TCR International Series | Hungaroring: Tassi con una fantastica doppietta manda in visibilio il pubblico di casa

Altre Ruote Coperte

A Budapest il giovane ungherese Attila Tassi ha letteralmente mandato in estasi il pubblico locale, accorso numeroso per tifare i propri beniamini in occasione della tappa del TCR International Series. A completare la festa ci ha pensato Norbert Michelisz (proveniente dal WTCC) in gara-1, seguito da Vernay, mentre in gara-2 a completare il podio ci hanno pensato Oriola ed un coriaceo Moller.

Gara-1.

Una prima manche caratterizzata da pochi colpi di scena, cosa solitamente rara per la categoria. Istvàn Bernula, con una delle nuove Kia Cee’d, non è riuscito a prendere il via, mentre Vervish è costretto a partire dal fondo a causa della sostituzione del motore, così come Homola penalizzato per colpa della vettura trovata non conforme.

A partire dalla pole è l'idolo locale e wild card (nonché proprietario del team M1RA) Norbert Michelisz, il quale viene beffato subito dal connazionale, e compagno di team, Attila Tassi che si invola in solitaria al comando. Ottima partenza anche per Colciago (Honda) che scavalca Vernay (Volkswagen) il quale, a sua volta, prontamente risponde e riacciuffa la terza posizione.

Huff (Volkswagen) battaglia per la sesta piazza con Nash (Seat) prima di essere costretto al ritiro; stessa sorte anche per Borkovic (Alfa Romeo). Bel recupero per Homola (Opel) che si issa in dodicesima posizione dando spettacolo con Kajaia (Alfa Romeo) e Vervish (Audi) prima del ritiro di quest'ultimo.

Gran bel duello tra Colciago e Oriola (Seat), con l'italiano che tiene di mestiere dietro il pilota spagnolo; anche Comini (Audi) è chiamato a difendere la posizione da un arrembante Moller (Honda).

Da registrare uno scambio di posizione fra Altoè e Morbidelli (entrambi piloti della West Coast Racing), mentre Homola continua ancora la sua marcia superando Kajaia e acciuffando in extremis la zona punti.

Nonostante il pressing di Vernay su Michelisz le posizioni al vertice restano invariate: vittoria di Tassi e, a seguire, Michelisz, Vernay, Colciago ed il terzetto del Craft Bamboo, composto da Oriola, Lloyd e Nash.
 
Gara-2.

La seconda frazione ha dispensato più emozioni ma la musica non è cambiata, con Tassi che ha bissato il successo tra il pubblico di casa festante.

A partire dal palo è Moller, ma dietro è già bagarre con Tassi che, partito ottavo, è già terzo e a ridosso di Altoè. A neutralizzare la gara ci pensa la carambola alla prima curva: Paulsen e Huff sono affiancati ma il pilota inglese è costretto ad allargarsi creando il contatto tra Morbidelli, Kajaia e Lloyd.

Al quarto giro, rientrata la Safety Car, riprende la gara con Huff che si ritrova in lotta tra le due Opel di Demoustier e Homola per la dodicesima posizione. Bel sorpasso di Tassi su Altoè che acciuffa la seconda posizione, mentre Colciago è costretto a cedere la quarta piazza ad Oriola che si lancia all'inseguimento del podio.

Duello senza esclusione di colpi tra Comini e Huff, con lo svizzero abilissimo a chiudere ogni pertugio all'alfiere di casa Leopard. Si rinnova il duello di gara-1 con Vernay che pressa Michelisz, mentre uno sfortunato Borkovic si ritira nuovamente.

Nel corso dell’undicesimo giro Tassi sferra l'attacco decisivo su Moller e passa in testa, il tutto mentre Oriola, con malizia, accompagna Altoè verso la via di fuga; inoltre, da segnalare il secondo ritiro di Vervish (foratura dello pneumatico).

Moller in deficit di potenza è costretto a cedere il passo anche ad Oriola che in extremis acciuffa la piazza d'onore. Bella prestazione di Altoè che mantiene la quarta piazza, mentre il campione in carica Comini ottiene il punto della bandiera con il decimo posto.
 
Tassi, dopo questa doppietta, esce dal circuito di casa da capoclassifica, seguito a sei lunghezze dal compagno Colciago, mentre il doppio passo falso fa scendere al quarto posto il campione in carica Comini. Prossimo appuntamento in Germania sul circuito di Oschersleben l’8-9 luglio.
 

Hungaroring, 18 giugno 2017, Top Ten Gara 1:

1. Attila Tassi (Honda Civic) - M1RA; 14 giri
2. Norbert Michelisz (Honda Civic) - M1RA; 0.865
3. Jean-Karl Vernay (Volkswagen Golf) - Leopard WRT; 1''744
4. Roberto Colciago (Honda Civic) - M1RA; 12''769
5. Pepe Oriola (Seat Leon) - Craft Bamboo; 14''029
6. Daniel Lloyd (Seat Leon) - Craft Bamboo; 14''959
7. James Nash (Seat Leon) - Craft Bamboo; 22''569
8. Giacomo Altoé (Volkswagen Golf) - West Coast – 25''074
9. Gianni Morbidelli (Volkswagen Golf) - West Coast; 27''448
10.  Mat'o Homola (Opel Astra) - DG Sport; 27''869


Hungaroring, 18 giugno 2017, Top Ten Gara 2:

1. Attila Tassi (Honda Civic) - M1RA; 14 giri
2. Pepe Oriola (Seat Leon) - Craft Bamboo; 1''861
3. Jens Reno Moller (Honda Civic) - Reno; 3''283
4. Giacomo Altoé (Volkswagen Golf) - West Coast; 3''765
5. Roberto Colciago (Honda Civic) - M1RA; 4''397
6. Norbert Michelisz (Honda Civic) - M1RA; 4''980
7. Jean-Karl Vernay (Volkswagen Golf) - Leopard; 5''372
8. Stian Paulsen (Seat Leon) - Paulsen; 6''254
9. James Nash (Seat Leon) - Craft Bamboo; 12''055
10. Stefano Comini (Audi RS3) - Comtoyou; 17''135

Classifica campionato:
1. Tassi 151; 2. Colciago 145; 3. Vernay 138; 4. Comini 126; 5. Oriola 109; 6. Borkovic 82; 7. Nash 74; 8. Kajaia 59; 9. Vervish 53; 10 Valente 46.


Michele Montesano

 

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies