Il team di Giuseppe Risi non prenderà parte alle prossime tre gare dell’IMSA WeatherTech Sportscar in programma a Watkins Glen, Mosport e Lime Rock. Il motivo sarebbe strettamente legato ai problemi economici cui deve far fronte la squadra con sede a Houston. L’obiettivo è tornare all’opera dalla gara di Road America ad agosto. Pertanto, la classe GTLM sarà orfana dell’unica Ferrari 488 GTE.

Sul tracciato di Le Castellet andrà in scena nel weekend il terzo appuntamento stagionale dell’Endurance Cup. A differenze delle prove di 3 ore, questa si svolgerà invece sull'arco di 6 ore, e precederà la 24 Ore di Spa (29-30 luglio), fiore all’occhiello della stagione. Dopo le prime due vittorie targate Lamborghini del team GRT Grasser Racing Team, la concorrenza proverà a frenare le incredibili prestazioni della Huracàn GT3 dell’equipaggio Engelhart-Bortolotti-Caldarelli. Tra le novità, il ritorno in pista di Luca Filippi tra le fila del Team Lazarus.

A spezzare l'egemonia Lexus nell'International GT Open ci pensano la Ferrari Spirit of Race di Mac-Ramos in gara-1 e la BMW del Teo Martin di Rueda-Bouveng nella seconda frazione, vincitori dell'appuntamento sul circuito francese del Paul Ricard. Le Lamborghini del team Imperiale Racing convincono, conquistando il podio con entrambi gli equipaggi (Biagi-Venturini secondi in gara-1 e Postiglione-Fontana terzi in gara-2) e guadagnando la vetta del campionato riservato ai team. Prestazione concreta anche per l'equipaggio Cioci-Perazzini che guadagnano due secondi posti in classe ProAm.

Sono state due gare ricche di emozioni e duelli quelle che si sono svolte sul circuito alle porte di Salisburgo nella tappa del TCR International Series, dove a sorridere sono stati i colori nostrani grazie alla vittoria dell'Alfa Romeo con il team Romeo Ferraris di Dusan Borkovic in gara 1, ed al successo di Roberto Colciago sulla Honda del Jas Motorsport in gara 2. Due gare consistenti per il campione in carica Stefano Comini (in entrambi i casi al terzo posto), mentre il leader in campionato Vernay lascia l’Austria con un doppio zero in casella.

A Budapest il giovane ungherese Attila Tassi ha letteralmente mandato in estasi il pubblico locale, accorso numeroso per tifare i propri beniamini in occasione della tappa del TCR International Series. A completare la festa ci ha pensato Norbert Michelisz (proveniente dal WTCC) in gara-1, seguito da Vernay, mentre in gara-2 a completare il podio ci hanno pensato Oriola ed un coriaceo Moller.

Paura sul tracciato di Croft, in Gran Bretagna, durante le qualifiche del British Touring Car Championship. Un grave incidente ha visto infatti coinvolti Jeff Smith, Aron Taylor-Smith e Luke Davenport. La dinamica dalle immagini televisive evidenzia come lo condizioni di scarso grip in una curva, causate dalla pioggia battente e dalla contemporanea presenza di olio in pista, abbiano innescate una carambola a catena che ha coinvolto 11 vetture. Le condizioni dei tre sono subito apparse serie, con il trasporto immediato al James Cook Hospital. Nelle scorse ore è stato diramato il bollettino medico sulle condizioni dei tre piloti coinvolti: il più grave fra i 3 è Davenport, attualmente in coma indotto.

Nell’università dell’automobilismo le Lexus continuano a dominare bissando i successi dell’Estoril con entrambi gli equipaggi. Ma ad esaltare il pubblico ci pensano gli italiani Cioci e Postiglione con il romano autore di una splendida gara due dove termina con il secondo posto assoluto ed il primo di classe mentre è più sfortunato il potentino che, nonostante due gare superbe, torna dal Belgio solamente con un quinto posto. Prima vittoria per la Bentley di Witt-Meadows e ritorno vincente per la Ferrari 488 del team Kaspersky con Moissev-Rizzo.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies