F4 Italia | Misano: tripletta per Fernandez e Bhai Tech

Velocità Italia

A Misano si è aperta la quarta stagione dell'Italian F4 Championship. A dominare tutto il weekend è stato il venezuelano Sebastian Fernandez a bordo della vettura del team Bhai Tech. Il sudamericano ha infatti ottenuto due pole position prima di trionfare nelle tre gare in programma. Molto bene anche gli altri piloti del team Bhai Tech, con Lorenzo Colombo e Leonardo Lorandi. Il primo ha ottenuto due secondi posti dopo il quarto posto in gara-1, mentre il secondo ha conquistato un primo posto fra i rookie in gara-1 ed un secondo posto fra gli esordienti in gara-2.

 

Molto bene anche per il nipote d'arte Enzo Fittipaldi (Prema), il quale è salito tre volte sul podio riservato ai debuttanti. Nella classifica generale, conduce ovviamente Sebastian Fernandez con 75 punti sul nostro Colombo a quota 48, mentre Petrov segue con 33 punti. Nella classifica generale riservata agli esordienti a condurre è invece il brasiliano, neo-pilota FDA, con 68 punti. Secondo posto per Leonardo Lorandi con 53 e terzo l'argentino Giorgio Carrara a quota 33 punti.

Gara-1. Fernandez, partito dalla pole position, scattava davanti a tutti, seguito da Colombo ed Armstrong. Poco dopo quest'ultimo si trovava a lottare con Felipe Drugovich e Juri Vips: l'estone passava in seconda piazza, seguito dal brasiliano e dal neozelandese. Dopo alcune tornate Colombo, scivolato in quinta piazza, si avvicinava ad Armstrong e entrava in bagarre con il pilota FDA per la quarta piazza. Il pilota del team Van Amersfoort Drugovich usciva di pista, rientrando dietro a Colombo. Artem Petrov riusciva a salire fino alla terza piazza ed attaccava Juri Vips. Il russo del team DR Formula faceva segnare il giro più rapido, intanto anche Colombo superava l'estone del team Prema. Quest'ultimo però non ci stava e si riprendeva la posizione sul nostro portacolori. Mariano Lavigna, dopo essere finito contro le barriere abbandonava la propria vettura nella ghiaia. Lorenzo Colombo sorpassava Vips, ma da dietro arrivava Armstrong e dopo alcuni metri i tre cominciavano a battagliare per le posizioni da podio. La spuntava Vips su Colombo ed Armstrong. La Safety Car entrava in pista a causa di un incidente fra Juan Manuel Correa e Kush Maini. Tanto spavento per l'americano: la sua vettura si ribaltava più volte nella ghiaia, ma il pilota del team Prema rimaneva illeso. Al re-start Petrov tentava invano l'attacco a Fernandez. Quest'ultimo trionfava nella prima manche dell'anno. Secondo Petrov (DR Formula), quindi Vips (Prema) e Colombo (Bhai Tech). Nona piazza per il primo degli esordienti: Leonardo Lorandi, quindi Fittipaldi (undicesimo) e Carrara (diciassettesimo). Gli altri italiani giunti al traguardo erano Aldo Festante (DR Formula, dodicesimo), Federico Malvestiti (Jenzer, quindicesimo), e Andrea Dell'Accio (Henry Morrogh, ventesimo), mentre Mariano Lavigna (Cram Motorsport) e Davide Venditti (DieGi Motorsport) erano costretti al ritiro. 19° piazza per l'unica donna presente in pista: si tratta della tedesca Sophia Floersch (Mucke Motorsport).

Gara-2. Fernandez scattava nuovamente al comando seguito da Colombo ed Armstrong. Nelle prime fasi tutto procedeva senza scossono, ma verso metà gara Artem Petrov subiva un drive-through per partenza anticipata. Dopo alcune tornate la Floersch veniva penalizzata con 5 secondi per aver oltrepassato le linee che delimitano il tracciato. Malvestiti si ritirava in seguito ad un contatto con un avversario ed alla conseguente ala rotta. Altri 5 secondi venivano aggiunti alla Floersch, per aver passato nuovamente i limiti della pista. Poco dopo Colombo si avvicinava a Fernandez, intanto Leonard Hoogenboom andava lungo, usciva di pista e finiva nella ghiaia. L'olandese si ritirava. Fernandez vinceva nuovamente davanti a Colombo ed Armstrong. Quarto Vips, quindi il canadese Kami Lalibertè, Drugovich, Job Van Uitert e Enzo Fittipaldi, primo fra i rookie. Secondo e terzo fra i rookie Leonardo Lorandi (quattordicesimo) e Branquinho (sedicesimo). Quindicesima piazza per Aldo Festante, poi Lavigna (19°), Davide Venditti e Dell'Accio (23° e 24° al traguardo). Ventunesima al traguardo la Floersch.

Gara-3. Colombo partiva non perfettamente dalla pole position. Alla prima curva veniva affiancato da Lorandi e Vips (partiti dalla seconda e terza casella). Nella foga di spuntarla sugli avversari, Vips e Colombo pizzicavano Lorandi, provocandogli il distacco dell'ala anteriore. Il bresciano urtava Vips e i due finivano fuori pista. L'estone si ritirava, mentre il pilota Bhai Tech rientrava ai box per sostituire l'ala. Il leader della corsa ora era Fernandez, seguito da Drugovich e Armstrong. Lorandi subiva un drive-through per aver causato l'incidente ai danni di Vips. Drugovich segnava il giro più rapido, mentre il francese Ghiretti subiva un drive-through per aver urtato Branquinho. Colombo lottava con Maini e poco dopo l'italiano superava il rivale. 5 secondi di penalità venivano inflitti Drugovich aver superato i limiti della pista. Colombo tentava l'attacco ad Armstrong: l'italiano ed il neozelandese si toccavano, con il pilota FDA che veniva superato da Colombo e Maini. L'indiano e Armstrong si urtavano ed uscivano di pista, ritirandosi in seguito. Vinceva nuovamente Fernandez, davanti a Colombo, Petrov e Fittipaldi (primo tra i rookie). Decimo Festante, poi Malvestiti, Dell'Accio e Venditti (tredicesimo e quattordicesimo, secondo e terzo tra i rookie), Lavigna (17°) e Lorandi (19°).

Terminato il weekend di Misano, l'appuntamento è per la seconda tappa, in programma sul circuito di Adria dal 5 al 7 maggio.

LE CLASSIFICHE COMPLETE DEL WEEKEND

Giulia Scalerandi

Per lasciare il tuo commento è necessario registrarsi nel form "login" presente a fondo pagina oppure nella home page. Grazie!

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies