lungo rapporto molti campioni del mondo hanno lasciato una propria firma indelebile sul circuito che sorge all'interno del Parco di Monza. L'occasione è dunque ghiotta per andare a ripercorrere alcuni episodi importanti che hanno riguardato da vicino i campioni iridati e questo Gran Premio, capace di scrivere pagine memorabili (e anche dolorose) nella storia della Formula 1.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies