Una seconda manche del GT Open nettamente dominata per il duo della Mercedes Drivex, con Khodair che prende subito il largo fin dalle prime battute, seguito dal gentleman Hahn molto costante nel suo stint. Ottimo secondo posto per la Lamborghini dell’Imperiale Racing, con Breukers bravo a guadagnare la seconda posizione e Agostini a mantenerla. Terzo posto per la Lamborghini del Team Sospiri con Liberati-Ling autori di una prova consistente.

Esordio stagionale migliore nel Gt Open non poteva esserci per Daniel Serra. Il brasiliano, insieme a Marco Cioci, ha fatto sua la prima gara del weekend sul tracciato dell'Hungaroring con la Ferrari 488 Gt3 del team Luzich. In una gara bella e combattuta, protagonisti di primo livello sono stati anche i piloti di classe Pro-Am, con Cole-Pierbourg secondi assoluti con la Mercedes del team Sps, con la quale hanno preceduto la Lamborghini di Crestani-Ramos. Quinto il leader di campionato Mac.

Uno a uno e palla al centro. Si potrebbe sintetizzare cosi il weekend di Spa Franchorchamps del Gt Open, giunto al suo terzo appuntamento stagionale, che ha visto accendersi definitivamente il duello per il titolo. A Spa-Francorchamps, infatti, ad aggiudicarsi le vittorie sono stati i primi due equipaggi in testa alla classifica, Mac-Pier Guidi con la Ferrari della Luzich e Rueda-Saravia con la Bmw M6 del team Teo Martin. I due sono ora divisi da appena 12 lunghezze nella classifica di campionato.

L’Aston Martin Vantage numero 76, guidata dall'equipaggio composto da Nicki Thiim, Jake Dennis e Matthieu Vaxiviere, ha conquistato la vittoria nell'edizione 2018 della 3 Ore di Silverstone dopo essere partita dalla pole position e aver accumulato un ottimo vantaggio sulla Mercedes. Oltre all’Aston Martin può festeggiare anche la Lexus Racing, che conquista il suo primo podio nella BlancPain Gt grazie al trio Stephane Ortelli, Norbert Siedler e Markus Palttala. 

E' stato un weekend marchiato solamente dal simbolo della casa dei quattro anelli quello di Misano, valido per il Blancpain Sprint Series. L'R8 numero 1 condotta da Mies-Riberas ha infatti conquistato una sonora doppietta nelle due gare previste sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli, con le altre due Audi #25 e #2 a completare tutto il podio tutto tedesco in gara 2. Nella corsa inaugurale invece, buona prova dei nostri portacolori, Marciello e Bortolotti, rispettivamente secondo e terzo.

Il team Emilf Frey si è iscritto per la prima volta all’albo d’oro del Blancpain Endurance Series dopo una 1000 km del Paul Ricard che definire spettacolare sarebbe riduttivo. La Lexus #14 di Seefried-Costa-Klien ha infatti conquistato la vittoria con un sorpasso all’ultimo giro sulla Bentley Continenatal #7. Completa il podio la McLaren #58, in testa per quasi cinque delle sei ore di gara.

Il team russo G-Drive ha conquistatola vittoria nel secondo appuntamento stagionale dell'ELMS, la 4 Ore di Monza. In una gara contraddistinta da ben quattro safety car nelle prime due ore di gara, l'Oreca #26 portata in gara da Rusinov-Pizzitola-Vergne ha tagliato il traguardo con quasi 30 secondi di margine sul secondo classificato, il team TDS con Duval-Perrodo-Vaxiviere. Chiude il podio l'altra Oreca della Panis Barthez, mentre in classe LMP3 il successo è andato a Eurointernational. Tra le Gt vittoria della Ferrari 488 della Spirit of Race.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies