Trofeo Super Cup | Finale in grande stile al Mugello: Max Pigoli primo campione nella Supercars Series

Trofeo Super Cup

Splendido finale di stagione per il Trofeo Super Cup, che nel round andato in scena sul circuito del Mugello ha regalato spettacolo con oltre cinquanta vetture complessivamente al via nelle due divisioni. L'atto conclusivo dell'annata 2018, disputatasi nel prestigioso contesto agonistico dell'ACI Racing Weekend, ha registrato il ritorno al successo di Roberto Del Castello, capace di imporsi nella Prima Divisione in gara-1 al volante della Porsche 991. L'esperto pilota abruzzese ha poi conquistato la piazza d'onore nella seconda manche alle spalle di Franco Cimarelli, ma a festeggiare è stato anche Max Pigoli, che grazie al secondo posto ottenuto nella prova di Sabato si è laureato primo campione della Supercars Series. Nella classifica assoluta riservata nelle classi oltre 2.0 a trionfare è stato Giulio Valentini (Seat Leon Cup), mentre la Seconda Divisione ha registrato il doppio successo dell'Alfa Romeo Giulietta del duo composto da Riccardo Missiroli e Matteo Leone, con Fausto Amendolagine nuovamente sul trono delle classi fino a 2.0 cc.

PRIMA DIVISIONE. Grande battaglia lungo i saliscendi del tracciato toscano nelle classi riservate alle vetture GT e Turismo, con Roberto Del Castello capace di dominare gara-1 in occasione del suo debutto stagionale al volante della 991 del team Erreciproracing. Sul podio dell'assoluta anche Max Pigoli (laureatosi campione 2018 nella GT2 e nella Supercars Series) e Franco Cimarelli, con quest'ultimo che sul bagnato è stato in grado di conquistare il successo nella seconda manche davanti allo stesso Del Castello e a Giuseppe Ghezzi. Per quanto riguarda le singole classi, la GT1 ha visto l'egemonia dello stesso Cimarelli davanti a Ghezzi, mentre ad alternarsi sul terzo gradino del podio sono stati Alberto De Ambroggi e Alessandro Nervi (campione di categoria). Nella GT2 Pigoli e Iefimenko hanno fatto compagnia sul podio al vincitore Roberto Del Castello, con la figlia Luli che ha invece monopolizzato la Turismo V8 al volante della Chevrolet Lumina, mentre Patrick Bellezza ha fatto altrettanto nella Cayman Cup. La classe E1 2.0 ha registrato la doppietta di Piergiorgio Ottuzzi (Renault Clio Rs) davanti al duo del team Sesa Racing formato da Auro Straffi e Arturo Pucciarelli, con Massimiliano Pezzuto che invece si è imposto tra le Mitjet nei confronti del figlio Niccolò e di Mascia (in gara-1) e Malvestiti. Nella Turismo 1 Guido Sciaguato ha conquistato la prima manche davanti a Giulio Valentini e Massimiliano Milli, mentre nella prova disputatasi sul bagnato ad avere la meglio è stato il pilota di casa Stefano Bettini (Seat Leon) davanti allo stesso Milli e a Valentini, capace di conquistare il titolo assoluto nelle classi oltre 2.0. Infine, nella Turismo 2 Mamo Vuolo ha legittimato la conquista del titolo di classe con un doppio piazzamento sul podio, mentre ad aggiudicarsi il successo di tappa sono stati Massimo Orlandini (Bmw M3 E36) e Stefano Quercioli (Seat Leon Supercopa)

SECONDA DIVISIONE. Le scintille non sono mancate nemmeno nelle due gare che hanno visto come protagoniste le vetture di piccola e media cilindrata, con l'Alfa Romeo Giulietta del duo Missiroli-Leone sugli scudi in entrambe le manche. Alle sue spalle si sono piazzati nella graduatoria assoluta Andrea Dalla Bona e Mario Beltrami in gara-1, mentre a salire sul podio nella seconda manche sono stati Fausto Flavi e Fabrizio Tablò. Nunzio Scippa ha conquistato il terzo posto nella Turismo 3 alle spalle di Missiroli-Leone e della Mini Cooper di Flavi (campione di categoria), con Mario Beltrami e Gianfranco Billo che si sono invece alternati sul gradino più alto del podio nella Turismo 4, conquistata da Michele Febbraro. Bagarre e arrivi in volata nella Turismo 5 tra Andrea Bonifazi e il duo formato da Ivan e Pietro Fabris, mentre l'altrettanto combattuta Turismo 6 ha visto i trionfi di Fausto Amendolagine e Alessandro Malavolta, con il primo capace di confermarsi anche sul trono della classifica assoluta fino a 2.0 al volante della sua Peugeot 106. La lotta si è rivelata particolarmente accesa anche nella Clio RS Cup, con Andrea Dalla Bona e Fabrizio Tablò che si sono spartiti la posta in palio ma con il portacolori del team Faro Racing che ha potuto festeggiare la conquista del titolo di classe, mentre altrettanto ha fatto Eliseo Cruciani nella 1.6 Plus, autore di due splendide prestazioni al volante della sua Citroen Saxo. Bella prova anche da parte di Marco De Dominicis a bordo della Seat Ibiza nella 2.0 Diesel e del duo "Aramis"-Rocchi sulla Fiat 500 Abarth nella 1.4 T.

Giordano Giovannini (promoter Trofeo Super Cup): "È stata una stagione straordinaria che ha visto ancora una volta il nostro campionato in grande escalation nel panorama motoristico tricolore, e sono fiero anche del mio contributo fornito alla causa attraverso questo progetto in un momento di certo non facile per l'intero movimento. Desidero ringraziare tutti i piloti per essersi dati battaglia in pista con grande correttezza nel corso dei sette week-end disputatisi durante questa annata, ACI Sport per la splendida disponibilità, i membri dello staff e tutti i nostri sponsor che ci supportano in questo percorso. Stiamo già lavorando per la prossima stagione che vedrà diverse interessanti novità e naturalmente l’appuntamento è per il 24-25 Novembre a Magione, nell'ambito dell'evento che vedrà anche le premiazioni di fine anno”.

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies