Tramonta il sole sul primo round al Dubai Autodrome, teatro di una lotta già serrata tra i 10 giovani protagonisti della terza edizione della F4 degli Emirati Arabi Uniti. Al termine delle quattro giornate, ad avere la meglio è stato l’italiano Matteo Nannini, portacolori del team Xcel Motorsport, ora in cima alla classifica generale e rookie grazie a una vittoria e due secondi posti conquistati nelle quattro manche andate in scena in questo appuntamento.

Dopo il crescente successo fatto registrare in occasione delle due precedenti edizioni, si è aperta ufficialmente la terza stagione del campionato di F4 degli Emirati Arabi Uniti. La serie, aperta a giovani piloti dai 15 anni in su, include nel proprio calendario un totale di cinque appuntamenti, di cui tre al Dubai Autodrome e due allo Yas Marina Circuit, che si snoderanno da gennaio a marzo dell’anno corrente. Presenti in griglia anche due italiani: si tratta di Matteo Nannini e nicola Marinangeli, entrambi tra le fila del team Xcel Motorsport.

Per il consueto appuntamento di fine anno di LiveGP ritornano le nomination per l'assegnazione del prestigioso LiveGp Award, che premia i migliori giovani piloti italiani del panorama e due e quattro ruote. Oggi presentiamo un altro dei finalisti per quanto riguarda il mondo automobilistico: Leonardo Lorandi, vice campione di Formula 4 Italia. 

Le novità della stagione che verrà dell'EuroFormula Open erano già state annunciate: la gamma di motori a disposizione (tra Volkswagen Spiess, Mercedes HWA e Toyota Piedrafita) ed il calendario. Nelle ultime ore è stato tutto confermato: partenza al Paul Ricard e termine a Monza, con la novità del circuito cittadino di Pau. Con la nuova categoria di FIA F3 ed il nuovo campionato legato al DTM, Formula Europe Masters, il prestigioso GP di Pau andava a perdersi ed invece la sua storia proseguirà grazie al "salvataggio" dell'EuroFormula Open, che così estende a 9 gli appuntamenti stagionali del 2019. 

E' stata un'altra edizione capace di mandare letteralmente in "ebollizione" i Social quella targata 2018 del LiveGP Award, il super-sondaggio di fine anno volto ad eleggere il miglior giovane pilota italiano della stagione. Al termine di un confronto serratissimo tra i cinque candidati scelti dalla nostra redazione, ad imporsi nella sezione auto è stato Andrea Cola, il 20enne romano che grazie anche alla conquista del titolo nel FIA F3 Central European Zone è riuscito ad avere la meglio nei confronti di Antonio Fuoco e Giacomo Altoé, anch'essi comunque molto votati dai nostri lettori. Il pilota del team Monolite Racing, in attesa di poter ricevere il trofeo direttamente in pista, va così a succedere nell'albo d'oro allo stesso Fuoco (già impostosi nell'edizione inaugurale del 2014), a Diego Bertonelli, Andrea Fontana e Luca Ghiotto, campione uscente e premiato quest'anno nel paddock di Montecarlo.

Il secondo contendente al LiveGP Award 2018 (sezione auto) che andiamo a presentare è Andrea Cola. Con il trionfo centrato al termine di questa stagione nel FIA F3 Central European Zone, il giovane diciannovenne si è guadagnato la sua prima candidatura al nostro ormai consueto premio riservato al miglior pilota under 23 eletto dai nostri lettori. Andiamo quindi a conoscere meglio il suo profilo.

La nuova serie W Series, categoria completamente concentrata sulle donne, sarà la novità 2019: scatterà dal prossimo maggio e darà la possibilità appunto alle ragazze di confrontarsi in pista. A tal proposito nei giorni scorsi sono state selezionate le 55 concorrenti che si sfideranno all'interno e fuori della pista per puntare a conquistare uno degli ambiti 18 posti che permetteranno alle ragazze (selezionate tra 100 nomi provenienti da 30 paesi) di prendere parte alla prima edizione della serie.

Altri articoli...

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies