ELMS | A Monza tutti a caccia della Racing Engineering

Altre Ruote Coperte

Dopo l'esordio stagionale al Paul Ricard l'ELMS è pronta a sbarcare in Italia per il suo secondo round, che si correrà nel tempio della velocità. Reduce da una prima gara bella e combattuta, la serie continentale dedicata alle vetture prototipi e GT proporrà una griglia di partenza composta da 43 vetture per le consuete 4 ore di gara. Una corsa che si preannuncia interessante e con tanti protagonisti attesi, dal team Racing Engineering ai vari Dunqueine, G-Drive e i nostri portacolori della Villorba.

 

La squadra spagnola sarà compagine da battere, considerando la grande vittoria del Paul Ricard ottenuta con Nato-Pla-Petit. La loro Oreca 07 #24 sarà quindi una ovvia favorita per la vittoria a Monza, pista che però si presenta ben diversa rispetto al tracciato francese. A complicare la vita al team ex-Gp2, ci proveranno tutti coloro usciti "sconfitti" da Le Castellet, primo fra tutti il team Dunqueine, secondo al traguardo della prima 4 ore dell'anno. La squadra francese, che proprio qualche settimana fa ha corso la sua gara di casa, proverà a riscattare la delusione della mancata vittoria casalinga proprio in Brianza. Incaricati dell'impresa saranno Ragues-Jamin-Panciatici, anch'essi al via con una Oreca 07 motorizzata Gibson.

Voglioso di rivincita sarà indubbiamente anche il team G-Drive, giù dal podio in Francia e vincitore a Monza dodici mesi or sono. I russi si presenteranno con due Oreca e con quella di punta identificata con il numero 26. A guidarla ci saranno Rusinov-Pizzitola-Imperatori, con i primi due reduci dalla vittoria di classe LMP2 nel primo round del WEC a Spa. Tra coloro che militano in entrambi i campionati, particolare attenzione meritano il team Tds, in gara con Vaxiviere-Perrodo-Duval, e Dragonspeed, il quale farà affidamento su Hedman-Hanley-Lapierre. Da non sottovalutare sarà anche Smp, presente con una Dallara P217, portata in gara da un equipaggio tutto russo composto da Shaitar-Isaakyan-Orudzhev; la stessa vettura sarà tra le file anche del team Villorba, unica squadra tricolore presente nella classe regina. La compagine trevigiana sarà rappresentata da Lacorte-Sernagiotto-Nasr. Il brasiliano, ex pilota Sauber in Formula 1, sostituirà lo sfortunato Andrea Belicchi, costretto a dare forfait per problemi fisici.

In classe LMP3 occhi puntati sul team RLR MSport, vincitore al Paul Ricard. Autori del primo successo stagionale sono stati Farano-Garofali-van Uitert, che proveranno a replicarsi a Monza. Se tutto quello verificatosi in Francia dovesse ripetersi anche sul tracciato brianzolo, i principali avversari del team britannico saranno gli alfieri del team di Yvan Muller. Droux-Ferrer-Legerte hanno infatti conquistato un secondo posto di classe sulla loro pista di casa, sulla quale non sono andati altrettanto bene gli uomini dell'Oregon Team. Per la squadra bergamasca non ci sarà quindi occasione migliore della propria gara di casa per centrare un buon risultato. In una classe monopolizzata dalle Ligier, l'unica squadra tricolore presente in LMP3 correrà con una Norma M30, al volante della quale si alterneranno Mateu-Mendez-Ponzio. Se la presenza dei team italiani non è particolarmente affollata per le classi riguardanti i prototipi, il discorso è diverso per quanto riguarda i nostri piloti, soprattutto in classe LMP3. Giorgio Mondini ed Andrea Dromedari saranno infatti protagonisti con le Ligier della Eurointernational, terza al Paul Ricard, mentre Luca Demarchi sarà schierato tra le file del team polacco Inter Europol Competition. Infine, Francesco Dracone e Jacopo Baratto andranno a costituire l'unico equipaggio targato BHK.

A completare lo schieramento del secondo round dell'ELMS ci saranno le immancabili vetture GT, sei per la precisione. A discapito degli scarsi numeri in confronto alle scorse edizioni, il livello tecnico di piloti e vetture della classe LMGTE sarà tuttavia di un certo rilievo. Con la Ferrari 488 GTE del team JMW, Griffin-MacDowall-Molina si presenteranno infatti forti della leadership di campionato tra le mani, grazie alla vittoria arrivata proprio all'ultimo giro nella prima gara stagionale sulla Porsche #88 della Proton Competition. Il team tedesco schiererà a Monza un equipaggio interamente italiano, con Gianluca e Giorgio Roda che affiancheranno nientemeno che Gianmaria Bruni. Quest'ultimo prenderà il posto di Matteo Cairoli, presente in Francia, ma costretto a disertare la gara di casa in quanto impegnato nella concomitante e prestigiosa 24 Ore del Nurburging. Continuando a parlare di tricolore, il debuttante team Ebimotors sarà della partita con una 911 Rsr affidata a Babini-Pera-Narac, mentre il quadro delle vetture tedesche in griglia sarà completato dalla seconda vettura Proton, che vedrà al volante Ried-Dienst-Lieb. Con una Ferrari della Krohn Racing, Andrea Bertolini farà invece compagnia a Johnsson ed il patron della scuderia, Tracy Krohn.

Con la Michelin Le Mans Cup e la Porsche Carrera Cup Britain a fare da prezioso contorno, la 4 ore di Monza partirà domenica alle ore 12.30 dopo le relative qualifiche in programma sabato pomeriggio. Da sottolineare anche la piena disponibilità ed apertura degli organizzatori verso i fans. Sabato e domenica saranno infatti previste due sessioni di pit walk con sessioni di autografi annesse, mentre prima della gara sarà concessa perfino la grid walk gratuita a tutti gli appassionati.

Alessio Sambruna

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies