Ancora un successo portato a casa da Felipe Drugovich, il quale ha bissato il trionfo di ieri imponendosi anche nella seconda manche di EuroFormula Open sul tracciato di Budapest. Una vittoria che proietta il pilota brasiliano di RP Motorsport sempre più verso la conquista del titolo con 204 punti, contro i 111 di Bent Viscaal e i 105 di Matheus Iorio. Tornando alla corsa di oggi, essa si è concluso con un podio fotocopia rispetto a quello di ieri, con il vincitore Drugovich, quindi Bent Viscaal e Marcos Siebert.

A Budapest è andata in scena la prima delle due manche di EuroFormula Open. A trionfare in solitaria è stato il leader del campionato Felipe Drugovich che, dopo essere partito dalla pole position, ha gestito molto bene gli attacchi di inizio gara del rivale Bent Viscaal. Due Safety Car sono scese in pista durante i 19 giri previsti, a causa delle uscite di Alex Karkosik e Chris Hahn. Alle spalle del brasiliano Drugovich, si sono piazzati l'olandese Bent Viscaal e l'argerntino Marcos Siebert. A chiudere il gruppo il nostro Aldo Festante, che ha terminato al nono posto.

Felipe Drugovich può ritenersi soddisfatto del weekend appena terminato sul circuito di Spa: il brasiliano del team RP Motorsport ha infatti portato a casa due vittorie in entrambe le gare nel round di Euro Formula Open. In gara-1 è stato favorito, quando viaggiava in terza piazza, dall'autoeliminazione di Marcos Siebert e Cameron Das, che lottavano per il comando della corsa, mentre in gara-2, dopo una breve bagarre nei confronti dell'olandese Bent Viscaal, Drugovich è rimasto in testa trionfando in solitaria.

La sete di vittoria non si è placata per Felipe Drugovich, che ha reso perfetto il weekend del Paul Ricard grazie al successo colto anche in gara-2. Il brasiliano del team RP Motorsport, rimasto in testa dalla partenza alla bandiera a scacchi, è stato capace di tenere dietro il duo Carlin formato da Matheus Iorio e Cameron Das. Buona decima piazza per il nostro Aldo Festante, salito sul gradino più basso del podio riservato agli esordienti. Drugovich comanda la classifica generale con 98 punti, seguito da Iorio a quota 57 e Marcos Siebert fermo a 50. 

Si è corsa ieri in Colorado la 96a edizione della Pikes Peak International Hill Climb, la seconda corsa automobilistica più antica al mondo. La vittoria assoluta è andata Romain Dumas, alla guida della Volkswagen I.D. R, l'auto elettrica della casa di Wolfsburg che ha anche stabilito il nuovo record battendo quello di Sebastien Loeb ottenuto cinque anni fa sulla Peugeot 208 T16 Pikes Peak. Secondo il nostro Simone Faggioli a bordo della sua Norma M20 SF PKP, alla sua prima Pikes Peak, terzo Peter Cunningham con la Acura TLX GT. Tra le moto vittoria a Carlin Dunne con la Ducati Multistrada 1260 Pikes Peak, che ha avuto la meglio per soli sei decimi di Rennie Scaysbrook con la KTM 1290 SuperDuke R. Terzo posso assoluto per Chris Fillmore, che con la KTM 790 Duke vince la categoria Middleweight e stabilisce anche il record di categoria.

Il terzo appuntamento stagionale del Pro Mazda Championship ha riservato una straordinaria soddisfazione per RP Motorsport Racing. La scuderia piacentina, da quest'anno impegnata in una nuova avventura nel continente americano, è infatti riuscita a cogliere uno splendido successo con Harrison Scott nel mitico scenario di Indianapolis. Il pilota britannico, già campione in carica Euroformula Open con il team diretto da Fabio Pampado, è transitato per primo sotto la bandiera a scacchi in gara-1, cogliendo così la seconda affermazione stagionale dopo quella conquistata nel precedente round svoltosi al Barber Motorsport Park.

Dopo il dominio pressoché incontrastato messo in atto lo scorso anno da Harrison Scott, l'Euroformula Open sembra aver trovato quest'anno un nuovo, grande protagonista. Si tratta di felipe Drugovich, anch'egli portacolori del team italiano RP Motorsport, il quale ha iniziato il secondo week-end stagionale sbaragliando la concorrenza. Dapprima una stratosferica pole position realizzata con quasi un secondo di margine sui rivali, quindi il dominio in gara-1, quando ha regolato senza troppe difficoltà Bent Viscaal e Matheus Iorio. Ottima prestazione anche per il nostro Aldo Festante, quinto assoluto e sul podio della classifica riservata ai rookie.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies